6
  11/09/2021           
“MURA VIVE – Museo Narrante Multimediale”

“MURA VIVE – Museo Narrante Multimediale”


Al via sabato 11 settembre 2021 il “museo diffuso” che fa tornare vive le mura di Padova, la cinta bastionaria più estesa e meglio conservata in Europa.


Quattro “stazioni” allestite con installazioni audio e video e postazioni didattiche per un percorso di visita emozionante ed immersivo accompagnato da una app.

Padova, 3 settembre 2021 – Le mura di Padova tornano a rivivere grazie a “MURA VIVE – Museo Narrante Multimediale”, un progetto permanente di fruizione innovativa e nuova promozione di quello che è un monumento simbolo della città. Installazioni ambientali narrative, postazioni didattiche, realtà aumentata e un’app mobile, per un “museo diffuso”, fatto di parole, suoni e immagini, che si articola lungo gli undici chilometri del perimetro bastionario rinascimentale, per narrare le vicende – e pure qualche leggenda – della cinta muraria più estesa e meglio conservata d’Europa.

La proposta è dunque quella di un percorso di visita coinvolgente ed emozionante, che offre una vera e propria esperienza immersiva, in cui gli spazi antichi si popolano di racconti e i loro protagonisti prendono vita come interloquendo con il visitatore.

A ideare e promuovere il progetto la storica associazione Comitato Mura di Padova, attiva da quarant’anni nello studio, la valorizzazione e la tutela dell’importante patrimonio cittadino. L’iniziativa vede la stretta collaborazione e il contributo del Comune di Padova e gode del rinnovato sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell’ambito del bando “Culturalmente 2020”. È realizzata con i partner Tam Teatromusica, Omniaweb, MNZ Software, Audio Innova, Dipartimento ICEA e CSC dell’Università degli studi di Padova e con il supporto tecnico di Scuola edile Padova e Target Due.

“MURA VIVE” è di fatto la sintesi finale, ampliata e perfezionata, nonché il punto di arrivo di un percorso di iniziato nel 2016 con il Museo Multimediale delle Mura (“MMM”) e proseguito nel 2018 con il Parco Multimediale delle Mura di Padova (“PAMU”). L’evoluzione dell’idea progettuale e insieme la sua declinazione concreta si consolidano così ulteriormente, diventando un progetto permanente, che da oggi arricchisce la proposta culturale padovana facendo conoscere questo monumento storico a cittadini e turisti. Un primo passo concreto verso la realizzazione del “Parco delle Mura e delle Acque”, che, anche grazie ai restauri in corso, potrà costituire un’opportunità straordinaria di rigenerazione urbana e insieme di promozione culturale e turistica della nostra città, in parallelo ad Urbs Picta.

Popolandosi di immagini e personaggi, così con “MURA VIVE” i bastioni e le porte di Padova tornano a raccontarsi e a raccontare: di conflitti e di guerre, anche recenti, di imperatori e dogi, condottieri e inzegnieri, di importanti figure femminili, e ancora di scienziati e di uomini comuni, di eroici felini e alicorni… Protagonisti, noti e ignoti, di vicende di politica e governo cittadino, ma anche di quotidianità, in una cavalcata emozionante lunga cinque secoli, dall’assedio del 1509 ai giorni nostri.

Quattro le prime “stazioni” allestite in altrettanti bastioni e porte della cinta muraria – Porta Savonarola, Porta Liviana (o di Pontecorvo), Torrione Alicorno e Porta Codalunga – aperte al pubblico a partire da sabato 11 settembre (anteprima pubblica del progetto, al Torrione Alicorno, il pomeriggio di venerdì 10). A queste si aggiungeranno nel 2022, al termine dei lavori di restauro di due di essi, altri tre spazi, ossia Torrione della Gatta, Porta del Castelnuovo e Bastione Impossibile.

Altamente didattico, senz’altro innovativo e creativo, “MURA VIVE” rappresenta un nuovo approccio alla fruizione delle mura, grazie all’unione del rigore storico-scientifico con la dimensione tecnologica e artistica.

Il progetto è senz’altro anche un esempio concreto di sinergia virtuosa fra il volontariato dell’associazionismo culturale padovano, la creatività di artisti specializzati in storytelling e l’ingegno di sviluppatori di software innovativi, la vivacità e l’impegno del mondo della scuola, l’apporto scientifico dell’università, la lungimiranza della pubblica amministrazione, e il prezioso sostegno della Fondazione bancaria della città. Il Museo è oggi interamente gestito da volontari dell’associazione padovana Comitato Mura.

A partire dal prossimo fine settimana e fino al 28 novembre 2021, il museo sarà aperto ogni sabato e domenica dalle ore 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30 (ingresso gratuito, con invito a un contributo a sostegno dei costi del progetto; per visitare le installazioni all’interno di Porta Savonarola e Torrione Alicorno è necessaria la prenotazione da effettuare online tramite il sito eventbrite (maggiori info qui: www.muravivepadova.it/info/info.html). Per le scuole, associazione e gruppi organizzati previste aperture infrasettimanali su prenotazione.

Share
email info@muravivepadova.it – sito web www.muravivepadova.it – facebook @muravivepadova.



Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

133 q 0,134 sec