5
25 giornate tra maggio e dicembre   
Paesaggi Inattesi

Paesaggi Inattesi


Undici attività dedicate agli abitanti del quartiere 3 A, programmate in 25 giornate tra maggio e dicembre, con la partecipazione di sette artisti pluridisciplinari e multimediali.


Dopo l’edizione pilota del progetto, Tam Teatromusica restituisce e riporta al Quartiere 3 A il patrimonio delle esperienze e la rete relazionale sperimentate nel 2019. L’iniziativa dispone “paesaggi inattesi” del quartiere -nel rispetto del distanziamento sociale- alla ricerca di valori precisi come fiducia, reciprocità e nuove socialità, scegliendo di dare vita a opportunità creative culturali per bambini, ragazzi, famiglie, insegnanti ed educatori.

Un progetto ambizioso, organizzato da Tam Teatromusica, realizzato con il Contributo del Comune di Padova nell’ambito del progetto “LA CITTÀ DELLE IDEE 2020-2021”, in collaborazione con Il Tavolo di Coordinamento Territoriale Stanga e la Consulta del quartiere 3 A.

IL PROGETTO
Come indicato “PAESAGGI INATTESI. Fiducia, reciprocità, esperienze di benessere al quartiere 3A” intende ampliare la relazione attiva con e concreta con gli abitanti del Quartiere 3 A offrendo attività ed esperienze creativo-culturali, organizzate nel tempo libero e nell’orario scolastico in modo intergenerazionale (bambini, adulti, anziani). In alcuni casi saranno consolidati alcuni dei percorsi già realizzati nel 2019, in altri casi si cercheranno nuove vie di dialogo attraverso dinamiche proprie del fare artistico.

Tra gli obiettivi vi sono la creazione di azioni creative che coinvolgano le immagini, la pittura, le parole e i suoni; inoltre l’avvicinamento alla sensibilità ambientale e la consapevolezza delle aree verdi del quartiere attraverso laboratori, spettacoli teatrali e camminate. Infine, il potenziamento del ruolo sociale dell’Atelier Panzuto, luogo dell’incontrarsi, dello stare insieme, del creare e dell’esprimere, del capire e dell’imparare.

LA RETE DEL PROGETTO
La rete di soggetti e luoghi coinvolti è ampia ed eterogenea. L’ente capofila del progetto è Tam Teatromusica, mentre i partner sono: Associazione Assais, Associazione Cikale, Fondazione IRPEA, Associazione NOI – Parrocchia San Pio X, Scuola dell’Infanzia San Pio X. Il progetto è realizzato in collaborazione con la Consulta 3 A Nordest, Comitato Provinciale UNICEF Padova, Centro delle Famiglie Stanga di Via Maroncelli, il Tavolo di Coordinamento Stanga e il VII Istituto Comprensivo.

I luoghi coinvolti saranno l’Atelier Panzuto e la zona del Pescarotto, inoltre Mortise, Torre, via Maroncelli e le zone verdi.

LE ATTIVITA’ PREVISTE
Il progetto PAESAGGI INATTESI. Fiducia, reciprocità, esperienze di benessere al quartiere 3° è strutturato in diverse attività.

A inaugurare il ciclo di eventi è stato il laboratorio MUSICA E COCCOLE, un giocoso percorso relazionale tra bambini dagli 8 ai 36 mesi di età e i loro genitori, il cui strumento principale è la musica, concepita in stretta relazione con la corporeità. Fino al 3 luglio, ogni sabato mattina, attraverso filastrocche e ninna nanne, i genitori verranno guidati nell’apprendimento e quindi nell’insegnamento ai propri figli del linguaggio musicale, affinché queste tappe fondamentali diventino dei momenti di vero dialogo sonoro. Ogni appuntamento, della durata di circa 40 minuti, è a cura di Elena Perdoncin (Cikale Operose).

Per domenica 13 giugno, in collaborazione con la Consulta di Quartiere 3 A, è stato organizzato BAMBINI E ADULTI CAMMINANO INSIEME. Un percorso a piedi attraverso aree note e meno note del territorio, una camminata alla scoperta dei luoghi significativi dell’argine del Brenta a Torre, per condividere con bambini e adulti informazioni legate agli aspetti naturalistici del paesaggio e contenuti che rimandano alla memoria di quei luoghi. Il percorso a piedi sarà l’occasione per scoprire o ri-scoprire, attraverso uno sguardo consapevole, la ricchezza del paesaggio naturalistico dell’argine del Brenta a Torre, ma anche i segni ancora presenti che raccontano la trasformazione vissuta da quei luoghi nel corso del tempo.

Ultimo appuntamento prima della pausa estiva, sabato 24 luglio alle ore 19, una serata multietnica presso l’Atelier Panzuto. L’Associazione Assais presenterà un intervento musicale danzato a cui seguirà lo spettacolo LE MILLE E UNA NOTTE. Breve viaggio sul fiume delle storie, una visione fantastica legata allo stupore della trasformazione di e con Antonio Panzuto.

Le attività riprenderanno quindi a fine Agosto con due incontri dedicati ai bambini dai 7 agli 11 anni. Il laboratorio COMUNICARE SENZA PAROLE. Pomeriggi d’arte per bambini di Michele Sambin (Tam Teatromusica) mira a mostrare la forza della comunicazione artistica, capace di dire cose che le parole non riescono a fare. Il punto di partenza sarà l’esperienza dell’artista e i linguaggi utilizzati nel suo percorso artistico (immagine, suono, pittura, video, teatro). “Giocando” insieme sarà possibile scoprire nuove modalità espressive: dipingere con la luce, imitare gli animali, suonare strani oggetti… conoscersi. L’appuntamento è per venerdì 27 e sabato 28 agosto, alle 15.30, in Atelier Panzuto.

A metà settembre inizierà MUSICOTERAPIA PER ABILITA’ DIVERSE, un ulteriore percorso di musicoterapia dedicato a un gruppo di adulti disabili, ospiti della Fondazione IRPEA. La musicoterapia, integrata al percorso dei centri di assistenza, è in grado di arricchirne l’esperienza espressiva e comunicativa, di catturare l’attenzione e stimolare il coordinamento motorio. Il percorso laboratoriale si compone di 6 incontri della durata di un’ora con cadenza settimanale, a cura di Elena Perdoncin (Cikale Operose).

Per concludere il mese di settembre, invitiamo i ragazzi dagli 11 ai 14 anni e i loro familiare a partecipare a un incontro pomeridiano sul tema attualissimo dei social network. AMICI VIRTU@LI ha l’obiettivo di sensibilizzare adolescenti e genitori attraverso una conoscenza critica di queste forme di comunicazione, comprendendone i meccanismi e le dinamiche. L’appuntamento a cura di David Conati (Cikale Operose) si svolgerà presso il Centro Parrocchiale NOI Patronato Pio X, giovedì 30 settembre dalle ore 18 alle 20.

Contemporaneamente, sarà possibile giocare con AND/DNA. Nuove forme di identità, un’installazione ludico- interattiva di Alessandro Martinello (Tam Teatromusica) per ragionare sul concetto di identità personale, fisica e sociale attraverso l’utilizzo di tecnologie interattive.

Agli insegnanti è dedicato SCRITTURE E RISCRITTURE. Tecniche di scrittura e narrazione, in programma nei mesi autunnali. I docenti iscritti, opportunamente guidati, giocheranno con la lettura e la scrittura, scoprendo che le difficoltà del linguaggio non sono sempre insormontabili, e che scrivere non è solo utile e liberatorio, ma è soprattutto divertente. L’incontro è a cura di David Conati e Gianluca Passarelli (Cikale Operose), mentre la data e il luogo sono in fase di definizione.

David Conati e Gianluca Passarelli (Cikale Operose) dedicano quindi agli alunni della scuola primaria di secondo ciclo il laboratorio COSTRUIRE UNA GUIDA DEL QUARTIERE. Il percorso, costituito da un incontro introduttivo per gli insegnanti (lunedì 27 settembre) e tre incontri per gli alunni (lunedì 11 ottobre, 8 novembre e 6 dicembre), mira a insegnare come raccontare il quartiere con gli elementi di una guida completa.

Nel mese di ottobre sarà organizzato l’ultimo laboratorio: SETTE VOLTE ALBERO. I 4 incontri sono pensati per far riflettere i bambini tra i 6 e i 9 anni sull’importanza del patrimonio ambientale, utilizzando i linguaggi del teatro e della letteratura. Dalla dimensione di ascolto e dalle suggestioni poetiche dei brevi racconti teatralizzati messi in scena da Flavia Bussolotto e Alessandro Martinello (Tam Teatromusica), prenderanno spunto le azioni ludiche con i bambini. Gli appuntamenti saranno i sabato e le domeniche nei parchi del Quartiere 3A.

A conclusione del ricco programma, HO UN PUNTO FRA LE MANI, lo spettacolo di Tam Teatromusica che trae ispirazione da alcune suggestioni di uno dei pittori più emblematici del Novecento. Per Kandinskij ogni colore ha un suo odore, sapore, suono, così un punto, una linea o un triangolo. I colori sono capaci di richiamare un’emozione, un suono, addirittura uno strumento musicale. In scena, in un gioco di videoproiezioni, un dialogo serrato tra il tecnico-pittore Alessandro Martinello e l’attrice Flavia Bussolotto.

Share
Tutte le attività sono gratuite, con prenotazione obbligatoria scrivendo all’indirizzo di posta tamcittadelleidee.atelier@gmail.com e chiamando i numeri 049 654669/609475.

tamcittadelleidee.atelier@gmail.com


Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

140 q 0,161 sec