4
  01/03/2013            21:30

Angelica


Uno spettacolo di e con Andrea Cosentino, portato in scena con la collaborazione registica e drammaturgica di Andrea Virgilio Franceschi e Valentina Giacchetti: interrogativi sulla morte.


Andrea Cosentino è uno di questi nuovi personaggi della scena, da andare a vedere, accettando di restare avviluppati da quel suo procedere apparentemente disarticolato e invece strutturato sottotraccia da spirali acutissime di riflessione mai portate troppo alla luce, giocate tutte con lucidissima ironia, spesso con decisa e esilarante comicità. Dunque una cavalcata, in solitaria, tutta di parole, ma con la dichiarazione esplicita di non volere e non saper costruire storie, esponendo invece un assemblaggio di immagini e microsituazioni che non arrivano mai a fare racconto. Da dove iniziare dunque? Dallo spettacolo stesso, dalle idee per crearlo, cominciando a mettere in evidenza brandelli che poi vanno avanti con esibita casualità. Un papa, visto per caso sulla sua papamobile, e qui evocato da una maschera patetica e sinistra che fuoriesce da una carrozzina, una madonna barcollante in processione, una casa in un quartiere popolare dove viene girato uno sceneggiato televisivo le cui inquadrature ci appaiono attraverso la cornice vuota di un vecchio televisore, con Angelica, l’attrice incapace, che tenta di recitare la scena del suo omicidio decine e decine di volte. Serpeggia dunque, tra i tanti temi, un interrogativo sulla morte e sulle sue immagini, citando Pasolini, una volta tanto a proposito.

Share
Circolo culturale Carichi Sospesi,     vicolo del Portello 12, Padova.
           clicca qui per visualizzare la mappa

Ingresso 9 euro (con prenotazione 7). Abbonamento XL all’intera rassegna 45 euro, abbonamento M (5 spettacoli a scelta) 30 euro. Info 049.9872683.

carichisospesi@libero.it
www.carichisospesi.com


169 q 0,280 sec