Il 16 e 17 febbraio   
Capodanno Cinese 2018: Padova festeggia l’anno del Cane

Capodanno Cinese 2018: Padova festeggia l’anno del Cane


Reduce dal grande successo di pubblico dell'anno scorso, per festeggiare il Capodanno 2018una serie di appuntamenti ed eventi all'insegna del Nuovo Anno del Cane


La Festa di Primavera o Capodanno lunare in occidente generalmente nota al pubblico come Capodanno Cinese, è una delle più importanti e sentite festività tradizionali cinesi. La festa celebra l’inizio del nuovo anno secondo il calendario cinese; è festeggiata in moltissimi Paesi dell’Estremo Oriente ed è un momento molto atteso dalle innumerevoli comunità cinesi sparse in tutto il mondo.
Stando alla mitologia cinese, l’origine della Festa di Primavera viene fatta risalire a un’antica leggenda che narra come in tempi antichi vivesse in Cina un mostro chiamato Nian. Secondo la leggenda, il mostro Nian era solito uscire dalla sua tana una volta ogni 12 mesi per mangiare esseri umani; l’unico modo per sfuggire a questo tributo di sangue era spaventare il mostro, sensibile ai rumori forti e terrorizzato dal colore rosso.
Per questo motivo, sempre secondo la leggenda, ogni 12 mesi si è soliti festeggiare l’anno nuovo con canti, strepitii e l’uso massiccio del colore rosso. Un’eco di questa leggenda è rimasto nella rituale Danza dei leoni, una parata a ritmo battente di tamburi e cimbali, che sfila per le strade. I leoni avanzano per spaventare il mostro Nian. La Danza del drago invece celebra e invoca i benigni draghi cinesi, capaci di assicurare l’arrivo della fortuna.
Nei giorni che precedono l’arrivo del nuovo anno ci si dedica alla pulizia della casa: questo gesto ha il significato simbolico di spazzare via la sfortuna e gli accidenti dell’anno passato e preparare la casa per l’arrivo della fortuna nel prossimo. È pratica comune in molte regioni della Cina addobbare la casa con nastri ninnoli e lanterne, ovviamente di colore rosso.

Questa festa ha una storia di oltre 4000 anni e la sua origine è strettamente legata alla credenza nelle antiche divinità a cui si offrivano sacrifici durante il cambio dei cicli stagionali.
In ossequio ai dettami dell’astrologia cinese, ogni anno viene contrassegnato da un segno animale tra i dodici prescelti secondo un’antica leggenda del Buddha e da un elemento guida ( acqua, fuoco, aria, terra, metallo ). Il Cane, animale simbolo del Capodanno Cinese 2018, è l’undicesimo animale dello Zodiaco. Ogni anno e’ correlato ad un singolo animale che ritorna seguendo cicli di 12 anni.
I dodici animali dello Zodiaco sono nell’ ordine:  Topo, Bue, Tigre, Coniglio, Dragone, Serpente, Cavallo, Capra, Scimmia, Gallo, Cane e Maiale.

Programma eventi
Palazzo della Ragione
Dal 17 febbraio al 18 marzo 2018
Mostra “La Cina Segreta: la Città proibita e 4.000 anni di storia” a cura di Adriano Màdaro
Inaugurazione: 16 febbraio, ore 18.00
In esposizione una riproduzione di maestri ebanisti cinesi della Città Proibita, che risale  alla dinastia Ming, completata nel 1420. La città è circondata da 3 km di mura alte 7 metri e 90 cm, difesa da un fossato largo 52 metri e con quattro torri di guardia agli angoli, estesa su una superficie di 720 mila mq. Essa rappresentava il centro dell’Universo.
Durante l’inaugurazione alcune studentesse dell’Istituto Confucio saranno vestite con abiti tradizionali e intratterranno il pubblico suonando il guzheng, un antico strumento della tradizione musicale classica cinese appartenente alla famiglia delle cetre.
Info: orario 9 – 19, lunedì chiuso. Biglietti: € 6,00 intero; € 4,00 ridotto.

16 febbraio 2018, ore 17.00
Sala Paladin di Palazzo Moroni
Conferenza di Adriano Màdaro, sinologo
Conferenza propedeutica alla mostra

17 febbraio, ore 14.30
Padova-Centro Storico
“Danza del Drago” e “Danza dei Leoni”

Percorso: P.zza Garibaldi, Via Santa Lucia, Via Sauro, P.zza dei Signori, Via Monte di Pietà, Via Manin, P.zza delle Erbe, Liston, P.zza Cavour
Reduce dal grande successo di pubblico dell’anno scorso, per festeggiare il Capodanno 2018 all’insegna del Nuovo Anno del Cane, un grande dragone con leoncini ( figure tipiche del Capodanno cinese ) canti tradizionali e grandi tamburi animeranno le vie del centro storico cittadino.
In caso di maltempo solo questo evento tra quelli in programma potrà subire variazioni.
Alla fine del percorso esibizione di Taiji e Kung Fu davanti a Palazzo Moroni, accompagnata dalla tradizionale Danza dei Leoni.






Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

109 q 0,653 sec