1
  22/05/2019            20:30
La leggenda del flauto Maxence Larrieu al Teatro Verdi di Padova per “NOVECENTO CAMERISTICO ITALIANO”

La leggenda del flauto Maxence Larrieu al Teatro Verdi di Padova per “NOVECENTO CAMERISTICO ITALIANO”


Si prepara il nuovo appuntamento padovano di “Novecento Cameristico Italiano”, la stagione concertistica che la Fondazione Musicale Omizzolo Peruzzi propone in collaborazione con l’Archivio Musicale Guido Alberto Fano di Venezia e il Teatro Verdi: obiettivo la promozione dell’opera del pianista e compositore padovano Silvio Omizzolo (1905-1991) e della cultura musicale veneta, mettendo accanto a tale produzione quella cameristica nazionale del ventesimo secolo e i capolavori del repertorio classico.


Il concerto, il penultimo della parte primaverile del cartellone, vede come protagonista Maxence Larrieu, interprete storico del flautismo europeo, ed è in programma presso l’elegante Foyer del principale teatro della città del Santo mercoledì 22 maggio alle ore 20.30. Larrieu è un grande nome internazionale che ha saputo dare un impulso eccezionale alla musica e al repertorio del proprio strumento: nella sua carriera ha vinto ben 12 “Grand Prix du Disque”, vale a dire il più importante riconoscimento assegnato in Francia per le incisioni discografiche, e attraverso più di 140 album si è occupato di registrare gran parte della letteratura flautistica. Per questi e altri traguardi ancora è stato insignito dal governo francese della Legion d’Onore e del Cavalierato delle Arti e delle Lettere. Il musicista francese interverrà al Verdi di Padova insieme ad altri due nomi di caratura internazionale, Giuseppe Nova e Andrea Bacchetti: il primo uno dei più rappresentativi flautisti italiani della sua generazione, la cui brillante carriera è iniziata nel 1982 come solista dell’Orchestra Sinfonica della RAI; il secondo celebre ex enfant prodige del pianoforte attivo da trent’anni nelle più prestigiose sale da concerto del mondo, come solista, camerista e con orchestra (famose le sue esecuzioni ed incisioni delle musiche di Bach e di Berio). Nella prima parte del concerto saranno eseguite musiche di Casella, Rota e Omizzolo, mentre la seconda parte del programma verrà dedicata a trascrizioni, fantasie e parafrasi di arie d’opera: un genere molto amato e diffuso nei salotti dell’Ottocento e ben noto anche a Mozart. La Fondazione Musicale Omizzolo Peruzzi gode del patrocinio del Comune e della Provincia di Padova e del contributo del FUS.


Programma:

Alfredo Casella – Barcarola e Scherzo op. 4
Silvio Omizzolo – Notturno e Danza
Nino Rota – Cinque pezzi facili – Preludi n. 7, 12, 14 per pianoforte
Theobald Böhm – Tre Duetti per due flauti e pianoforte su temi di Mendelssohn e Lachner op. 33
Ferenc Doppler – Parafrasi sulla Sonnambula di Bellini op. 42 «en souvenir de Adelina Patti»
Wolfgang Amadeus Mozart – Tre Duetti da Don Giovanni e Flauto Magico
Ferenc Doppler – Andante e Rondò op. 25
Ferenc e Karl Doppler – Fantasia su temi del Rigoletto

Biglietti:
Intero € 10
Ridotto € 5
Studenti € 3
Acquisto biglietti:
Biglietteria del Teatro Verdi
dal martedì al sabato ore 10.00-13.00 e 15.00-18.00 e un’ora prima del concerto

Share
Teatro Verdi,     Via dei Livello, 32 PD
           clicca qui per visualizzare la mappa

Vendita online su www.teatrostabileveneto.it Penotazione telefonica allo 049 87770213

Potrebbero interessarti anche

  • Il figlio di Arlecchino perduto e ritrovato

    Il figlio di Arlecchino perduto e ritrovato

    Stefano Rota e la Compagnia Giovani dello Stabile del Veneto diretti da Marco Zoppello portano in scena il gioco degli equivoci tipico della Commedia dell’Arte goldoniana.
  • Aperitivo a Teatro

    Aperitivo a Teatro

    Grandi autori per giovani attori: dal 24 giugno al 3 agosto APERITIVO A TEATRO anima l’estate del Verdi.
  • Cantata profana tra Italia e Cina: “Marco Polo, il libro delle meraviglie”

    Cantata profana tra Italia e Cina: “Marco Polo, il libro delle meraviglie”

    Uno spettacolo raro a vedersi nei nostri teatri è la “cantata”, un’azione scenica e musicale in cui il coro, i solisti e l’orchestra non sono meno importanti dell’allestimento, della recitazione e della coreografia. È l’Istituto di Istruzione Superiore Concetto Marchesi di Padova a proporre il prossimo 16 maggio dalle ore 20,30 “Marco Polo, il libro delle meraviglie”, un evento unico sia per la qualità in sé sia perché il Teatro Verdi sarà disponibile solo per quell’unica data.
  • En tus Ojos/Piazzolla Tango

    En tus Ojos/Piazzolla Tango

    Alle 20 e 45 uno spettacolo di Naturalis Labor con la musica appassionata di Astor Piazzolla che mescola il tango alla danza d’autore di Luciano Padovani. Alle ore 17.00 la presentazione del libro La danza 2.0. Paesaggi coreografici del nuovo millennio di Alessandro Pontremoli.


Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

143 q 0,447 sec