81
  24/04/2019           
Risvegli 2019. La primavera scientifica all’Orto botanico

Risvegli 2019. La primavera scientifica all’Orto botanico


L'Orto botanico accoglie l'arrivo della primavera con la quarta edizione di Risvegli: il festival che l'Università di Padova dedica alla scienza e alla cultura, nell'ambito del palinsesto di eventi Universa.


Dopo il successo dell’edizione 2018, che ha visto la partecipazione di più di dodicimila persone, Risvegli ritorna con cinque giornate di teatro, musica, incontri, conferenze, visite guidate, laboratori e giochi durante i quali compiere insieme al pubblico uno straordinario viaggio nel tempo, alla scoperta del Pianeta che verrà.
Scienziati, conferenzieri, artisti e ospiti di rilievo internazionale contribuiranno a puntare
l’attenzione sui tanti temi legati al futuro della Terra: dal riscaldamento globale alle nostre
possibilità di intervento, dall’uso consapevole delle risorse naturali alle nuove energie che possiamo
mettere in campo.

Risvegli 2019. La primavera scientifica all’Orto botanico
Natura, scienza, arte.
Un viaggio nel tempo alla scoperta del Pianeta che verrà.
SPETTACOLI – Cartellone diurno
ATTIVITÀ GRATUITA / prenotazione obbligatoria
A qualcuno piace caldo / Stefano Caserini
mercoledì 24 aprile, ore 17.30
Orto botanico – Auditorium
Un’originale conferenza-spettacolo racconta il cambiamento climatico. La musica dei film di Wilder e il jazz di Ellington, Evans e Petrucciani accompagnano l’analisi delle concentrazioni di gas serra, delle temperature del pianeta e della riduzione dei ghiacci in uno spettacolo che invita a riflettere sulle questioni ecologiche nella nostra vita quotidiana.
ATTIVITÀ COMPRESE NEL BIGLIETTO D’INGRESSO ALL’ORTO / prenotazione obbligatoria
Musica dei nostri mari / in collaborazione con Veneto Jazz
giovedì 25 aprile, ore 17
Orto botanico – spettacolo all’aperto nel Giardino della biodiversità / Auditorium in caso di maltempo

La straordinaria voce di Carmen Souza e il talento dei tunisini Amine & Hamza Trio protagonisti di uno straordinario concerto all’aperto in cui risuonano ritmi e musiche dei nostri mari. Le sonorità caldamente mediterranee del trio nord-africano apprezzato in tutto il mondo e l’identità meticcia dell’artista portoghese, in cui trovano nuove forme l’eredità e la memoria capoverdiane.
Astolfo sulla Luna / Teatro della Tosse
venerdì 26 aprile, ore 15
Orto botanico – Auditorium
La fantastica storia dell’Orlando Furioso raccontata attraverso gli occhi di un istrionico
Astolfo. Il paladino a cui Ariosto ha affidato le avventure più incredibili e prodigiose, come un trovatore medievale, dà voce e corpo a decine di personaggi, accompagnando gli spettatori grandi e piccini in un viaggio ricco di incontri strabilianti e magia.

La gabbianella e il gatto / Federica Sassaroli
domenica 28 aprile, ore 15
Orto botanico – Auditorium
Attraverso le capacità espressive del corpo e della voce vengono presentati sul palco tutti i
personaggi di un classico della letteratura. Lo spettacolo prevede la partecipazione attiva
del pubblico di bambini.

Storie d’acqua: meditazione sul clima / Gabriele Vacis e Christian Burruano
domenica 28 aprile, ore 17.30
Orto botanico – Auditorium
Acqua del Mediterraneo, acqua del Polesine, acqua dello Tsunami, acqua dei mille posti
attraversati o inondati, più o meno conosciuti: vicende terribili, dalle quali chi è riuscito a sopravvivere ha ricavato una nuova consapevolezza della precarietà umana. Uno spettacolo che racconta l’acqua come metafora della vita e simbolo di sorpresa e rinascita.

SPETTACOLI – Cartellone serale
ATTIVITÀ A PAGAMENTO / prenotazione obbligatoria
La solitudine del Premio Nobel la sera prima della cerimonia / Laura Curino
giovedì 25 aprile, ore 21
Sala dei Giganti – Piazza Capitaniato
Il professor Witzocker, svegliato nel suo letto all’alba dalla telefonata dell’Accademia delle
Scienze di Svezia che gli annuncia il premio Nobel, muore d’infarto.
Sua moglie Mara si trova costretta a sostituirlo nella tradizionale cerimonia di Stoccolma ma
trova un errore nel lavoro del marito. Che fare? Confessare tutto e rinunciare al premio,
danneggiando la memoria del consorte, o sperare che l’attento uditorio di Stoccolma nonsi
accorga dello sbaglio?
Concerto per un’eclissi di Luna / Piccola Orchestra Lumiere
venerdì 26 aprile, ore 21
Sala dei Giganti – Piazza Capitaniato

Un evento spettacolo per celebrare i cinquanta anni dallo sbarco sulla Luna, con una colonna sonora originale. Cinquanta minuti di musiche onirico-evocative. Danza e avventure poetiche da Cyrano a Calvino, da Buzzati ad Ariosto.
Io, Leonardo da Vinci – Vita segreta di un genio ribelle / Massimo Polidoro
sabato 27 aprile, ore 21
Orto botanico – Auditorium
Il ritratto di un uomo con pregi e difetti, grandi ambizioni e fortune alterne, che grazie al suo
spirito curioso riesce a superare i propri umanissimi limiti. Massimo Polidoro porta in scena
un Leonardo segreto e attraverso parole, citazioni ed evocazioni, accompagna il pubblico alla scoperta della biografia straordinaria e inedita di un genio.
CONFERENZE AL TEATRO BOTANICO
ATTIVITÀ CON INGRESSO GRATUITO / prenotazione consigliata
Salviamo la biodiversità
giovedì 25 aprile, ore 11
Biodiversità vegetale spontanea, coltivata e animale. Una conferenza sul grande tema della conservazione della biodiversità, affrontato attraverso gli interventi della botanica Mariacristina Villani (Orto botanico di Padova), dell’esperto agrario Michele Giannini (Veneto Agricoltura), e dello zoologo Cesare Avesani Zaborra (Parco Natura Viva).

Come le piante cambieranno il mondo
venerdì 26 aprile, ore 11
Barbara Mazzolai, la scienziata che ha inventato il primo robot della storia ispirato al mondo delle piante ci conduce in un’appassionante riflessione sul rapporto tra la tecnologia e il mondo vegetale, per mostrarci come la Natura sia una inesauribile fonte di modelli a cui guardare per sviluppare nuove soluzioni tecnologiche.
Gli esploratori della natura
sabato 27 aprile, ore 11
I biologi evoluzionisti Dario Maestripieri ed Alessandro Minelli ripercorrono le esplorazioni, le intuizioni e le scoperte di Darwin e von Humboldt, esplorando anche gli ambiti meno noti del loro pensiero. Una riflessione a due voci sul profilo dei due grandi naturalisti e sulla modernità del loro contributo alla scienza e alla società del presente. Modera il giornalista scientifico Pietro Greco.

Un mare di invenzioni
sabato 27 aprile, ore 15
Il padre di Martin Mystère, un fisico e fumettista e una biologa marina. Un insolito trio alle prese con l’ecosistema marino. Alfredo Castelli, Andrea Romoli e Mariella Rasotto sono i protagonisti di una conferenza in cui la creatività del mondo del fumetto soccorre la scienza nella ricerca di una soluzione all’inquinamento dei nostri mari.
CONFERENZE ALL’AUDITORIUM
ATTIVITÀ COMPRESE NEL BIGLIETTO DI INGRESSO ALL’ORTO BOTANICO /
prenotazione consigliata
Di Terra e di acqua: un viaggio nel tempo e nello spazio
venerdì 26 aprile, ore 17.30

Passato, presente e futuro della Terra letti attraverso il rapporto dell’uomo con la sua principale risorsa: l’acqua. Ne discutono con il filosofo della scienza Telmo Pievani l’astrofisico Enrico Flamini e il geografo Pierpaolo Faggi.
Ecologia vs energia?
Dal sogno di Greta ad uno sviluppo in armonia con la Terra
sabato 27 aprile, ore 17.30
L’ecologo Guido Chelazzi e il divulgatore Andrea Vico, moderati dalla giornalista economica
Roberta Carlini, compiono un viaggio negli straordinari archivi del Pianeta, raccontando la
scoperta e lo sfruttamento delle risorse energetiche dal Paleolitico a oggi. Un punto di par-
tenza per una riflessione sul contributo quotidiano che ciascuno di noi può dare nell’utilizzo
responsabile delle risorse della Terra.

LABORATORI E GIOCHI
ATTIVITÀ COMPRESE NEL BIGLIETTO D’INGRESSO ALL’ORTO BOTANICO /prenotazione consigliata
Allarme alieni!
A cura di ISPRA
6-13 anni / max 25 persone per turno
Cosa sappiamo delle specie aliene invasive? Alcune delle più famose storie di invasioni e
una caccia al tesoro speciale per imparare giocando di che alieni parliamo e quali effetti
possono avere sul nostro ambiente.
da giovedì 25 a domenica 28 aprile / ore 10.30, 12, 15, 16.30
Botanici su Marte
A cura di Pleiadi
5-12 anni / max 25 persone per turno
Coltivare fiori in terrazzo e rose in giardino è semplice. Bastano semi, terra, un po’ di acqua
e luce e il gioco è fatto. Ma se l’irraggiamento cambiasse e non avessimo acqua? Come
sarebbe coltivarli su Marte?
da giovedì 25 a domenica 28 aprile
ore 10, 11.30, 14, 15.30, 17
Come un albero
A cura di Rossana Bossù
5-8 anni / max 20 persone per gruppo
Una lettura-laboratorio per i più piccoli, in cui dopo la lettura del libro Come un albero i bambini si cimenteranno con una delle azioni compiute dal protagonista del libro. Un’esperienza tutta da disegnare, colorare, ritagliare e incollare!

domenica 28 aprile, ore 14.30 e 16
Game over?
A cura degli studenti del corso di Divulgazione e museologia naturalistica
Dai 14 ai 99 anni / max 25 persone per gruppo
Mettiti in gioco, vesti i panni di un governante che con le sue azioni può decidere le sorti del
Pianeta. Un appuntamento per giovani e adulti.
giovedì 25, sabato 27 e domenica 28 aprile, ore 16.30
Il mondo che verrà
A cura di Pleiadi
5-12 anni / max 25 persone per turno
Una scatola piena di mappe e oggetti che arriva dal futuro e un’indagine appassionante da
portare avanti a colpi di scienza! Perché il mondo del secolo prossimo è cambiato? Perché
gli oceani non hanno barriere coralline e il clima è più caldo?
giovedì 25, sabato 27 e domenica 28 aprile / ore 10, 11.30, 14.30, 16, 17.30
venerdì 26 aprile / ore 10, 11.30, 14, 16, 17.30

Indovina la pianta

A cura degli studenti del corso di Divulgazione e museologia naturalistica
5-12 anni / max 25 persone per gruppo
Sei pronto a mettere alla prova i tuoi sensi e a riconoscere una pianta senza guardarla? Un
viaggio guidato alla scoperta di piante e spezie da tutto il mondo.
da giovedì 25 a domenica 28 aprile / ore 12
La natura disegnata
A cura di Emanuela Bussolati
5-12 anni / max 25 persone per gruppo
Ma davvero la mela ha la foglia attaccata al picciolo? Tutti i fiori hanno i petali rotondi? Forse non abbiamo guardato bene e da vicino come stanno le cose. Il disegno diventa uno strumento meraviglioso per esplorare la natura, nel più antico orto botanico al mondo.

venerdì 26 aprile, ore 14.30 e 16.30
Leonardo ne faceva di tutti i colori
A cura di Aboca Museum
8-12 anni / max 25 persone per turno

Leonardo non era solo un genio, un artista, uno scienziato, era soprattutto un grande sperimentatore! Tutte le sue grandi idee e progetti vengono dall’osservazione attenta della natura, degli animali, delle piante. Tra colori, estratti ed esperimenti vestiremo i suoi panni,firmando alla sua maniera le nostre opere con un inchiostro fatto con le nostre mani.
giovedì 25 e venerdì 26 aprile / ore 9.30, 11, 14.30, 16, 17.30
sabato 27 aprile / ore 9.30 e 11
Natura a colori
A cura degli studenti del corso di Divulgazione e museologia naturalistica
4-7 anni / max 25 persone per gruppo
Sai che puoi creare una tavolozza infinita di colori solo con elementi naturali? Sperimenta
con noi e scopri come estrarre tinture naturali dalle piante.
da giovedì 25 a domenica 28 aprile / ore 10:30
Plastiche per il futuro
A cura degli studenti del corso di Divulgazione e museologia naturalistica
7-13 anni / max 25 persone per gruppo
Esiste un’alternativa ai materiali che usiamo ogni giorno? Un laboratorio per scoprire come ottenere un materiale sorprendentemente simile alla plastica, ma alternativo e biodegradabile.

giovedì 25, sabato 27 e domenica 28 aprile / ore 14
Salviamo il Pianeta!
A cura degli studenti del corso di Divulgazione e museologia naturalistica
Dai 6 ai 99 anni / max 20 persone per gruppo
Uno spettacolo itinerante per tutte le età in compagnia di un giovane arrivato dal futuro,
tappa dopo tappa, alla ricerca della chiave per salvare il destino del Pianeta.
da giovedì 25 aprile a domenica 28 aprile / ore 11

ATTIVITÀ PER TUTTA LA FAMIGLIA
ATTIVITÀ COMPRESE NEL BIGLIETTO D’INGRESSO ALL’ORTO BOTANICO

senza prenotazione
Giardinieri per un giorno
Tra orchidee e piante carnivore i giardinieri dell’orto botanico più antico del mondo guidano
i visitatori alla scoperta dei mille segreti per coltivare una pianta e degli ecosistemi in cui vivono.
da venerdì 26 a domenica 28 aprile, ore 10-13 e 14-19
Il Pianeta che verrà… lo vorrei con gli avvoltoi!
A cura del Parco Natura Viva
Un gioco da tavolo per imparare a conoscere le quattro specie di avvoltoi che frequentano
le nostre Alpi: le loro abitudini alimentari, a volte davvero insolite, le curiosità e le ragioni per
cui sono così importanti per il nostro Pianeta.
giovedì 25 aprile, ore 10-13 e 14-17
sabato 27 e domenica 28 aprile, ore 14-17
Il puzzle della natura
A cura degli studenti del corso di Divulgazione e museologia naturalistica
Una postazione continua per imparare con le forme, associando la struttura di un fiore alla
famiglia a cui appartiene.
dal 25 al 28 aprile, dalle 10 alle 19
La ruota del tempo
Un gioco a due per viaggiare nel tempo e scoprire come si immaginavano il futuro gli uomini e le donne delle epoche passate. Un’esperienza che, a partire da oggetti e piccoli macchinari, racconta le attese e i timori sul futuro di chi ci ha preceduti.

dal 25 al 28 aprile, dalle 10 alle 19
La stanza ecologica
La nostra vita è circondata da oggetti. Magliette, penne, fogli di carta. Ma che effetti hanno
la produzione e il trasporto di ciascuno di essi in termini di risorse? Un exhibit interattivo per scoprire quanto pesano sul Pianeta le cose di cui ci circondiamo ogni giorno.
dal 25 al 28 aprile, dalle 10 alle 19
Sos ghiacci
A cura di WWF
Pinguini, foche e orsi polari di peluche a grandezza naturale ricompongono l’habitat di Artide
e Antartide per raccontare le conseguenze del cambiamento climatico sulle specie animali
che ci vivono.
dal 25 al 28 aprile, dalle 10 alle 18
Viaggiatori nel tempo e nello spazio
A cura degli studenti del corso di Divulgazione e museologia naturalistica
Una caccia al tesoro attraverso l’Orto, alla scoperta dei più grandi viaggi che hanno visto
protagonisti donne e uomini di tutti i tempi.
dal 25 al 28 aprile, dalle 10 alle 19

ARTE E NATURA / Radici al vento, testa nella terra
Costruita con il legno degli alberi travolti dal disastro di fine ottobre 2018 – abeti rossi, faggi,
larici, frassini, tigli e noccioli – una grande installazione dell’architetto Michele De Lucchi vola
sospesa sopra a uno specchio d’acqua che rimanda al mare maldestramente surriscaldato dagli effetti dell’inquinamento atmosferico. Un albero totem, realizzato in collaborazione con Arte Sella, che simbolicamente ridà dignità e forma a quei 14 milioni di alberi abbattuti nel giro di poche ore, molti dei quali testimoniavano secoli di storia del mondo: per ricordare che ogni albero è vita e speranza di futuro.
VISITE GUIDATE
Visita guidata all’Orto botanico
Attività a pagamento / prenotazione tel. 049 8273939
Dal 24 aprile al 28 aprile, ore 11, 11.30, 15, 16, 17
Visita all’Erbario
Attività compresa nel biglietto di ingresso all’Orto / su prenotazione
Venerdì 26 e sabato 27 aprile, ore 15 e 16.30
Visita alla Biblioteca dell’Orto botanico
Attività gratuita / su prenotazione
Sabato 27 aprile, ore 10, 10.45, 11.30, 12.15, 14, 14.45, 15.30, 16.15, 17.

Share
Orto Botanico,     Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa





Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

191 q 0,169 sec