Da aprile a giugno   
Land on art festival

Land on art festival


L’associazione culturale Atelier Calicanto di Teolo presenta il primo festival di Land art sui Colli Euganei, dedicato alla land art e alla musica, firmato da giovani creativi di tutta Italia.


Sui Colli Euganei sta per atterrare Land on Art, il nuovissimo festival dell’associazione Atelier Calicanto di Teolo dedicato alla land art e alla musica, firmato da giovani creativi di tutta Italia.
Sostenuto dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell’ambito del bando Culturalmente 2016, il progetto si pone quale esperimento creativo di rigenerazione territoriale e culturale, che assume il carattere della manifestazione itinerante di land art e sound art nei Comuni di Torreglia, Cinto Euganeo, Galzignano e Battaglia Terme, basata sulla fluidità del dialogo aperto tra creatività giovanile under 35 e contesto naturale.

Con Land on Art si intende realizzare, fare conoscere e visitare un nuovo parco creativo ed emozionale, un’isola verde nel cuore del Parco dei Colli Euganei, in cui gli artisti e i musicisti under 35 selezionati risiederanno alcuni giorni e realizzeranno opere site-specific e interventi di sound art. Il tutto da aprile a giugno. Per questa prima edizione sono stati selezionati Tellas, Roberto Ciredz, Alessandra Carloni, Andrea Clementi, Caterina Sega, Jessica Ferro, Valentina Burel, Alessandro Canella, Zentequerente, Bruno Martinuzzi, Fabrizio Saiu, Alessandro Tombesi, Stefano Pettenella. 

Land on Art si compone di un ramificato percorso dedicato alla sperimentazione artistica, una mappa emozionale e sensoriale che congiunge luoghi unici che caratterizzano il Parco Regionale dei Colli Euganei, come: Fonte Regina, incantevole sorgente conosciuta e utilizzata fin dall’epoca romana per alimentare gli acquedotti dei paesi circostanti; Torreglia alta con la Pieve di San Sabino e il percorso della Mira; il suggestivo palco naturale dell’Anfiteatro del Venda; l’ex corte benedettina delle Cantine Bernardi. In altre parole, Land on art traccerà un cammino creativo capace di trasformare un territorio ricco di storia e bellezza in un panorama vitale, in un museo diffuso, volto a stimolare l’incontro tra le persone e la produzione di idee.

In questo contesto, la natura offre la scenografia e i suoi materiali. Lavorando a stretto contatto con l’ambiente e il paesaggio, gli artisti scelgono le materie prime e le lavorano creando opere uniche, nate “in e per” un luogo specifico. Il pubblico cerca le opere, le scopre e ne gode, finché la natura non se le riprende. L’obiettivo principale della land art è infatti creare un rapporto simbiotico con la natura circostante, in cui l’artista cerca e trova la propria ispirazione, bellezza e armonia negli elementi offerti da un bosco, da un prato, dalle sponde di una sorgente o dal versante di una collina. E chi ne fruisce può assaporare queste installazioni inserite appieno in un paesaggio naturale nel quale la mano dell’uomo appare lieve e rispettosa del contesto di riferimento. In questo modo, la land art attrae il fruitore da un punto di vista estetico ed emotivo, catturando l’attenzione su certi luoghi dal valore unico per suggestione e memoria, spesso poco frequentati o conosciuti.

Dal magico e imperscrutabile intreccio di abilità tecnica, ispirazione e dialogo con l’ambiente circostante nasceranno le opere, che andranno a costituire delle vere e proprie gallerie en plein air, poi visitabili per tutta l’estate, finché non si decomporranno naturalmente. Il festival coinvolgerà le emozioni a tutti i livelli, promuovendo un nuovo rapporto con la natura sia da parte degli artisti, sia da parte dei visitatori, chiamati a essere compartecipi anche dell’atto creativo. Sarà infatti possibile visitare i percorsi creativi già durante la realizzazione delle installazioni per osservare gli artisti e cogliere le diverse fasi del loro lavoro. Visitare il festival durante la creazione o successivamente permetterà di godere di arte, storia, natura, scoprendo angoli incantevoli del Parco dei Colli Euganei che hanno molto da raccontare.

Una parte importante di Land on Art sarà dedicata ai workshop e ai laboratori con le scuole, fiore all’occhiello di questa iniziativa. Sono due gli istituiti coinvolti quest’anno: le scuole medie Facciolati di Torreglia e il Liceo Scientifico Galilei di Caselle di Selvazzano (PD). Nel primo laboratorio i ragazzi parteciperanno alla realizzazione di un murales ad opera dell’artista Alessandra Carloni, sulla facciata principale della scuola. Gli allievi dello Scientifico saranno invece coinvolti in un progetto di alternanza scuola-lavoro e aiuteranno concretamente gli artisti invitati nella realizzazione delle loro opere, dal reperimento delle materie alla successiva lavorazione fino agli allestimenti. Ci sarà inoltre un gruppo che darà vita ad una performance presso Fonte Regina con il musicista Fabrizio Saiu.

In questo modo gli studenti diventeranno parte integrante del festival e parteciperanno ad un’esperienza arricchente e formativa, lavorando in gruppo e mettendosi alla prova nella realizzazione di una kermesse estremamente articolata.

Calendario della manifestazione:

A scuola con la street art
giovedì 27- sabato 29 aprile | Scuola media Facciolati di Torreglia
Laboratorio didattico sulla street art ad opera dell’artista Alessandra Carloni

Sabato 29 aprile ore 12.30 Inaugurazione del murales di Alessandra Carloni realizzato in collaborazione con gli studenti

Arte e musica in Cantina
sabato 6 maggio | Cantine Bernardi
di Torreglia
Ore 18.00 inaugurazione della mostra personale Oltre la natura di Bruno Martinuzzi
Ore 20.00 degustazione di salumi, formaggi e vini tipici
Ore 21.00 Innerscape di Alessandro Tombesi, performance musicale

Land art a Fonte Regina
lunedì 8 – sabato 13 maggio | Torreglia
Residenza di Tellas, Roberto Ciredz e Caterina Sega e realizzazione delle loro opere site specific in collaborazione con gli allievi del Liceo Galilei di Selvazzano (PD)

sabato 13 maggio
– Liceo G. Galilei di Caselle di Selvazzano
ore 10.00 laboratorio musicale di Fabrizio Saiu con gli studenti
Fonte Regina, Torreglia | Conversazioni a Fonte Regina
Ore 16.00 passeggiata con la guida naturalistica Stefano Zanini
Ore 17.00 inaugurazione delle installazioni di Tellas, Roberto Ciredz e Caterina Sega.
Ore 18.00 performance di Fabrizio Saiu e dei ragazzi del Liceo Scientifico Galilei di Caselle di Selvazzano

Festa della Mira
venerdì 2, sabato 3 e domenica 4 giugno | Torreglia alta
sabato 3 giugno
Ore 18.00 inaugurazione e visita guidata delle installazioni di Andrea Clementi, Jessica Ferro, Valentina Burel, Alberto Canella, Caterina Sega

domenica 4 giugno
Ore 10.00 Soundwalk con Roberto Tombesi (performance itinerante con ospiti a sorpresa); conduce  la guida naturalistica Stefano Zanini

Notturno Euganeo
sabato 24 giugno | Anfiteatro del Venda, Galzignano Terme
Ore 19:00 inaugurazione dell’installazione Segnatempi di Luca Vallese
Ore 21:30 CALICANTO in Notturno Euganeo
Concerto con la partecipazione di Corrado Corradi, Stefano Santangelo, Stefano Pettenella e dei gruppi di danze popolari Festa Continua e Ande, Cante e Bali

Visite guidate al festival
domenica 25 giugno | varie sedi
ore 10:00 visita guidata al festival con partenza da Torreglia e arrivo all’Anfiteatro del Venda
ore 12:30 degustazione di prodotti tipici presso azienda Ca’ Lustra
ore 16:00 visita guidata al festival e arrivo presso l’Anfiteatro del Venda
ore 18:30 degustazione di prodotti presso azienda Ca’ Lustra

Share



segreterialandonart@gmail.com
www.landonartfestival.com


Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

100 q 0,292 sec