Dal 15 maggio al 19 giugno    18:00
Bernard Dreyfus – Retrospettiva

Bernard Dreyfus – Retrospettiva


Mercoledì 11 maggio si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della retrospettiva di Bernard Dreyfus. Presenti l'assessore Cavatton, l'artista e la curatrice Monique Stella.


La «fusione concettuale» tra le culture indigene dell’America Latina e le rigide razionalità dell’Occidente ha dato vita alla produzione pittorica di Bernard Dreyfus, in mostra al San Gaetano con una selezione di opere, 150 per la precisione, che vanno dai primi lavori degli anni Sessanta ad oggi.
La retrospettiva, voluta dall’amministrazione comunale in virtù del suo «grande impatto emozionale», sembra quasi riprodurre su tela antichi miti ancestrali in cui si indaga l’essenza stessa dell’uomo. Dreyfus, nato in Nicaragua, diventa così protagonista secondo Matteo Cavatton, assessore alla Cultura, di un «realismo magico» che sembra quasi impersonare lo spirito della nostra epoca, con masse di migranti che hanno bisogno di trovare una ridefinizione della loro umanità. I segni e le cartografie, spesso enigmatici, si presentano in rilievo e rimandano alle antiche incisioni rupestri di Lascaux ma anche alle civiltà Inca e Maya, dove la dimensione rituale della maschera è sempre presente. L’esposizione, a cura di Dominique Stella, emerge fin dall’inizio per i colori scintillanti che fanno apparire la luce e la notte facce diverse di un sogno popolato da creature misteriose. In alcuni quadri questo “magma” dà l’idea di un fuoco incandescente che avviluppa il visitatore in una poesia che attinge alle origini stesse della Terra. Manca però in Dreyfus una contestazione, la sua opera è legata «al linguaggio segreto del mondo» e per questo si presenta come se fosse eterna: la sua intensità, che raggiunge anche i contemporanei, «è in grado di unire le forze creatrici attraverso il tempo». Il quadro “Universo” (1984) è popolato da composizioni parietali fatte di segni, di mani e di animali, figure che ricordano i primi riferimenti della storia dell’umanità. “Bernard Dreyfus- Retrospettiva. Opere dal 1969 al 2016” verrà inaugurata sabato 14 maggio alle 18 e sarà aperta al pubblico dal 15 maggio al 19 giugno negli orari 10-12.30 e 15.30-19, ad eccezione del lunedì. L’ingresso è libero.

Camilla Bottin

 

 

Share
Centro Culturale Altinate,     via Altinate 71, Padova
Orari 10-12.30 e 15.30-19, ad eccezione del lunedì. L’ingresso è libero.



Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

116 q 0,380 sec