23 aprile   
Stracittadine di Padova Marathon, iscrizioni aperte per correre con Città della Speranza

Stracittadine di Padova Marathon, iscrizioni aperte per correre con Città della Speranza


Scegliendo di correre le stracittadine con la squadra della Fondazione, si potrà sostenere la ricerca scientifica svolta all’interno dell’Istituto di Ricerca Pediatrica.


Anche quest’anno Città della Speranza è charity partner della Padova Marathon che si terrà domenica 23 aprile. Scegliendo di correre le stracittadine con la squadra della Fondazione, si potrà sostenere la ricerca scientifica svolta all’interno dell’Istituto di Ricerca Pediatrica, in particolare il progetto volto a migliorare la diagnosi delle leucemie infantili, di cui è referente la genetista Martina Pigazzi del Laboratorio di Oncoematologia Pediatrica, che sarà in prima fila alla manifestazione sportiva.
I partecipanti possono scegliere fra tre percorsi di 1, 5 e 10 chilometri, tutti con partenza e arrivo in Prato della Valle. Tre diverse opportunità nate per venire incontro alle esigenze di tutti: la passeggiata da un chilometro per anziani e disabili; la prova più popolare, di 5 chilometri; il tracciato di 10 chilometri per i più allenati.
Le iscrizioni sono già aperte. Con una donazione minima di 10 euro, appassionati e runners riceveranno la maglia tecnica personalizzata, realizzata con la collaborazione dell’azienda vicentina Xacus, e la pettorina con cui correre. Il kit potrà essere ritirato in Prato della Valle sabato 22 aprile dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18, nonché domenica mattina dalle ore 8, prima della partenza fissata per le 9.
Per iscriversi, compilare il form presente nel sito www.cittadellasperanza.org. Per gruppi numerosi e altre informazioni scrivere a maratona@cittadellasperanza.org.

Il progetto di ricerca che “corre”
Partecipando a una delle stracittadine di Padova Marathon con le squadre di Città della Speranza, sarà possibile aiutare concretamente la ricerca scientifica e dare impulso a ulteriori studi per offrire una terapia sempre più personalizzata ai bambini in oncoematologia. Nello specifico potrà essere approfondita l’applicazione del sequenziamento massivo del DNA alla diagnosi.
Il sequenziamento del genoma sta garantendo una migliore comprensione del cancro e risulta essere il più innovativo strumento oggigiorno disponibile nella lotta contro i tumori pediatrici, in particolare per quei bambini che ricadono nella malattia e per i quali esiste l’urgente necessità di scoprire strategie e trattamenti terapeutici più efficaci. Si stima che il corredo genomico sia responsabile del 50-95% della variabilità nella risposta alla chemioterapia. Il sequenziamento massivo può consentire un parziale superamento dell’uso generalizzato della chemioterapia, che è tossica e non specifica, aprendo le porte all’era della medicina personalizzata di precisione.
Tale progetto può essere sostenuto anche tramite una donazione nella piattaforma di crowdfunding www.retedeldono.it.

Xacus per il sociale
Xacus è un’azienda leader nel settore camiceria. Nata a S. Vito di Leguzzano in provincia di Vicenza nel 1956, oggi conta un indotto di 500 lavoratori ed è presente nei principali mercati internazionali. L’azienda è da sempre attenta alle esigenze del territorio e al supporto di specifiche attività sociali e culturali della comunità.
Nel 2016 ha sostenuto importanti progetti per lo studio e la cura dei disturbi alimentari in collaborazione con la Fondazione ABA di Fabiola De Clercq a Milano, Food for Soul dello chef Massimo Bottura e – in Spagna – con la Fundacion Mauricio Garrigou dello chef Samantha Vallejo-Najera.





Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

97 q 0,890 sec