4
  15/05/2012            21:15

Gioele legge Gioele


Per il ciclo ’Sacre Armonie’, Gioele Dix legge, racconta, commenta e soprattutto si interroga sul significato di alcuni passi cruciali della Bibbia. Lo accompagna in questa serata Savino Cesario, musicista sensibile ed eclettico.


“Lavoro che non perde mai vigore, che lentamente crea e mai distrugge, che dal grande debito dei tempi cancella istanti, giorni, anni.”
La lettura dei testi biblici è un’esperienza speciale, e non solo per chi è credente. Ogni parola ha un peso e ogni pagina riserva sorprese e illuminazioni. Nulla di ciò che vi si racconta è fine a se stesso e l’inatteso domina sul prevedibile. Ma c’è di più: nessun libro è in grado quanto la Bibbia di farsi specchio dei cambiamenti di chi la ama e la conosce più o meno a memoria. Per questo è utile, a volte esaltante, senz’altro raccomandabile tornare più volte a rileggerla. Come se soltanto il tempo che scorre inesorabile fosse la chiave per coglierne appieno i segreti.
Gioele Dix, dopo la fortunata esperienza de “La Bibbia ha quasi sempre ragione”, spettacolo e poi libro di successo, riprende il filo interrotto delle sue divagazioni a sfondo biblico. Legge, racconta, commenta e soprattutto si interroga sul significato di alcuni passi cruciali del prezioso Libro dei libri. Ammirazione, stupore, perplessità, molta ironia, mai per denigrare o prendere le distanze, ma al contrario per avvicinare e avvicinarsi al mistero di tanta saggezza. La prima e la seconda creazione, il patto di Abramo, l’amore fra Sansone e Dalila, le imprese di Re Salomone, ecco alcune delle vicende rielaborate da Dix nella sua affabulazione teatrale. E non può mancare l’omaggio al profeta che, per ovvie ragioni, sente più vicino: Gioele, l’autore della famosa profezia sull’invasione delle cavallette, che nell’unanime giudizio degli studiosi rappresenta uno dei momenti letterariamente più esaltanti dell’intero Antico Testamento.

Share
Teatro Verdi,     via dei Livello 32, Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa

Biglietti: platea e palco pepiano 20 euro, palchi I e II ordine 15 euro, galleria 10 euro. Per info: tel. 049 87770213



168 q 0,256 sec