48
Danni alle coltivazioni di stagione   
La grandine non concede tregua all’agricoltura

La grandine non concede tregua all’agricoltura


Ancora una volta il maltempo non risparmia l'agricoltura della Bassa Padovana


Ancora una volta il maltempo non risparmia l’agricoltura della Bassa Padovana. Da Montagnana a Este e fino a Monselice, spiega Coldiretti Padova, l’intensa grandinata di lunedì pomeriggo ha sferzato le principali coltivazioni di stagione, specie quelle a pieno campo. I grossi chicchi di grandine, aggiunge Coldietti Padova, hanno colpito angurie, meloni, zucche, zucchine, prodotti ormai pronti per essere raccolti e andati distrutti. A Coldiretti Padova sono arrivate segnalazioni di culture di mais e soia gravemente danneggiate dalla grandine caduta per circa un quarto d’ora su tutta la zona. La ricognizione dell’effetto di questa ennesima sferzata del maltempo è ancora in corso, aggiunge Coldiretti, e l’esatta quantificazione dei danni sarà possibile solo nei prossimi giorni.

Nel frattempo Coldiretti Padova raccoglierà tutti gli elementi utili per chiedere ad Avepa la delimitazione delle aree colpite. Al lavoro anche i tecnici del Condifesa Padova, il consorzio che si occupa della difesa delle coltivazioni e produzioni agricole dalle avversità atmosferiche attraverso coperture assicurative agevolate.

“Questa zona- ricorda Massimo Bressan, presidente di Coldiretti Padova – negli ultimi mesi ha dovuto fare i conti con gelate tardive e il passaggio di altre violente perturbazioni con vento forte e precipitazioni intense. Ora arriva anche la sferzata d’estate, nel pieno della raccolta delle principali coltivazioni di stagione, molto diffuse nella Bassa. Le nostre imprese cercano di tutelarsi in tutti i modi e di proteggere le proprie colture, ma ormai questi eventi estremi sono sempre più frequenti e intensi”.

Share




Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

132 q 0,131 sec