18/11/2017          18 novembre    11-13
La crisi del maschio: la prevenzione

La crisi del maschio: la prevenzione


In occasione della Giornata internazionale dell’uomo, la Fondazione Foresta Onlus in collaborazione con il Comune di Padova organizza il convegno “La crisi del maschio: la prevenzione”.


In occasione della Giornata internazionale dell’uomo, celebrata il 19 novembre, la Fondazione Foresta Onlus in collaborazione con il Comune di Padova organizza per sabato 18 dalle 11 alle 13 al Centro Culturale San Gaetano il convegno “La crisi del maschio: la prevenzione” in cui, alla luce della crisi che sta vivendo il maschio del III millennio, si affrontano attraverso un dibattito le motivazioni che stanno alla base di questo disagio. L’attenzione del dottor Carlo Foresta, endocrinologo-andrologo dell’Università degli Studi di Padova, si concentra soprattutto sui giovani, figli di una società profondamente cambiata nella sia strutturazione. Il 26% di questi ragazzi, che vivono in condizioni di isolamento familiare (sono spesso figli unici, di genitori anziani o separati), ha riferito di avere disturbi della funzione sessuale. Tra le cause all’origine si possono annoverare le conseguenze dell’inquinamento (si usano prodotti che derivano dalle sostanze chimiche e dalla plastica) che agiscono come disturbatori endocrini, le variazioni antropometriche (la statura aumenta con un anomalo incremento in lunghezza delle gambe, con ormoni testicolari più bassi o meno funzionanti), le mancate relazioni familiari sostituite da internet e dalla frequentazione multimediale che porta a un mancato desiderio nella ricerca di esperienze sessuali reali (appagato tramite la pornografia online). «Allo stesso tempo» spiega Foresta «si è verificata un’importante emancipazione del genere femminile che si evidenzia anche nell’aumento delle matricole donna nelle iscrizioni universitarie. Questo ha portato a una crisi della figura maschile, caratterizzata nell’immaginario comune da forza, dominanza ed iperefficienza, senza alcun credito alle emozioni». Questo uomo “forte”, che non deve chiedere mai è anche più soggetto alla mancata prevenzione delle malattie, con una riduzione dell’aspettativa della vita di 5 anni rispetto alla donna e un accentuato senso di sfida nei confronti dei pericoli (sono 6,2 milioni, ad esempio, i fumatori uomini e sono indubbiamente di più quelli che consumano bevande alcoliche). «Allo stesso tempo questo concetto di maschio forte e invincibile» conclude Foresta «stride con condizioni di assoluta debolezza dell’uomo, dal ripetuto compiersi di femminicidi al suicidio, 3-4 volte più elevato rispetto alla donna». Nella riflessione intorno al maschile la Fondazione Foresta, che ha compreso come l’immagine di un uomo “forte a tutti i costi” possa essere un fattore di rischio per la salute fisica e il benessere emotivo e relazionale di molti uomini, ha voluto avviare dei gruppi di confronto tra uomini dove potersi confrontare su queste tematiche alla ricerca di nuovi modelli personali e sociali di maschilità, incontri a cui è possibile partecipare chiamando il numero verde 800100123. Tra i relatori del convegno si annovera Mauro Bergamasco, giocatore della nazionale italiana e giocatore di rugby, che ha espresso vicinanza alle tematiche sollevate dalla Fondazione Foresta che promuove per tutti i giocatori di rugby maggiorenni una campagna di prevenzione dell’infertilità maschile con l’esecuzione dello spermiogramma. «È importante» spiega Bergamasco «formare i ragazzi sull’importanza della prevenzione in modo da avere il controllo della propria salute per poter vivere bene la sessualità». Oltre al prof. Foresta e a Bergamasco, interverranno Filiberto Zattoni (professore di Urologia dell’Università di Padova), Luca Trappolin (ricercatore di sociologia dell’Università di Padova), Luca Flesia (psicologo psicoterapeuta), gli assessori Andrea Colasio e Diego Bonavina e Dino Ponchio (commissario e direttore tecnico nazionale Fidal).

Camilla Bottin

 

Centro culturale San Gaetano,     via Altinate 71, Padova
Ingresso libero.



Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

106 q 0,344 sec