04/10/2016          Dal 4 al 9 ottobre   
Quinta edizione di “Detour. Festival del cinema di viaggio”

Quinta edizione di “Detour. Festival del cinema di viaggio”


Un luogo di incontro e confronto sul tema del viaggio, con una serie di film inediti, eventi speciali, laboratori, presentazioni e incontri con gli autori.


La quinta edizione di “Detour. Festival del Cinema di Viaggio” si terrà a Padova dal 4 al 9 ottobre 2016. Il Festival, organizzato dall’associazione Cinerama, diretto da Marco Segato e presieduto da Francesco Bonsembiante, si propone come luogo di incontro e confronto sul tema del viaggio, con una serie di film inediti, eventi speciali, laboratori, presentazioni e incontri con gli autori.

Sono sette i film che compongono il Concorso Internazionale di Detour: film provenienti da diverse parti del mondo, mai usciti nelle sale italiane, alcuni presentati in anteprima italiana assoluta. Questi i titoli: Entertainment, di Rick Alverson (Stati Uniti); Hector, di Jake Gavin (Regno Unito); Mr. Pig, di Diego Luna (Messico); Neon Bull, di Gabriel Mascaro (Brasile); Road to Istanbul, di Rachid Bouchareb (Francia, Belgio, Algeria); Lampedusa in Winter, di Jakob Brossmann (Austria, Italia, Svizzera); Paths of the Soul, di Yang Zhang (Cina).
Saranno invece tre i premi ufficiali che verranno attribuiti ad altrettanti film del Concorso Internazionale: Premio al miglior film, Premio Speciale della Giuria e infine il Premio del Pubblico, assegnato dal pubblico di Detour che sarà chiamato a votare i film in Concorso. Tutti i premi verranno annunciati durante la cerimonia di premiazione, che avrà luogo nella sala Fronte del Porto del Cinema PortoAstra domenica 9 ottobre alle ore 21.
A giudicare i film del Concorso Internazionale sarà una Giuria, presieduta da Roberto Citran, attore che ha lavorato con registi come Mazzacurati, Rosi e Archibugi, oltre che in numerosissime produzioni straniere. Gli altri membri della Giuria sono la montatrice e documentarista Esmeralda Calabria, già collaboratrice di Nanni Moretti, Paolo Virzì e Michele Placido, premiata per ben due volte con il David di Donatello, e Marco Dalla Gassa, professore di Storia e critica del cinema presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia e autore di numerosi testi di argomento cinematografico.

Una nuova sezione, realizzata in collaborazione con il Centro d’Arte degli studenti dell’Università di Padova prende vita, e ha un titolo emblematico: Music Around the World. Al suo interno troveranno spazio film che raccontano esperienze musicali tratte da tutto il mondo e che mostrano come la musica possa diventare vettore di speranza ed elemento capace di cambiare lo status quo.
La sezione verrà inaugurata la sera del 5 ottobre con la proiezione di Yo-Yo Ma e i musicisti della via della seta, la straordinaria storia del Silk Road Ensemble, un gruppo musicale internazionale creato dal leggendario violoncellista Yo-Yo Ma. Incredibili vicende umane e politiche, singolari strumenti e una grande utopia sono gli ingredienti di un film trascinante, raccontato dal premio Oscar Morgan Neville.
Gli altri film della sezione sono: Enrico Rava: Note necessarie di Monica Affatato, in cui il famoso trombettista italiano racconta la propria vita, salvata e rimodellata dall’incontro con la musica; Raving Iran di Susanne Regina Meures, un film che, raccontando la storia del viaggio in Europa di due dj iraniani, dimostra come la passione possa avere la meglio sul potere; The Case of the Three Sided Dream di Adam Kahan, l’incredibile storia di Rahsaan Roland Kirk, polistrumentista dal marcato attivismo politico che sorprese e sconvolse il mondo del jazz; Mavis!, di Jessica Edwards, il primo documentario mai realizzato sulla leggenda del gospel soul Mavis Staples; B-Movie: Lust & Sound in West Berlin 1979-1989 , di Jörg A. Hoppe, Heiko Lange e Klaus Maeck, un film che racconta l’incredibile scena musicale della Berlino Ovest degli anni Ottanta.

Ospite d’onore della sezione sarà Vincent Moon, regista e performer che viaggia in tutto il mondo munito solamente di zaino, computer e telecamera; ha lavorato con i musicisti più famosi (R.E.M., Arcade Fire, Bon Iver) e, sempre alla ricerca di soluzioni diverse, ha realizzato video per alcuni dei più oscuri performer del mondo. Moon incontrerà il pubblico di Detour venerdì 7 ottobre in due occasioni distinte: alle ore 14.30, presso il Cinema PortoAstra, per A Journey With Vincent Moon, un incontro straordinario tra musica, immagini e parole; alle ore 21.00 allo Spazio Aereo, presso il Polo Tecnologico e Scientifico VEGA di Marghera (Venezia), per la premiére italiana di un progetto audio/video all’insegna di viaggio e sperimentazione in compagnia di artisti come Rabih Beaini e Senyawa (KAFR), Sharif Sehnaoui, Tony Elieh, Tommaso Cappellato, Daniele De Santis e Ziad Nawfal.

Il Festival è inoltre onorato di ospitare l’alpinista Fausto De Stefani e il violoncellista Mario Brunello. In un appuntamento previsto per sabato 8 ottobre alle ore 18 presso il cinema PortoAstra, i due racconteranno il loro viaggio in Nepal, intrapreso per sostenere il progetto Rarahil Memorial School un complesso di ben quattro scuole ospitanti oltre mille bambini nepalesi nella città di Kirtipur, vicino a Kathmandu. Durante l’incontro, sarà proiettato il documentario di Alessandro Tamanini Nepal… un paese in ginocchio (Italia, 54’), che racconta il drammatico terremoto del 2015 e le attività del progetto Rarahil dalla nascita fino ad oggi. L’incontro, intitolato Sulla via del Tibet, è reso possibile da Montura, sostenitore del progetto Rarahil e sponsor di Detour.

La collaborazione con il Centro d’Arte degli studenti dell’Università di Padova è rafforzata da due eventi che vanno ad arricchire il calendario di Detour: Ratatuja – Parole alla prova (martedì 4 ottobre, Cinema PortoAstra), un reading che vedrà Francesco Maino, già autore del fortunato romanzo Cartongesso, accompagnato dalla libera improvvisazione electro-jazz degli Schrödinger’s Cat e dagli incredibili visual creati da Marco Maschietto; Roscoe Mitchell & Michele Rabbia (giovedì 6 ottobre), un progetto originale in esclusiva nazionale commissionato dal Centro d’Arte che vedrà il leggendario sassofonista americano confrontarsi con il percussionista italiano nella suggestiva cornice della Sala dei Giganti al Palazzo Liviano.

Il programma di Detour è impreziosito da una fitta serie di eventi speciali, che si terranno presso la sala Fronte del Porto del cinema PortoAstra:

– la proiezione (venerdì 7 alle ore 18.15), del documentario ThuleTuvalu, preziosa testimonianza di come la minaccia dei cambiamenti climatici leghi a doppio filo gli abitanti di Thule e Tuvalu, separati da oltre 12mila chilometri di distanza. Un film inedito, un prezioso documento di viaggio legato a un tema mai così attuale come quello della sostenibilità ambientale e della necessità di una corretta gestione delle risorse: un tema caro a AcegasApsAmga, sponsor ormai storico del Festival, il cui supporto ha reso possibile questa proiezione;

– la presentazione (mercoledì 5, ore 10.30) del progetto di rete Veneto Film Network, curato da Euganea Movie Movement e sostenuto da Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell’ambito del bando Culturalmente Impresa. Seguirà un panel sulle potenzialità del cinema in Veneto con Farah Polato (Università di Padova), Francesco Bonsembiante (Jolefilm), Federico Poillucci (Friuli-Venezia Giulia Film Commission), Marco Segato (Detour. Festival del Cinema di Viaggio) e Michele Mellara (regista). Il percorso verrà idealmente concluso con la proiezione (ore 17) di una selezione di opere venete recenti, presentate dai loro autori;

– la tavola rotonda La cultura genera economia: una riflessione sulle condizioni che permettono a un evento culturale di diventare un vero e proprio volano per lo sviluppo locale. Con Fabrizio Panozzo (Università Ca’ Foscari), Roberta Rocelli (Festival Biblico) e Laura Favaretti (Padova Terme Euganee Convention & Visitors Bureau – Consorzio DMO Padova). La tavola rotonda sarà moderata da Matteo Marian (Il Mattino di Padova). L’evento è organizzato in collaborazione con Padova Terme Euganee Convention & Visitors Bureau – Consorzio DMO Padova;

– la presentazione, alle ore 19 di giovedì 6 ottobre, della nuova stagione di Radici, la serie di reportage (trasmessi da Rai 3) che propone racconti di viaggio dal punto di vista degli immigrati. La presentazione verrà condotta da Davide Demichelis (ideatore, autore e conduttore del programma), dagli autori, Alessandro Rocca e Francesco Cavalli, e da Alessandra Comazzi, giornalista e critico televisivo de La Stampa. Sarà inoltre presente il protagonista di una puntata, che verrà mostrata al pubblico di Detour;

– un omaggio a Sirio Luginbühl, attore e regista recentemente scomparso che fece di Padova l’epicentro della propria attività artistica: la proiezione dell’ultimo film di Guy Maddin, The Forbidden Room. Il film verrà proiettato subito dopo la cerimonia di premiazione, prevista per domenica 9 alle ore 21;

– la proiezione, pensata per i più piccoli, del film di animazione candidato all’Oscar La canzone del mare. Il film verrà proiettato la mattina (ore 10.30) di domenica 9 ottobre nella versione doppiata in italiano; l’ingresso è gratuito.

Anche quest’anno verrà riproposta l’esperienza positiva dei workshop. Tre i laboratori in programma: un Laboratorio di fotografia (sabato 8, ore 10-13) curato dal fotografo padovano Simone Settimo che, partendo dalla sua esperienza di street photographer, creerà un percorso di dialogo e confronto attorno a una selezione di lavori (anche in fase di sviluppo) che gli stessi partecipanti sono invitati a portare; Sketchin’ the City (sabato 8, ore 16), un laboratorio itinerante, curato da Scuola Internazionale di Comics – Padova, che vedrà il famoso sketcher Andrea Longhi accompagnare i partecipanti tra le vie del centro di Padova per ritrarne i luoghi più suggestivi; infine La piccola Charlotte filmmaker (domenica 9, ore 17), un laboratorio dedicato al cinema nelle sue prime forme che la libreria per ragazzi Pel di Carota ha pensato per bambini di età compresa tra i 6 e i 99 anni.

Il programma della quinta edizione di Detour. Festival del Cinema di Viaggio è impreziosito da alcuni incontri.
La Libreria Laformadelibro ospiterà, nel pomeriggio (ore 18) di venerdì 7 ottobre, la presentazione, in compagnia dell’autore, del romanzo Effetto domino, di Romolo Bugaro, un romanzo potentemente attuale, un grande duello western tra individui pronti a tutto. Giovedì 6 ottobre, alle ore 17, Simone Falso presenterà Kazakhistan, libro fotografico che documenta il primo viaggio FuoriRotta e, con l’occasione, il progetto FuoriRotta, ideato assieme ad Andrea Segre e Matteo Calore e sostenuto da Montura e Internazionale.
La libreria Pangea, storica libreria di viaggio nel cuore di Padova, ospiterà un evento al giorno: martedì 4, Marta Mancusi e Anna Trento presenteranno il documentario Carretera cartonera e, a seguire, Giandomenico Tono e Roberta Scalone il progetto cartonero Fogli di viaggio; mercoledì 5, Elena Dak presenterà il libro Io cammino con i nomadi; giovedì 6, Silvia Biasotti, Laura Stahnke e Paola Tellaroli presenteranno il racconto Lettere dal Kirghizistan – Agosto 2016; venerdì 7, Simone Settimo presenterà il libro fotografico Will You Remember Me?..; sabato 8, Simonetta Di Zanutto presenterà Sofia e dintorni.
La libreria per ragazzi Pel di Carota ospiterà, nel pomeriggio (ore 17) di sabato 8 ottobre, la presentazione – in compagnia dell’autore, Luca Cognolato – di Venet Vidi Bici. Una caccia al tesoro in Veneto, racconto di una caccia al tesoro i cui indizi sono disseminati in tutte le città del Veneto.

Lo spazio Detour ospiterà infine, venerdì 7 e sabato 8, due guide all’ascolto: due pomeriggi di ascolti, rigorosamente in vinile, per uno sguardo inedito sulle musiche del nostro tempo. Il primo appuntamento, “Black Diaspora”, sarà curato da Antonia Tessitore, autrice e conduttrice di Battiti, magazine musicale di Radio 3; il secondo, “Intersezioni”, sarà curato dalla direzione del Centro d’Arte degli studenti dell’Università di Padova.

Il Festival si avvale del patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, della Regione del Veneto, della Provincia di Padova, del Comune di Padova e dell’Università degli Studi di Padova.




info@detourfilmfestival.com
www.detourfilmfestival.com


Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

119 q 0,518 sec