4
  30/01/2019            20:30
Un concerto per dare voce al silenzio dei boschi veneti

Un concerto per dare voce al silenzio dei boschi veneti


A Padova l’iniziativa solidale delle donne di Coldiretti per #adottaunalbero


L’idea partita dalle imprenditrici agricole padovane guidate dalla emergente Valentina Galesso, ha subito contaminato le colleghe regionali e quelle del nazionale che hanno accolto l’iniziativa in un abbraccio solidale tutto rosa.

#adottaunbosco è la nuova sfida che sottoponiamo alla società civile – spiega Chiara Bortolas presidente regionale di Donne Impresa – il debutto sarà caratterizzato dalla esibizione canora di Chiara Luppi vincitrice di “The Voice of Italy” e del cantante Vittorio Matteucci artista ed interprete di musical insieme alla U.S. Band. Saranno loro a dare voce al silenzio delle foreste dell’Altopiano di Asiago, del Cadore e dell’Agordino al fine di raccogliere fondi per piantare abeti, pini e tutta la flora necessaria a ridare nuovamente linfa e ossigeno a quei luoghi”.

Inoltre c’è anche il coinvolgimento diretto delle scuole regionali attraverso il progetto di “Educazione alla Campagna Amica” che avrà una valenza particolarmente green quest’anno. Da oggi è disponibile un video che potrà essere proiettato in tutte le aule degli istituti per poter dare il proprio nome ad un abete rosso, un pino, un faggio da piantare nuovamente.

“Milioni di piante sono state abbattute durante l’ultima calamità che ha colpito la nostra terra a fine ottobre inizio novembre dello scorso anno – ricorda Bortolas – le province più segnate dal punto di vista ambientale sono Vicenza e Belluno. Coldiretti ha attivato un conto corrente in entrambi le sedi e promosso iniziative per coinvolgere i cittadini in operazioni di sensibilità verso queste aree che devono riprendere la loro quotidianità e gestire un’emergenza che ha bisogno di una task force organizzata per la sistemazione di strade, aziende e intere zone boschive atterrate. Ridare ai turisti e alla collettività la bellezza di certi paesaggi è una responsabilità che come agricoltrici sentiamo nostra guardando ad un futuro possibile di ricrescita del verde.

Per questo, come gruppo dirigente, abbiamo scelto di promuovere un evento che coinvolge famiglie, grandi e piccini. Fino ad ora in molti hanno dimostrato attenzione al tema aderendo con spirito di soccorso, sostenendo anche economicamente le nostre campagne di solidarietà. Insieme possiamo fare ancora di più. L’appello è rivolto a tutti i cittadini affinchè platea e galleria siano sold out per una giusta causa”

Share
Teatro Verdi,     Via dei Livello, 32, Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa

Biglietteria: da martedì a sabato 10:00-13:00 - 15:00 - 18:30 - info 049.87770213 - biglietti in vendita anche on line www.teatrostabileveneto.it Prezzi biglietti: Platea e Palco PPiano € 30,00 - Palco I e II ordine € 25,00 - Galleria € 15,00

Potrebbero interessarti anche

  • A Padova la bellezza non chiude mai

    A Padova la bellezza non chiude mai

    Sono tre i musei dell’Università di Padova (di Scienze Archeologiche e d’Arte, dell'Educazione e di Macchine “Enrico Bernardi”) che aprono gratuitamente al pubblico nel mese di luglio le loro collezioni.
  • Focus sulla Dieta Mediterranea

    Focus sulla Dieta Mediterranea

    La dieta mediterranea come migliore stile alimentare nel mondo è il tema del terzo Forum Intergenerazionale di Coldiretti Veneto.
  • PRIDE VILLAGE 2019

    PRIDE VILLAGE 2019

    Inizia il conto alla rovescia in vista del 14 giugno, quando alle 19.30 apriranno ufficialmente i cancelli della dodicesima edizione del Pride Village alla Fiera di Padova. Fino al 14 settembre, dal mercoledì al sabato, il festival dedicherà al proprio pubblico tre mesi intensi fatti di concerti, teatro, party esclusivi e divertimento.
  • Segnavie 9: Una “spinta gentile” per una crescita inclusiva

    Segnavie 9: Una “spinta gentile” per una crescita inclusiva

    È un approfondimento che certo interessa chiunque voglia migliorare le relazioni con gli altri, con l’obiettivo di superare incomprensioni e preconcetti, più o meno inconsci, che spesso frenano lo svilupparsi di dinamiche virtuose all’interno di un team o di un ambiente condiviso.


Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

129 q 0,451 sec