5
  16/08/2017            21:00
Michelangelo Carmeli e la sua spettacolare Sala

Michelangelo Carmeli e la sua spettacolare Sala


Per Notturni d'arte, visite guidate alla Sala Carmeli, a seguire reading a cura di ARC.A.DIA con l'attore Federico Pavan della Compagnia Teatrale Universitaria Beolco Ruzzante.


Visite guidate alla Sala Carmeli
Michelangelo Carmeli nella veste di superiore provinciale dell’Ordine dei Minori Osservanti si impegnò in importanti interventi di restauro di alcuni locali del Convento di San Francesco Grande di Padova e volle costruirvi una nuova area da destinare a una nuova biblioteca. Il progetto fu affidato all’architetto Andrea Camerata. Per realizzare la struttura della biblioteca, la sua decorazione, gli arredi e le dotazioni librarie impiegò cifre considerevoli, sia proprie sia offerte da estimatori e amici, fra i quali anche il potente procuratore di San Marco e futuro doge Marco Foscarini.
Il progetto era grandioso e l’esito fu un luogo di rara bellezza, benché alcuni contemporanei abbiano ritenuto che sull’amore per la cultura e lo studio prevalesse l’ambizione personale.
La ricca biblioteca con la sua bella Sala fu posta sotto la tutela dei Riformatori allo Studio e Carmeli volle che fosse aperta a tutti gli studiosi, religiosi o laici.
La biblioteca contava 22.000 volumi circa, dei quali oltre quattrocento manoscritti. Dopo le soppressioni napoleoniche vi confluirono temporaneamente volumi dal soppresso monastero di Santa Giustina e dal convento di Sant’Anna, poi trasferiti in gran parte alla Biblioteca Universitaria o venduti. Dal 1871 in poi l’Amministrazione comunale si occupò della manutenzione della struttura, compresa la piccola cappella privata di Carmeli, nella quale era stato trovato morto, alcuni ipotizzano per avvelenamento. La sala fu utilizzata come aula magna dell’istituto Duca d’Aosta, sala conferenze, concerti e proiezioni cinematografiche. Nel 1995 fu gravemente danneggiata da un incendio e per questo chiusa al pubblico fino al compimento del restauro nel 2011.

Alla scoperta di padre Carmeli
Reading a cura di ARC.A.DIA
Con l’attore Federico Pavan della Compagnia Teatrale Universitaria Beolco Ruzzante

Share
Sala Carmeli,     via Galilei 36, Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa

Acquisto del biglietto “Notturni d’Arte”, fino a esaurimento della disponibilità, presso il Settore Cultura, Turismo, Musei e Biblioteche in via Porciglia 35: orario dal lunedì al giovedì 8.30-12.30/15.00-18.30; venerdì 8.30-13.30/14.30-16.00; sabato 8.30-13.00 (chiuso domenica e martedì 15 agosto), con possibilità di acquisto la sera stessa della visita nel caso in cui i biglietti fossero ancora disponibili. Costo biglietti “Notturni d’Arte” Biglietto unico € 3,00 a persona per l’accesso ad una singola serata (per la singola serata, solo se ancora disponibile, si potrà acquistare anche durante la sera stessa), tranne per le serate in cui è previsto un costo diverso. Abbonamenti: Biglietto € 6,00 a persona per l’accesso a 3 serate. Biglietto € 10 a persona per l’accesso a 4 serate più la guida stampata. Ingresso gratuito per bambini fino ai 12 anni. Costo della guida stampata: € 4 Il biglietto dovrà essere esibito all’inizio della serata per comprovare l’avvenuto pagamento. Non è previsto alcun rimborso in caso di mancata partecipazione o di mancato svolgimento della serata per motivi indipendenti dall’organizzazione. Si richiede la puntualità. Perde il diritto all'entrata chi, già in possesso del biglietto, non rispetterà l'orario di inizio del programma indicato nel biglietto. Info Assessorato alla Cultura - Via Porciglia 35, Padova Tel. 049/8204533



Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

143 q 0,143 sec