1
Dal 7 ottobre al 9 dicembre   
Riparte la rassegna Centrodarte21

Riparte la rassegna Centrodarte21


Dal 7 ottobre al 9 dicembre concerti tra nuovo jazz, musica contemporanea storica e performance senza etichette


Riparte la rassegna Centrodarte21 che a partire dal 7 ottobre riverserà su Padova un’offerta di musica attuale più copiosa e variegata che mai, grazie a un intreccio di collaborazioni con le istituzioni cittadine: insieme al Conservatorio con il suo laboratorio SaMPL, al Padova Jazz Festival e ad altre organizzazioni a distanza. Quest’autunno, inoltre, il Centro d’Arte promuove questa molteplicità grazie al sostegno straordinario della Fondazione Cariparo, oltre ai tradizionali pilastri, l’Università di Padova e il Ministero della Cultura, cui si aggiunge un rinnovato impegno da parte del Comune di Padova.

Il menù è come sempre molto vario, dalla performance musicale senza etichette, al nuovo jazz, alla musica contemporanea storica. Si inizia dunque il 7 ottobre con il ritorno del violoncellista Erik Friedlander, musicista molto amato dal pubblico padovano, in trio con la rivelazione Ava Mendoza (chitarra elettrica) e Diego Espinosa (percussioni), che avrà un seguito ideale il 20 ottobre con un altro trio newyorkese, 3 Cards Trick, formato dalle chitarre di Marco Cappelli (classica), Brandon Seabrook (elettrica) e Stomu Takeishi (basso). Il concerto conclude una residenza finalizzata alla registrazione e alla produzione del loro nuovo album. Il 26 ottobre si riapre la sezione concertistica del progetto Maderna 192020, in collaborazione con gli Amici della Musica e il Conservatorio “Pollini”, dedicato al centenario della nascita del compositore e direttore d’orchestra Bruno Maderna, realizzato grazie al bando Culturalmente 2020 della Fondazione Cariparo. Le musiche di Maderna in questa occasione saranno poste in dialogo con quelle del collega e amico Luciano Berio e con una prima esecuzione assoluta di Ivan Fedele per ensemble ed elettronica. Il 28 ottobreappuntamento con una performance con il solo di pianoforte e sintetizzatore dell’inclassificabile Thollem McDonas, californiano, compositore, improvvisatore, educatore, animatore, attivista. Il 5 novembre è la volta di Kuzu, ensemble formato dai sassofoni di Dave Rempis, la chitarra di Tashi Dorji e le percussioni di Tyler Damon, ideale preludio alla ricca programmazione del Padova Jazz Festival, a cui anche quest’anno il Centro d’Arte contribuisce con una serie di concerti tra il 10 e il 21 novembre, e il cui dettaglio sarà annunciato più avanti. Unica anticipazione la presenza in esclusiva, il 20 novembre, di Fire! Orchestra CBA, formazione di 15 elementi centrata sul trio scandinavo formato daMats Gustafsson, Johan Berthling e Mads Frosby che per questa occasione ospita numerosi musicisti italiani, frutto di una residenza curata dal Centro d’Arte insieme ad Area Sismica di Forlì. Il concerto è anche un’anteprima delle manifestazioni musicali per gli 800 anni dell’Università di Padova, affidate per il prossimo anno proprio alla curatela del Centro d’Arte. La consueta rassegna riprende il 26 novembre con il trio Old Time Relijun, gruppo di culto del rock underground statunitense, guidato dal pluristrumentista e artista visuale Arrington De Dionyso. Il 3 dicembre, in un’area più contigua al jazz, si colloca il duo formato dal clarinettista Don Byron, veterano della scena “Downtown” newyorkese e dal pianista cubano Aruán Ortiz. Altri due appuntamenti della serie Maderna 192020 si ritrovano il 29 novembre in una serata che pone a confronto il teatro e la musica elettroacustica di Luigi Nono e di Bruno Maderna attraverso una duplice ricostruzione in cui saranno coinvolti esecutori dal vivo, Monica Bacelli e Alvise Vidolin, e la videoarte di Michele Sambin; e infine il 9 dicembre con le composizioni per due pianoforti e strumenti di Bruno Maderna e una rarità di Niccolò Castiglioni, con la partecipazione di Silvia Frigato, Giovanni Mancuso, Aldo Orvieto, Andrea Rebaudengo e una nutrita formazione di giovani musicisti.

Differenti le sedi dei concerti (tra Sala dei Giganti, Teatro Verdi e Torresino); come di consueto le manifestazioni godono di un prezzo d’accesso molto favorevole, specialmente per gli studenti dell’Università di Padova.

Calendario ottobre/dicembre 2021
-
7 ottobre 2021 ore 21.00 – Sala dei Giganti al Liviano, Padova
Erik Friedlander “Sentinel”
Erik Friedlander – violoncello
Ava Mendoza – chitarra elettrica
Diego Espinosa – percussioni

-
20 ottobre 2021 ore 21.00 – Auditorium C. Pollini, Padova
3 Cards Trick
Marco Cappelli – chitarra classica
Brandon Seabrook – chitarra elettrica
Stomu Takeishi – chitarra bassa acustica

-
26 ottobre 2021 ore 20.30 – Auditorium C. Pollini, Padova 
Maderna 192020
Bruno Maderna, Musica su due dimensioni (1952)
Luciano Berio, Différences
Bruno Maderna, Musica su due dimensioni (1958)
Bruno Maderna, Serenata per un satellite (vers. L. Berio)
Ivan Fedele, X-tension 3 (prima esecuzione assoluta)
Ex Novo Ensemble: Daniele Ruggieri – flauto; Davide Teodoro – clarinetto; Carlo Lazari – violino; 
Carlo Teodoro – violoncello; Aldo Orvieto – pianoforte; Dario Savron – percussioni
Alvise Vidolin – regia sonora
Con il contributo della Fondazione CaRiPaRo nell’ambito del bando “Culturalmente 2020”

28 ottobre 2021 ore 21.00 – Teatro Torresino, Padova
Thollem McDonas
Thollem McDonas – pianoforte, sintetizzatore

5 novembre 2021 ore 21.00 – Teatro Torresino, Padova
Kuzu
Dave Rempis – sassofoni
Tashi Dorji – chitarra elettrica
Tyler Damon – percussioni

20 novembre 2021 ore 21.00 – Teatro Verdi, Padova
Fire! Orchestra CBA
Mats Gustafsson – sassofoni
Johan Berthling – basso
Mads Forsby – batteria
Susana Santos Silva – tromba
Mats Äleklint – trombone
Anna Högberg – alto sax
Mette Rasmussen – alto sax
Virginia Genta – sassofoni
Gabriele Mitelli – tromba
Stefano Pilia – chitarra elettrica
Sara Ardizzoni – chitarra elettrica
Valeria Sturba – theremin, voce
Elio Martusciello – elettronica
Fabrizio Puglisi – tastiere
Jacopo Battaglia – batteria
Una produzione di Centro d’Arte dell’Università di Padova e Area Sismica
In collaborazione con Padova Jazz Festival e Università degli Studi di Padova

26 novembre 2021 ore 21.00 – Teatro Torresino, Padova
Old Time Relijun
Arrington de Dionyso – voce, chitarra
Aaron Hartman – contrabbasso
Amanda Spring – percussioni

-
29 novembre 2021 ore 20.30 – Auditorium C. Pollini, Padova 
Maderna 192020
Teatri invisibili
Luigi Nono, La fabbrica illuminata, Cori da “Un diario italiano”
Monica Bacelli – voce
Alvise Vidolin – regia sonora
Bruno Maderna, Ages
Michele Sambin – realizzazione video
Con il contributo della Fondazione CaRiPaRo nell’ambito del bando “Culturalmente 2020”

-
3 dicembre 2021 ore 21.00 – Sala dei Giganti al Liviano, Padova
Don Byron & Aruán Ortiz
Don Byron – clarinetti
Aruán Ortiz – pianoforte

-
9 dicembre 2021 ore 20.30 – Auditorium C. Pollini, Padova 
Maderna 192020
Bruno Maderna, Concerto per due pianoforti e strumenti, Fantasia e fuga, Liriche su Verlaine
Niccolò Castiglioni, Gorgheggio, “A Bruno Maderna”
Camillo Togni, Les feuilles amères
Silvia Frigato, soprano
Aldo Orvieto e Andrea Rebaudengo, pianoforti
Art Percussion Ensemble del Conservatorio “C. Pollini” di Padova
(Micaela Bellussi, Alessandro Cozza, Pietro Squarzon, Eugenio Turetta, Leonardo Tolio)
Annapaola Fabbrocino e Erika Perantoni, arpe
Melissa Sgorlon, celesta
Maddalena Bertelli, Andrea Magris, Eugenio Migotto, flauti
Tommaso Gasparoni e Beatrice Pozzato, oboi
Ilaria Ferrari, Giacomo Cozzi, Matteo Spanio, clarinetti
Giovanni Mancuso, direttore
Con il contributo della Fondazione CaRiPaRo nell’ambito del bando “Culturalmente 2020”

Share
tel. 049 8071370 e-mail info@centrodarte.it



Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

172 q 0,257 sec