73
3 e 4 maggio al Castello di Este   
Este in Gioco

Este in Gioco


All’ombra dei merli del Castello Estense, rovinato dalla furia distruttiva di Ezzelino da Romano e riedificato nel XIV secolo, la città nei giorni di sabato 3 e domenica 4 maggio rivivrà nuove sfide battagliere sulla plancia del gioco da tavolo e sul terreno immaginario dei viaggi fantastici compiuti nei panni di personaggi leggendari fatti rivivere grazie all’animazione verbale dei giochi di ruolo.


In seguito al successo delle precedenti edizioni, che si tengono da due anni nel Foro Boario al posto del tradizionale PalaEste, più periferico rispetto ai centri nevralgici della città, l’associazione ludico – culturale Il Sentiero dei Draghi vuole offrire alla città una manifestazione ancora più ampia, che sappia farsi bacino di istanze culturali nuove e che sia incontro di realtà di gioco regionali ed extraregionali sempre più vaste. «Voglio dire a chi non ha ancora avuto la possibilità di toccare con mano una realtà ludica consistente – spiega Raffaele Silvan, neoletto Presidente del Sentiero – che i giochi da tavolo riscuotono e continuano a riscuotere un enorme successo negli ultimi anni. Il Sentiero dei Draghi vuole offrire a chiunque lo desideri la possibilità di soddisfare passioni di gioco latenti o manifeste in ottima compagnia». Punto di riferimento per Este è la sede del Sentiero in Piazzale Cà Pesaro, con ritrovi al sabato pomeriggio dalle 15.30 in poi dove la ludoteca dell’associazione è a disposizione di tutti i soci, con la possibilità di prendere in prestito giochi da tavolo, miniature, carte e di organizzare serate dedicate al gioco di ruolo.
La novità di quest’anno, il progetto per le scuole denominato ‘The Canterbury Games’, permetterà di coinvolgere grazie all’ausilio dei ragazzi del Sentiero due e più classi delle scuole superiori di Este in un’animazione teatrale che vedrà intervallarsi letture di classici della letteratura inglese alla sperimentazione dal vivo di giochi da tavolo a tema. La risposta, finora positiva, lascia prospettare una serie di nuovi accoliti del gioco. «Il nostro obiettivo come associazione – afferma Riccardo Seren, Vicepresidente dell’associazione – è quello di riunire tutti gli appassionati del genere delle zone limitrofe e di fare conoscere ad un pubblico sempre più vasto questo mondo in espansione». Questa invasione virale si tramuterà, per la popolazione atestina, in un momento di spensieratezza: si sa che il gioco, se sapientemente guidato, può condurre le persone a collaborazioni costruttive e può aiutare a superare momenti di difficoltà, quali la crisi che il nostro Paese sta vivendo, con un sorriso. «La manifestazione inoltre – spiega Camilla Bottin, responsabile culturale dell’associazione – è stata adeguatamente anticipata da una rassegna letteraria che si tiene, da febbraio ad aprile, nella sala Delmo Veronese del Castello, per poter esplorare insieme tutte le tematiche inerenti al fantastico quali fantasy, fantascienza, distopia e steampunk, con la collaborazione di case editrici quali Il Cerchio, Linee Infinite e Cleup».
Collaborazioni
Quest’anno, data l’importanza della manifestazione che si colloca tre settimane giuste dopo Este in Fiore per beneficiare della “coda lunga” della pubblicità e del buon nome di cui si fa carico l’Amministrazione Comunale di Este, la partecipazione è stata aperta a numerosi esponenti esterni. Oltre al raduno cosplay organizzato da Cinzia Sette che si protrarrà per entrambi i giorni della manifestazione, interverrà la Storia con i Giochi Antichi di Este, quasi più affascinanti dei moderni e con la Compagnia del Lupo Passante che metterà in scena, nei panni di uno o più Maestri, le tecniche e le arti del duello medievale. Gli Artefici del Fuoco, protagonisti del sabato sera, proporranno poi un gioco di ruolo live: vivere la cornice, il Castello di Este, per sognare e realizzare con la voce e il corpo avventure leggendarie è tutto e lo scopo è lo stesso che si pone anche il concorso letterario del Sentiero grazie all’invito a scrivere racconti sul castello con significativi elementi fantastici.
Spazio anche all’arte del disegno con Sabrina Zapparoli, artista tatoo che si cimenterà nella realizzazione di ritratti fantasy. Per chi si sente in vena di combattere non mancheranno dimostrazioni dal vivo di tiro con l’arco con gli Arcieri del Calto e di tattica militare con la Legione Veneta Softair. L’area dedicata al gioco libero sarà poi gestita dai ragazzi del Sentiero in collaborazione con esponenti di altre associazioni ludiche quali La Tana dei Goblin di Padova, uno staff competente sarà sempre a disposizione dei nuovi arrivati per spiegare le regole dei giochi esposti.
Come in ogni manifestazione del settore si vogliono inoltre coinvolgere tutti quei commercianti e distributori che trattano un vasto ventaglio di prodotti ludici, offrendo loro la possibilità di allestire uno stand di vendita. Tra i molti citiamo i Ticket to play (Mestre), l’edicola della piazzetta San Rocco (Este), i Genesis (Noventa Vicentina).
In una manifestazione di questa portata non possono poi mancare le sfide, con tornei di Magic e Yu-gi-oh! (giochi di carte collezionabili), di giochi da tavolo (Bang!, Risiko e Perudo) e di Pathfinder (demo di gioco di ruolo). Ci sarà poi la possibilità di ristorarsi con i succulenti piatti del Dillons’ Road Bar, presente all’interno del Foro Boario con una struttura mobile.

Share
Foro Boario,     Castello di Este
           clicca qui per visualizzare la mappa

Ingresso libero.

info@ilsentierodeidraghi.it
www.ilsentierodeidraghi.it/wp/este-in-gioco-2014


144 q 0,262 sec