4
             
Il Teatro Verdi si illumina

Il Teatro Verdi si illumina


Il Teatro Verdi si illumina e spalanca le porte alla città per Facciamo luce sul Teatro! l’iniziativa promossa da Unita


Completamente illuminato e con le porte spalancate sulla città il Teatro Verdi di Padova questa sera si è acceso per l’iniziativa “Facciamo luce sul teatro!” promossa da Unita (Unione Nazionale Interpreti Teatro e Audiovisivo). Un evento a cui il Teatro Stabile del Veneto ha voluto aderire, assieme alla maggior parte dei teatri italiani, per chiedere al Governo e a tutta la cittadinanza di tornare immediatamente a parlare di Teatro e di spettacolo dal vivo, a programmare e rendere pubblico un piano che porti il prima possibile ad una riapertura in sicurezza di questi luoghi.

Lo staff del Teatro Stabile del Veneto ha invitato i cittadini a lasciare un simbolico messaggio di sostegno in un diario posizionato all’esterno del teatro. A esprimere la propria vicinanza al settore dello spettacolo dal vivo, davanti al Verdi, l’Assessore alla Cultura Andrea Colasio.

“Chiusi al pubblico, ma non fermi è così che sono sempre stati i teatri veneti – afferma Giampiero Beltotto, presidente dello Stabile Veneto -. In questi mesi abbiamo continuato a far lavorare attori, registi, orchestre, cantanti, direttori d’orchestra, maestranze e tecnici realizzando importanti produzioni con successo e soddisfazione. Siamo stati ripagati di ogni sforzo compiuto, né è testimonianza l’ultimo successo registrato questo weekend dalla messa in onda su Rai 5 degli Atti Unici di Čechov, diretti da Damiano Michieletto, e da una magnifica Vedova allegra. Questa è per noi la vera accensione dei teatri, non smettere mai di far vivere lo spettacolo. Ci dicano una data e saremo pronti ad aprire in piena sicurezza. Dobbiamo continuare a fare dei teatri i luoghi che sono sempre stati, piazze aperte sulla città, cuore pulsante della vita della comunità.”

“Il 22 febbraio dello scorso anno è stato l’ultimo giorno di apertura dei teatri. Un anno con le sale vuote e silenziose, con i palcoscenici deserti, e anche con tanti artisti e lavoratori dello spettacolo in sempre più grandi difficoltà economiche – dichiara Andrea Colasio, assessore alla cultura del Comune di Padova – Capiamo tutti che siamo ancora in pandemia, ma come si sono trovate soluzioni per riaprire i musei e le mostre, e protocolli per far realizzare spettacoli televisivi con il pubblico, chiedo che, seriamente, si pensi alla riapertura dei teatri, così come dei cinema che con le cautele del caso sono luoghi assolutamente sicuri. Non deve passare l’idea che artisti e lavoratori dello spettacolo siano categorie sacrificabili rispetto ad altre e dobbiamo far sentire la loro voce. E’ paradossale che proprio loro che dai palcoscenici lavorano con la voce, non riescano a farsi ascoltare e a sostenere il valore della cultura e dello spettacolo.

Share




Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

176 q 0,500 sec