4
  12/01/2019            21:00
L’enigma de il flauto magico

L’enigma de il flauto magico


Viaggio iniziatico nell’opera lirica di Wolfgang Amadeus Mozart con la compagnia Liricamente di Monselice.


Ideazione, testi e narrazione Daniele Nuovo

Maestro accompagnatore Gerardo Felisatti

Progetto dell’Associazione Liricamente in collaborazione con il Conservatorio Steffani di Castelfranco Veneto

L’ultima opera di Mozart: la più complessa, affascinante e misteriosa. Una favola teatrale, la cui ironia, leggerezza e incanto musicale custodisce un messaggio filosofico profondo, ricco di valenze esoteriche, manifesto del credo massonico del grande genio salisburghese. Lo spettacolo ne propone i momenti salienti e, attraverso un attento percorso di narrazione scenica, svela i suoi “arcani” rivelando il grande interesse per i culti iniziatici che incise profondamente il Secolo dei Lumi, a torto considerato un’epoca di solo pensiero e pura ragione.

 

Share
Teatro Carlo Goldoni,     Piazza Unità d'Italia 1, Bagnoli di Sopra
           clicca qui per visualizzare la mappa

Informazioni e prevendita la settimana dello spettacolo. Biblioteca comunale - 049.9579124 (martedì, mercoledì, giovedì, venerdì dalle 15 alle 19; sabato dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14 alle 18)
. Teatro comunale, Piazza Unità d’Italia, 1 - 049.9535335 - cell 349 66 33118 (sabato dalle 16 alle 19, dalle ore 20 del sabato degli spettacoli). Ingresso intero 8 euro, ingresso ridotto 5 euro, Le prenotazioni telefoniche sono valide fino alle ore 20.45. Tutti i posti sono numerati.
 Il teatro è accessibile a disabili.

Potrebbero interessarti anche

  • Così è se vi pare

    Così è se vi pare

    Su il Sipario 2019, Rassegna di teatro a cura di A.T.A. TeatroPadova, con il penultimo appuntamento "Così è se vi pare".
  • I rusteghi

    I rusteghi

    Rassegna “A Bagnoli, a Bagnoli v’aspetto” con “I rusteghi”.
  • Esemplari femminili

    Esemplari femminili

    Esemplari Femminili è il risultato finale di un processo di ricerca sul tema della femminilità, che ha visto una prima tappa nella versione breve dal titolo “Why are we so f**ing dramatic?”, sostenuta dal bando Next 2015, che giunge ora alla sua forma compiuta, interrogandosi sull’essere donna all’interno della società contemporanea.


Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

126 q 0,344 sec