4
  15/11/2013            21:30
Geppetto

Geppetto


Con l’organizzazione del Teatro Impiria, la compagnia Concrete Temple Theatre di New York, guidata dall’attore-performer italoamericano Carlo Adinolfi, realizzerà uno spettacolo in inglese.


Geppetto non è uno spettacolo di burattini, ma sui burattini. E’ un racconto accorato e divertente, che vede protagonista G, un povero burattinaio italiano immigrato a Brooklyn ai primi del ‘900, la cui vicenda inizia quando i suoi compagni più stretti, due burattini logori creati da lui stesso, iniziano ad andare a pezzi. Dopo la scomparsa di Donna, moglie tanto amata nonché compagna di lavoro, G e i suoi burattini si impegnano duramente per creare una nuova opera. Ma come i suoi burattini iniziano a disintegrarsi e il suo stesso cuore si rompe, G deve cercare di ripararli e di guarire egli stesso cosicché lo spettacolo – e la sua vita – possano continuare. Traendo ispirazione da Pinocchio, da Il vecchio e il mare e dalla storia reale di Hugh Herr, che è incredibilmente ritornato ad arrampicarsi dopo la doppia amputazione di entrambe le gambe, “Geppetto” è un esplorazione sulla capacità di ripresa e sull’ingegnosità dell’essere umano di fronte alla morte e al cambiamento. Uno spettacolo denso di pathos, realizzato professionalmente: una interessante proposta di teatro basato su una poetica diversa dalla nostra, newyorkese appunto.
Concrete Temple Theatre è un compagnia multi-disciplinare che incoraggia la realizzazione di nuovi e avvincenti lavori teatrali – includendo prosa, danza, teatro di figura, musica e arti visive – che si concentrano sulla lotta dell’individuo per la propria identità e sulla lotta della società per la coesione sociale. Attraverso i tour dei loro spettacoli e la presentazione di workshops a New York City, negli Stati Uniti e all’estero, Cocrete Temple si sforza di riportare il mito e il rito al centro del dialogo, dando nel frattempo connessioni e opportunità ai diversi spettatori di interrogarsi e di esaminarsi sul loro posto nel mondo. La produzione Bird Machine è stata apprezzata dalla critica e “The Village Voice” l’ha elogiata come “un’avvincente piéce di sperimentazione teatrale… La compagnia abbaglia!”. “The Indipendent” (UK) ha definito la messa in scena di Alberto’s Great Escape “un incantevole spettacolo” e il “Daily Mail” (UK) ha detto che la produzione di The Whale “merita d’essere vista”. “The Scotsman” (UK) ha affermato che Carlo Adinolfi emana “forza, grazia e agilità” sul palcoscenico, e il “The Indipendent” (UK) lo ha elogiato come un “intrattenitore ammaliante e versatile”, e il “Daily Mail” (UK) ha applaudito il suo “sorprendente talento”, definendolo un “abile attore/coreografo”. “Produzioni ambiziose sono la norma per il Concrete Temple, un insieme creativo con una forte concentrazione sul teatro rituale, sulle narrazioni multi-disciplinari e sull’esperienza colletiva”, dice “The Brooklyn Rail”.

Share
Carichi Sospesi,     vicolo Portello 12, Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa

Ingresso unico 6 euro, soloSociArci. Info 3474214400.

carichisospesi@libero.it


145 q 0,165 sec