13
Da giugno a ottobre   
Edizione “sotto le mura” per il Pride Village 2021

Edizione “sotto le mura” per il Pride Village 2021


Da giugno a ottobre torna a Padova il Pride Village, il Festival LGBT+ più grande d’Italia, nella nuova location del Parco delle Mura. Quattro mesi di dinner show, dj set, radio ed incontri ad ingresso gratuito per ritrovare il piacere di stare insieme tutti i giorni, dalla mattina alla sera.


Dei colori che compongono la bandiera Rainbow, sarà il verde quello che caratterizzerà l’estate padovana firmata Pride Village. Il Festival LGBT+ più grande d’Italia cambia infatti location per trasferirsi nello straordinario Parco delle Mura, estesa area verde a ridosso del sistema bastionato rinascimentale, il più grande giunto fino ai nostri giorni in Europa.
Non è tuttavia solo il luogo la novità principale di questa XIV edizione del Pride Village. Il Festival cambia la propria filosofia aprendo al pubblico da giugno a ottobre dal lunedì alla domenica dalle 8 del mattino fino a notte inoltrata con ingresso completamente gratuito. Una scelta che nasce dal desiderio di riabbracciare la città che, dopo un periodo difficile, torna finalmente a poter uscire ed incontrarsi.

«Aprire questa quattordicesima edizione del Padova Pride Village in questo luogo straordinario che è il Parco delle Mura è per me un’emozione fortissima. – dichiara Alessandro Zan, fondatore del Festival – In questa seconda estate dell’”era covid”, la grande famiglia del Village è riuscita a organizzare l’evento tra moltissime difficoltà, e per questo voglio ringraziare chi si è impegnato per questo risultato e continuerà a farlo durante tutta l’estate anche per garantire la sicurezza di tutte e tutti. Quest’edizione, inoltre, si apre in una fase cruciale del dibattito parlamentare della legge contro i crimini d’odio di cui sono stato relatore alla Camera, ora arrivata in Commissione Giustizia al Senato. Il Pride Village è sempre stato un baluardo in difesa dei diritti di tutte e di tutti, e certamente non mancherà l’impegno a sostegno di questa battaglia di civiltà. Desidero infine ringraziare l’Amministrazione Comunale di Padova, il cui appoggio non è mai mancato. Tra Padova e il Pride Village c’è ormai un legame fortissimo, che si rinnova e si consolida da quattordici anni. E anche in questa estate 2021, in cui vediamo la ripresa all’orizzonte, non poteva venir meno».

Dalla colazione al dopo cena, il Village proporrà quest’anno un’ampia scelta di situazioni per un aperitivo o un after dinner. Non sono inoltre sono voluti mancare anche quest’anno due eccellenze gastronomiche patavine: il ristorante “Monkey Businness” con le proposte dello chef Angelo Pisano e “Il Vizio” che combina la cucina internazionale con il sushi.

Quella che rimarrà immutata è l’atmosfera del Village. Ad accogliere il pubblico ci penserà Radio Wow che anche quest’anno trasmetterà non solo all’interno del parco ma, con la presenza della squadra di speaker diretti da Stefano Mattara, anche sulle frequenze FM dell’emittente del gruppo Sphera Holding.

I villeggianti ritroveranno anche l’insostituibile animazione del Village composta quest’anno da oltre venti performer e artisti. composta quest’anno da oltre venti performer e artisti. Si confermano le presenze storiche dell’animazione: Giusva, L.E.O., Miss Linda, nel cast del Village fin dalla prima edizione, Ruby, Mizzy Collant, Yvonne O’Neill, Luquisha Lubamba, Krystian, Sally Chemist, Nicola Simionato, Lorenzo Pezzotti, Donna Sofia e Simon the prince.

L’accompagnamento musicale sarà come sempre di eccellenza grazie ai Dj resident: Wonderbratz, che vanta collaborazioni con le più importanti realtà LGBT emiliano romagnole e venete; Matty P e Mattia Matthew, direttamente dal RED di Bologna; Missy J Light, indiscussa ”Regina della Notte” grazie all’enorme successo delle sue serate nel Padovano; il padovano Dj Nykos; Mike More, virtuoso del genere House/Progressive; Dee Dj, la cui discografia comprende remix, mashup e tracce originali in collaborazione con i dj più influenti della scena gay mondiale; Ovren, specializzato in EDM, Progressive House ed Electro House; Manuela Doriani, speaker nei principali network italiani, Radio Deejay, Radio Capital, Radio Dimensione Suono, Play Radio e M2O; Iuri DJ, da molti anni al timone di uno dei club più popolari del Nord Italia, l’Art Club di Desenzano sul Garda.

Ogni settimana il palco della kermesse ospiterà inoltre concerti, talk e spettacoli di intrattenimento e varietà, curati dal Direttore Artistico Lorenzo Bosio.
«Quest’anno avremo come ospiti tutti artisti che hanno dimostrato nel corso dei mesi di discussione della legge contro l’omofobia di essere dalla nostra parte in maniera combattiva. Abbiamo voluto quindi premiare il loro attivismo invitandoli alla manifestazione»

Si comincia proprio dall’inaugurazione di venerdì 11 giugno alle 17.00 che, dopo il taglio del nastro, vedrà salire Diego Passoni, ballerino, presentatore, opinionista televisivo e conduttore di trasmissioni radiofoniche di successo su Radio Deejay. Sabato 12 giugno “sotto le mura” apparirà invece Drusilla Foer, attrice, cantante, icona di stile, che ci ha tenuto compagnia durante tutto il lockdown con le sue esilaranti telefonate sui social e, più di recente, è stata arguta fustigatrice di uomini nella trasmissione televisiva “Ciao Maschio” su RAI1.

Il Pride Village non dimentica dunque l’impegno civile che lo ha contraddistinto a partire fin dalla sua prima edizione. I volontari delle associazioni PensieriParole ONLUS, Arcigay Tralaltro Padova e SAT (Servizio Accoglienza Trans) di Padova avranno uno spazio dedicato per la promozione delle loro attività e per fornire assistenza e consulenza a tutti coloro che si trovassero in difficoltà o che volessero approfondire le tematiche LGBT+.

La XIV edizione del Padova Pride Village è organizzata con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova e con il sostegno di Coca-Cola e Comunian, Hotel Al Cason. Partner sono Anima, Flexo, bitHOUSEweb. Media partner: Radio Wow.

Share
Per tutta la durata del Festival saranno in vigore le regole vigenti di contrasto al COVID-19. Permane obbligatorio l'uso della mascherina e del distanziamento interpersonale. L’intera area sarà sanificata periodicamente e i bagni igienizzati continuamente con un presidio fisso. All’ingresso e in prossimità di ogni bar e ristorante sarà disponibile, inoltre, il disinfettante per le mani. Sarà premura, inoltre, dell’organizzazione aggiornare le misure di prevenzione al contagio qualora queste subissero dei cambiamenti. L’accesso al Festival potrà avvenire da via Zancan o dalla rotonda del cavalcavia Dalmazia. Il pubblico avrà la possibilità di lasciare la propria vettura presso il Parcheggio Sarpi APS e il parcheggio del Supermercato Eurospin, entrambi in via Sarpi.

www.padovapridevillage.it


Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

123 q 0,133 sec