30/01/2018            21:00
Io non sono un gabbiano

Io non sono un gabbiano


Al Ridotto del Teatro Verdi di Padova, il Teatro Stabile del Veneto porta sul palco la compagnia milanese Oyes e il suo "Io non sono un gabbiano", una rivisitazione del dramma di Cechov.


Va in scena al Ridotto del Teatro Verdi di Padova il secondo spettacolo selezionato nell’ambito di NEXT – Laboratorio delle idee per la produzione e la distribuzione dello spettacolo dal vivo.

Dopo Ritratto di donna araba che guarda il mare, l’appuntamento questa volta è con Io non sono un gabbiano, una produzione di Óyes, giovane compagnia milanese che nasce dall’incontro di nove ex-allievi dell’Accademia dei Filodrammatici, presente anche nella selezione dell’anno scorso con Vania.

Al centro della vicenda di Io non sono un gabbiano, drammaturgia collettiva che prende le mosse da Il gabbiano di Cechov, c’è un giovane che vuole fare di una passione la sua professione, dimostrando alla comunità che lo sa fare bene. Vuole stupire chi ama, colpire chi odia, attirare l’attenzione di chi non lo considera. Nella rivisitazione di Óyes del classico cechoviano è sempre l’amore a dominare le relazioni e i conflitti tra i personaggi, un amore inquinato dal bisogno di essere considerati e apprezzati, tra narcisismo e rappresentazione, un amore performativo che reclama attenzione e originalità. Sembra che i personaggi di questa commedia facciano di tutto per non essere felici, come se ci fosse una inesorabile tensione al fallimento. I pochi che provano a togliersi la morte di dosso risultano patetici, ridicoli o si scoprono già morti. Non sarà né il successo ne l’illusione di una vita migliore a salvarli dalla melma in cui galleggiano. Forse solo la consapevolezza, la capacità di sopportare una vita infelice, mettendo da parte quei sogni di gloria così tremendamente vivi in gioventù. Un quadro spietatamente tragicomico di una società devitalizzata senza azione e senza speranza.

NEXT è un ambizioso progetto della Regione Lombardia, sostenuto dalla Fondazione Cariplo e organizzato dall’AGIS Lombarda, che il Teatro Stabile del Veneto ha scelto di sostenere per il secondo anno consecutivo allo scopo di facilitare la circuitazione in ambito nazionale di spettacoli realizzati da compagnie Under 35.

Compagnia: Óyes

Io non sono un gabbiano
Drammaturgia collettiva
ispirata a Il gabbiano di Anton Čechov

Con Camilla Pistorello, Camilla Violante Scheller, Francesco Meola,Umberto Terruso, Dario Merlini, Dario Sansone, Fabio Zulli, Daniele Crasti

Ideazione e regia Stefano Cordella

 

Share
Teatro Verdi,     Via del Livello 32, Padova

Biglietti: interi 10.00 €, ridotti 8.00 € (abbonati del TSV, età inferiore ai 26 e superiore a 65 anni e le altre riduzioni concesse) Tel. 049 8777011 - 049 8777213

info.teatroverdi@teatrostabileveneto.it
www.teatrostabileveneto.it


Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

98 q 0,384 sec