20/05/2016              21:15
Antonia

Antonia


Il primo lungometraggio di Ferdinando Cito Filomarino al Lux


Non si dice nulla di nuovo nel segnalare che vi sono sempre più difficoltà per chi vuole esordire nel cinema italiano: il problema è anche a”a valle” del processo di realizzazione poiché le dinamiche distributive costituiscono un ulteriore ostacolo. Così Antonia, il primo lungometraggio di Ferdinando Cito Filomarino, presentato con successo ai Festival Internazionali ancora non è riuscito a trovare una regolare uscita nelle sale. Ci pensa in Veneto il Lux che stasera lo presenta in anteprima (ore 21.15) offrendo al pubblico padovano l’occasione di “entrare” nel mondo di Antonia Pozzi, grandissima poetessa del Novecento italiano. Il film ripercorre i momenti cruciali della vita della sua vita, vissuta durante il ventennio fascista, quando, a Milano studia al liceo Manzoni. L’aspetto è quello di una ragazza altoborghese, ma lo sguardo tradisce una prospettiva inedita da cui guarda il mondo, intima e febbrile. L’amore impossibile per il suo ex professore si trasferisce nelle fotografie che scatta e sulle pagine che scrive negli ultimi dieci anni della sua vita: anni di escursioni sulle vette della Valsassina, di incontri con amici, amanti e professori, sempre sospesa sul sottile filo teso fra arte e vita. Fino a quando, a soli ventisei anni, il 3 dicembre del 1938, Antonia Pozzi si toglie la vita. Fino a quel giorno non aveva mai pubblicato nessuna delle sue poesie. Un film austero e pudico quello di Ferdinando Cito Filomarino, caratterizzato da eleganza somma ma senza smancerie. Un film che ci racconta Antonia Pozzi senza pretendere di svelarcene il mistero.

Lux,     Padova



www.movieconnection.it/lux


Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

120 q 0,385 sec