45
20 marzo a Este   
California Suite a Este

California Suite a Este


Per la rassegna teatrale al Farinelli di Este il mitico duo D'Angelo - Quattrini interpreta una delle commedie più famose di Neil Simon.


Vent’anni separano la scappatella coniugale di Marvin alla solenne marcia in veste di padre della sposa: purtroppo per Gianfranco D’Angelo, in pigiama dopo una notte di fuoco nella terra dell’evasione e in smoking in attesa del matrimonio della figlia, ogni volta qualcosa sembra andare storto. L’interno, arredato in tinte pastello e tenui beige, ricorda la soleggiata California, scenario da cartolina: eppure l’albergo, a differenza della prospettiva da sogno, diventa teatro di contrasti coniugali e tra padri e figli. Paola Quattrini nei panni dell’esuberante Milli sorprende il marito nel tentativo di nascondere un’ingombrante – quanto mai profondamente addormentata – prostituta: «Alzati e cammina» la supplica, in una girandola di gag, celando le scarpe di lei, poi indossate dalla moglie, con tanto di strabuzzare di occhi. Milli lo provoca, lo desidera, ma non sa che sotto le lenzuola si cela invece una presenza anonima: è il sogno americano rovesciato. Preso nella sua innocente colpevolezza, Gianfranco si pone al pubblico in maniera talmente simpatica che pare non aver fatto nulla di male. Capita! Riprendendo la commedia di Neil Simon e sfoltendola di un buon numero di personaggi, il regista Massimiliano Frau si affida interamente al duetto D’Angelo – Quattrini, coppia alle prese, vent’anni dopo, giusto dopo la fine del primo tempo, con una figlia che non vuole affrontare il Gran Passo. Mezz’ora di monologhi alla porta, in quanto non c’è risposta, Marvin e Milli si danno la battuta, si cercano, si scontrano per decretare il modo migliore per sostenere quella figlia così pavida. E alla fine il colpo di scena toglie le parole di bocca a tutti, per chiudersi su una prospettiva borghese inaudita.
Molto affiatata la coppia che mette in scena un copione ricco di battute, ma povero dal punto di vista contenutistico: una frivolezza che vuole farsi California e prendersi libertà di pensiero.

Camilla Bottin


Share




161 q 0,280 sec