4
  09/11/2013            21:30
Tremori + Freeze

Tremori + Freeze


Per il Next Generation Festival, doppio appuntamento in prima nazionale con 'Tremori' della compagnia bolognese Teatro dei Venti e lo studio 'Freeze' di Cinzia Pietribiase.


Tremori
Il terremoto del 20 e 29 maggio 2012 ha sconvolto l’Emilia. A partire da questo avvenimento, lo spettacolo indaga diversi tipi di precarietà: quella politica (in particolare nella provincia colpita dal sisma), quella economico-lavorativa (dei suoi abitanti) e quella esistenziale (che coinvolge ciascuno di noi). Sono frammenti di vite che inseguono il passo frenetico del mondo senza mai raggiungerlo, senza riuscire a sentirsi parte del presente e tantomeno custodi di un futuro possibile. La messa in scena ripercorre il tempo trascorso tra la prima e la seconda scossa, affacciandosi su due coppie che abitano il contemporaneo, a loro insaputa. Si intrecciano il calore della casa con il gelo della fabbrica, si fondono le canzoni ascoltate alla radio con il rumore dei macchinari, con il silenzio. Le fonti di ispirazione dello spettacolo sono molteplici: beckettiane forme del tacere, dell’impossibilità di dire (o meglio di significare) si intrecciano a immaginari surreali e onirici (o forse incubotici) di marca felliniana, mentre l’uso balistico, brechtianamente rivoluzionario, del fare teatrale incontra le case tagliate di Gordon Matta-Clark, e il loro materializzare l’impermanenza.
Freeze
Freeze è l’ultimo lavoro della regista e performer Cinzia Pietribiasi dove prosa, installazione visiva e danza s’incontrano e si scontrano, senza prevaricare, senza porsi l’esigenza di nette separazioni codificate tra generi. Dalla raccolta “Do you love me?” scritta nel 1976 da Ronald D. Laing, maestro riconosciuto della psichiatria moderna e autore teatrale da riscoprire in tutta la vastità della sua opera, la regista ha estratto il brano “Non posso farne a meno”: dialogo che a quasi quaranta anni dalla pubblicazione, colpisce per nitidezza di linguaggio e dissezione psicologica.
I tre performer lavorano con sottile, feroce, ineludibile ironia. Un’inquietudine attraversa in un respiro tutta l’azione e impone nel pieno del movimento il suo arresto immediato.

Share
Carichi Sospesi,     vicolo del Portello 12, Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa

Ingresso per 1 serata 8 euro; 3 serate a scelta 20 euro; 7 serate 3 euro. Riservato ai soci Arci.

carichisospesi@gmail.com
www.carichisospesi.com


145 q 0,172 sec