49
  12/01/2017   16/01/2017   14/01/2017     
Arrival

Arrival


In anteprima a Padova il nuovo film di Denis Villeneuve. Padovando regala 30 biglietti!


Dal racconto Storia della tua vita di Ted Chiang è stato tratto il film Arrival di Denis Villeneuve,  accolto con entusiasmo da pubblico e stampa alla 73° Mostra del Cinema di Venezia.
Il film interpretato da  Amy Adams, Jeremy Renner, Forest Whitaker e Michael Stuhlbarg  uscirà in Italia dal 19 gennaio 2017, distribuito da Warner Bros. Pictures.

Storie della tua vita è la prima, strepitosa raccolta di racconti dello scrittore americano Ted Chiang, e include le prime otto storie pubblicate dall’autore, che gli sono valse un enorme successo di pubblico e di critica.
Splendide, inquietanti, strabilianti storie… Questa raccolta di racconti è semplicemente una meraviglia. Chiang è così brillante, così originale, così raffinato da lasciare il lettore semplicemente senza parole. Io suggerisco sempre a tutti di leggere 52 libri all’anno, per tenere la mente allenata. Ma se avete tempo soltanto per uno, credetemi, l’avete trovato.”  Junot Diaz

 

Arrival è un thriller di fantascienza provocatorio del celebre regista Denis Villeneuve (SICARIO, PRISONERS). Quando un misterioso oggetto proveniente dallo spazio atterra  sul nostro pianeta, per le susseguenti investigazioni viene formata una squadra di élite, capitanata dall’esperta linguista Louise Banks (Amy Adams). Mentre l’umanità vacilla sull’orlo di una Guerra globale, Banks e il suo gruppo affronta una corsa contro il tempo in cerca di risposte – e per trovarle, farà una scelta che metterà a repentaglio la sua vita e, forse, anche quella del resto della razza umana.

Sognavo di fare un film di fantascienza già dall’età di dieci anni – spiega il regista Denis Villeneuve, che si è letteralmente innamorato del breve racconto sui cui si basa Arrival, ‘Story of Your Life’ di Ted Chiang – credo che questo genere possieda il potenziale ed i mezzi per esplorare la nostra realtà in modo molto dinamico”.

La storia di Arrival è incentrata su Louise Banks, linguista di una università del nordest degli Stati Uniti  che viene reclutata dal governo U.SA. per addentrarsi in una di quelle navicelle spaziali, entrare in contatto con gli alieni e cercare di tradurre e capire lo scopo della loro visita.

Amy Adams (right) as Louise Banks in ARRIVAL by Paramount Pictures

Amy Adams (right) as Louise Banks in ARRIVAL

Conosciamo il personaggio di Louise grazie alla sua storia con la figlia, che una delle parti del film che preferisco – dice Villeneuve – la Adams dona al suo personaggio molta umanità, profondità ed una bellissima vulnerabilità, la malinconia che stavo cercando. Vediamo una donna in lutto per la perdita della figlia.
Si capisce che è una persona che non ha più nulla da perdere. Molto bella da vedere, triste ma allo stesso tempo bellissima.

Non avendo più nulla da perdere, si tuffa con coraggio in questa avventura”.

 

 

(L-R) Amy Adams as Louise Banks and Jeremy Renner as Ian Donnelly in ARRIVAL by Paramount Pictures

(L-R) Amy Adams as Louise Banks and Jeremy Renner as Ian Donnelly in ARRIVAL

Si tratta di una storia di conoscenza raccontata attraverso gli occhi del personaggio di Amy Adams – dice Jeremy Renner io vengo reclutato come l’altra faccia del team, un fisico che si occupa della comunicazione attraverso la matematica. La parte del personaggio che mi interessava, era il fatto che fosse lontano da tutto quanto avesse mai fatto in precedenza. Era un prodotto della parte sinistra del cervello, tutto matematica e scienza”.

Renner aggiunge di essersi avvalso dell’aiuto di alcuni esperti che lo hanno aiutato ad apparire convincente nel ruolo dello scienziato, e che la comprensione della programmazione, dei linguaggi di computer e dei codici binari, gli sono stati d’aiuto per imparare i rudimenti della fisica. Villeneuve puntava a rendere i termini scientifici che compaiono nel film, accessibili per il pubblico e non tediosi o pedanti.

Tutti sanno che è uno dei migliori attori viventi – dice un entusiasmato Villeneuve – Forest Whitaker è un maestro, e io l’ho visto, perché aveva la parte più difficile del film. Il Colonnello Weber è un personaggio che è stato descritto con difficoltà, perché a volta si comporta come un ostacolo sulla scena, un personaggio abrasivo. Sulle pagine del racconto non aveva molta profondità ma Forest è riuscito ad aggiungere al personaggio solennità, saggezza e dimensione, in un modo che mi ha molto impressionato. Non era facile per Forest, c’era molto lavoro da fare sul set e io gli sono grato. È stato molto generoso”.

Regia di Denis Villeneuve

Con Amy Adams, Jeremy Renner, Forest Whitaker, Michael Stuhlbarg.

Sceneggiatura di Eric Heisserer

Prodotto da Shawn Levy, Dan Levine, Aaron Ryder e David Linde

Produttori esecutivi Stan Wlodkowski, Eric Heisserer, Dan Cohen, Karen Lunder, Tory Metzger e Milan Popelka

Co-Produttore Michael A. Jackman

Direttore della fotografia Bradford Young, Asc

Scenografie di Patrice Vermette

Montaggio di Joe Walker, Ace

Musiche di  Jóhann Jóhannsson

Supervisione effetti visivi Louis Morin

Costumi di Renée April

Casting Francine Maisler, Csa

 

 

Padovando regala la possibilità di vedere in anteprima il film il 16 gennaio al cinema Porto Astra alle 20.30.

Il link  http://arrival.stardust.it/padovando permette ai più veloci lettori di registrarsi e scaricare il voucher per una coppia di posti delle 15 a disposizione.

 

 

Share





Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

175 q 1,119 sec