09/10/2017              21:00
3 Solos

3 Solos


Per il Padova Jazz Festival spettacolo formato da tra diverse esibizioni in solo che avranno per protagonisti il chitarra Francesco Diodati, il sassofonista Piero Bittolo Bon e il percussionista Francesco Cigana


“The New Vision”

Three Solos
Francesco Diodati “Inner Voice”
Francesco Diodati (chitarra), Luca Silvestri (live visual)
Piero Bittolo Bon “Spelunker”
Piero Bittolo Bon (sax), Luca Silvestri (live visual)
Francesco Cigana “Future Ritual”
Francesco Cigana (percussioni), Luca Silvestri (live visual)

Lunedì 9 ottobre prendono ufficialmente il via i concerti in teatro del Padova Jazz Festival, che proseguirà per tutta la settimana sino a sabato 14. Sarà un’edizione speciale per celebrare il traguardo del ventennale, con una variegata programmazione live suddivisa tra teatri, club e decine di locali. Le prime due serate si terranno alla sala 8 del Cinema Porto Astra, con inizio alle ore 21, e saranno dedicati alle proposte musicali più innovative. Sotto il marchio “The New Vision” sul palco del Porto Astra sfileranno giovani musicisti desiderosi di percorrere nuovi territori sonori. Lunedì 9 si inizierà con un originale spettacolo formato da tra diverse esibizioni in solo che avranno per protagonisti il chitarra Francesco Diodati, il sassofonista Piero Bittolo Bon e il percussionistaFrancesco Cigana. Tutti e tre saranno affiancati dalle proiezioni del visual artist Luca Silvestri, in attesa del finale di serata che vedrà tutti e tre gli improvvisatori riuniti assieme.

Il Padova Jazz Festival è organizzato dall’Associazione Culturale Miles presieduta da Gabriella Piccolo Casiraghi, con il contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova.

In Three Solos, tre artisti presentano la loro visione musicale in dimensione solistica, affrontando con il loro strumento le modificazioni e gli ampliamenti sonori dovuti all’elettronica. Sfruttando lo schermo cinematografico presente in sala, il visual artist Luca Silvestri accompagnerà i tre set fornendo una cornice visiva immaginifica. Il finale della serata vedrà i tre musicisti condividere il palco per un’improvvisazione collettiva.

Con il suo quartetto Neko, Francesco Diodati ha messo sul piatto una musica graffiante, dalle sonorità futuristiche, i ritmi scheggiati, gli spazi sonori tappezzati dall’elettronica: ascolti visionari le cui tracce si ritrovano facilmente anche nella dimensione della performance in solo. Diodati si sta facendo largo ben al di là della scena italiana: la sua musica è infatti ormai di casa anche nel resto d’Europa e negli Stati Uniti, e l’intervento della sua chitarra è stato richiesto da artisti del calibro di Bobby Previte, Jim Black ed Enrico Rava.

La performance in solo di Piero Bittolo Bon esplora, letteralmente, l’interno del suo strumento, estraendo dal sax possibilità timbriche inaudite e capaci di aprire nuove strade al linguaggio improvvisativo. “Spelunker” è un’esperienza sonora ipnotica, in cui anche gli aspetti più convenzionali del sax vengono ridefiniti grazie alle nuove potenzialità offerte da un processo di ‘aumentazione’, ottenuto tramite un sistema di microfoni concepito dallo stesso Piero Bittolo Bon. “Spelunker” è stato apprezzato a livello internazionale, dalla Germania agli Stati Uniti, e ha dato modo a Bittolo Bon di suonare assieme a Steve Lehman, Gino Robair, Lukas Ligeti.

 

La performance di Francesco Cigana attinge ispirazione e materiale tematico dalle musiche rituali percussive, ricontestualizzando stilemi e forme antiche con tecniche contemporanee legate alla musica d’avanguardia. Si assiste così alla creazione di un nuovo rito, forgiato tramite l’improvvisazione, la ricerca timbrica, la gestualità, e trasmutato attraverso l’utilizzo del live sampling.

Cinema Porto Astra,     via S. Maria Assunta 20, Padova
Concerto al Cinema Porto Astra: posto unico non numerato 7 euro. Prevendite online: www.portoastra.it Info Tel.: 347 7580904

festival@padovajazz.com


Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

107 q 0,326 sec