4
  08/02/2019            16:00
E’ successo un 48

E’ successo un 48


Ardori patriottici e aromi eccitanti nelle cinque visite animate di febbraio al Pedrocchi con "E' successo un 48"


Il Pedrocchi, storico edificio pubblico padovano, unisce in sé i fasti di un’eccellenza del gusto e le glorie di un eroico capitolo di storia patria. Entrambi questi aspetti vengono celebrati da Alessandra Brocadello e Carlo Bertinelli di teatrOrtaet in una duplice visita animata, suscitata dalla ricorrenza dell’8 febbraio, anniversario della fatidica giornata dell’insurrezione degli studenti e dei popolani contro i soprusi borbonici, anticipatrice dei più vasti moti patriottici. Sabato 9 e domenica 10 febbraio, alle ore 16, andrà in scena “È successo un 48”.

È successo un 48

La Festa degli studenti è stata indetta a partire dall’8 febbraio del 1900, ricordando le fatidiche giornate del 1848, quando Padova, sulla scia di quanto stava succedendo in altri Paesi europei in quella che sarà chiamata “La primavera dei popoli”, anticipò di un mese l’insurrezione veneziana opponendosi alle prepotenze del dominio austriaco. Il Pedrocchi fu il fulcro di questa ribellione della quale resta tuttora traccia nella sala bianca con il foro nel muro di una pallottola austriaca sparata durante gli scontri.
Nella visita animata di teatrOrtaet entrano in scena lo studente-poeta Arnaldo Fusinato, redattore del foglio settimanale “Il Caffè Pedrocchi”, e una misteriosa “matricola”, che dietro gli abiti maschili cela fattezze femminili e ardori patriottici. Nella finzione scenica, dietro al travestimento si cela la giovane Erminia Fuà, anch’ella poetessa di patriottico sentire, che sarà talmente conquistata dall’ardore del Fusinato da concedergli la sua mano. Ai due “studenti”, Arnaldo Fusinato ed Erminia Fuà, viene affidato il compito di presentare il giornale edito tra il 1845 e il 1848, tratteggiando nel contempo la vita studentesca attraverso i versi umoristici de “Lo studente di Padova”. Tra salotti e caffè, tra le poesie del Prati e le burle contro il dominio straniero, prendono vita le cospirazioni e si preparano i drammatici giorni dell’insurrezione veneziana, che vedrà risorgere la Repubblica di San Marco e tener testa per più di un anno al potente esercito imperiale.

Share
Caffè Pedrocchi,     Via VIII Febbraio, 15, Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa

Prezzi: Biglietto intero: 12,00 €, Biglietto ridotto: 10,00 € (gruppo min. 30 persone), Biglietto bambini: 8,00 € (fino ai 12 anni)+ Ingresso agevolato al Museo del Risorgimento e dell’Età Contemporanea: 2,50 € A parte consumazione al tavolo (solo per “Il caffè, esotica bevanda”), da chiedere all’atto della prenotazione: € 6,00. Contatti: Tel: 324-6286197, siti: www.teatrortaet.it – www.visiteanimate.it

prenotazioni@teatrortaet.it

Potrebbero interessarti anche

  • A Padova la bellezza non chiude mai

    A Padova la bellezza non chiude mai

    Sono tre i musei dell’Università di Padova (di Scienze Archeologiche e d’Arte, dell'Educazione e di Macchine “Enrico Bernardi”) che aprono gratuitamente al pubblico nel mese di luglio le loro collezioni.
  • Le mille Bolle Blu

    Le mille Bolle Blu

    In occasione della Notte dei Colori, Caffè Pedrocchi presenta "Le mille bolle blu".
  • PRIDE VILLAGE 2019

    PRIDE VILLAGE 2019

    Inizia il conto alla rovescia in vista del 14 giugno, quando alle 19.30 apriranno ufficialmente i cancelli della dodicesima edizione del Pride Village alla Fiera di Padova. Fino al 14 settembre, dal mercoledì al sabato, il festival dedicherà al proprio pubblico tre mesi intensi fatti di concerti, teatro, party esclusivi e divertimento.


Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

128 q 0,379 sec