4
4 - 10 novembre, ore 21,30   
Next Generation Festival

Next Generation Festival


Sette spettacoli e quattro “corti teatrali” (studi di 20 minuti), tutte le sere, alle 21.30, da lunedì 4 a domenica 10 novembre sul palcoscenico dei Carichi Sopesi


I Carichi Sospesi di Padova, in collaborazione con Progetto Giovani, Miminiteatri di Rovigo, Questa Nave di Marghera-Venezia, SpazioOFF e Teatro Portland di Trento Il Piccolo Teatro Dante di Vittorio Veneto e Teatrino Zero di Spinea, organizzano la terza edizione di Next Generation Festival.
Si tratta di una selezione delle oltre 70 opere arrivate da tutta Italia per partecipare al Festival: un’occasione imperdibile per conoscere e apprezzare la professionalità e vivacità dell’offerta teatrale nazionale, anche quando calca i palcoscenici “off” e non gli Stabili. “La qualità delle piéce, infatti, è molto alta” – spiega Marco Caldiron, direttore dei Carichi Sospesi e membro della commissione di selezione – “Una giuria di esperti, rappresentanti dei teatri veneti e una giuria popolare, definita con Progetto Giovani, decreterà lo spettacolo migliore a cui verrà assegnato un premio di 1000 euro e la possibilità di essere rappresentato a Padova, Rovigo, Venezia, Trento e Spinea”.
Si inizia lunedì 4, ore 21.30 con “Abbandonare Didone” della Compagnia del Singhiozzo, dove l’intera corte della perfida Regina è al suo servizio per in-trattenere Enea, che non deve partire, e con lui il pubblico, spettatore di inganni, proiezioni, fantasie di gloria e di caduta. Martedì 5 si cambia umore, con il Teatro Instabile di Aosta in “Quintetto”, per decifrare in modo irriverente la magia del numero 5, simbolo della vita universale, dell’individualità umana, di volontà, l’intelligenza, ispirazione e genio. Si prosegue mercoledì con lo spettacolo “Diss(è)nten di Vico Quarto Mazzini e lo studio “Love SOS” di Carolina Carnetti; giovedì show tragicomico e poetico sulla famiglia dal titolo “Maifemili” di e con Giorgia Goldini; venerdì un ritratto di sofferenza,, azione e reazione nella piéce “Maria Addolorata” del c&c, a cui segue lo studio I Mole People del Gruppo di Teatro Campestre; sabato, in prima nazionale, “Tremori” della compagnia bolognese Teatro dei Venti e lo studio “Freeze” di Cinzia Pietribiase; Ultima sera, domenica con “Save the word” di Iocchi32 e lo studio di s/t teatro “indside the Box”.
Ingresso per 1 serata 8 euro; 3 serate a scelta 20 euro; 7 serate 3 euro. Inizio spettacoli h 21.30 ingresso riservato ai soci ARCI

Share
Carichi Sospesi,     vicolo Portello 12, Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa



Potrebbero interessarti anche

  • A Padova la bellezza non chiude mai

    A Padova la bellezza non chiude mai

    Sono tre i musei dell’Università di Padova (di Scienze Archeologiche e d’Arte, dell'Educazione e di Macchine “Enrico Bernardi”) che aprono gratuitamente al pubblico nel mese di luglio le loro collezioni.
  • Giardini Sospesi 2019

    Giardini Sospesi 2019

    Torna a Padova l’appuntamento estivo che fa rivivere le mura antiche con il teatro contemporaneo.
  • PRIDE VILLAGE 2019

    PRIDE VILLAGE 2019

    Inizia il conto alla rovescia in vista del 14 giugno, quando alle 19.30 apriranno ufficialmente i cancelli della dodicesima edizione del Pride Village alla Fiera di Padova. Fino al 14 settembre, dal mercoledì al sabato, il festival dedicherà al proprio pubblico tre mesi intensi fatti di concerti, teatro, party esclusivi e divertimento.
  • Segnavie 9: Una “spinta gentile” per una crescita inclusiva

    Segnavie 9: Una “spinta gentile” per una crescita inclusiva

    È un approfondimento che certo interessa chiunque voglia migliorare le relazioni con gli altri, con l’obiettivo di superare incomprensioni e preconcetti, più o meno inconsci, che spesso frenano lo svilupparsi di dinamiche virtuose all’interno di un team o di un ambiente condiviso.


164 q 0,161 sec