45
La storica Associazione francese premia l’ultimo disco dell’Orchestra di Padova   
OPV vince il Premio Internazionale Coup de Coeur 2022

OPV vince il Premio Internazionale Coup de Coeur 2022


La storica Associazione francese premia l’ultimo disco dell’Orchestra di Padova e del Veneto edito dall’etichetta KAIROS, unica istituzione musicale italiana a ricevere il prestigioso riconoscimento nel 2022.


Nell’ottica di un crescente riscontro internazionale, l’Académie Charles Cros assegna all’Orchestra di Padova e del Veneto il Premio Coup de Coeur al disco Musiche per il Paradiso di Dante di Salvatore Sciarrino, edito per l’etichetta KAIROS. L’Orchestra di Padova e del Veneto è l’unica istituzione italiana a ricevere il prestigioso Premio nel 2022 tra i dieci dischi menzionati dalla commissione Charles Cros.

Lo ha annunciato con soddisfazione il Direttore artistico Marco Angius al Teatro Verdi, in apertura del concerto di Stagione che ha visto protagonista la pianista Gabriela Montero: «Per la prima volta nella sua storia, l’Orchestra di Padova e del Veneto riceve uno dei più importanti riconoscimenti internazionali della critica discografica: il Coup de Coeur dell’Académie Charles Cros assegnato da una giuria internazionale al disco Musiche per Il Paradiso di Dante di Salvatore Sciarrino, edito per KAIROS, registrato dall’Orchestra nel luglio 2021». 

Si tratta del quarto disco che OPV dedica alla musica di Sciarrino tra gli 11 CD di musica contemporanea italiana realizzati dal 2013 a oggi con la direzione di Marco Angius. Il Premio verrà annunciato dall’Istituzione francese mercoledì 14 dicembre in diretta su France Musique. Nel 1988 la stessa Accademia assegnò a OPV un altro premio, il Grand Prix du Disque alla storica incisione dedicata al repertorio di Boccherini per la direzione di Bruno Giuranna.

L’orchestra di Padova e del Veneto, che detiene la più ricca discografia italiana, ha realizzato altri due dischi in uscita per il 2023 con composizioni di Giacomo Manzoni, in occasione del novantesimo compleanno del grande compositore, e Hans Werner Henze. Sempre alla musica italiana del Novecento sarà dedicato un nuovo disco con musiche di Ottorino Respighi che verrà registrato il prossimo febbraio in collaborazione con la Fondazione Giorgio Cini di Venezia.

Presieduta da Alain Fantapié, docente all’Université Paris III, la commissione è composta da alcuni dei più autorevoli musicologi e critici del settore: Jérémie Bigorie, Pierre-Albert Castanet, Gilles Charlassier, David Christoffel, Omer Corlaix, Laurent Feneyrou, Bastien Gallet, Romaric Gergorin, Guillaume Kosmicki, Jean-Guillaume Lebrun, Alain Louvier, Arnaud Merlin, Anne Montaron e Michèle Tosi.

Nata nel 1947 grazie all’iniziativa di un gruppo di critici e specialisti della discografia, l’Associazione Académie Charles Cros ha lo scopo di premiare le migliori uscite discografiche dell’anno nei diversi ambiti della musica, dall’opera alla sinfonica, dalla contemporanea al jazz.

Dirette da Marco Angius, le Musiche per il Paradiso di Dante sono state eseguite dal vivo nel settembre 2021 presso il Salone di Palazzo della Ragione di Padova in occasione del settimo anniversario della morte di Dante Alighieri nell’ambito della quinta edizione di In Principio, rassegna di musica sacra OPV, in un evento che ha sancito la collaborazione tra l’Orchestra di Padova e del Veneto e il collettivo Anagoor, Leone d’Argento per il Teatro alla Biennale di Venezia 2018, che ne ha curato la regia. Per l’occasione OPV si è unita ai solisti Andrea Biagini al flauto, Lorenzo Gentili – Tedeschi al violino e Garth Knox alla viola e viola d’amore.

Share




Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

113 q 0,228 sec