1
  04/09/2016            17:30
Quadri da Rigoletto di G. Verdi

Quadri da Rigoletto di G. Verdi


Allestimento del Circolo della Lirica di Padova che si focalizza principalmente sui passi più noti del capolavoro Verdiano, creando un legame con le altre figure a lui simili.


Regia e voce narrante Stefano Vizioli
Preparazione vocale Alessandra Althoff Pugliese
Maestri accompagnatori della masterclass: Silvia Bellani, Alberto Boischio
Direzione artistica del progetto M° Nicola Simoni
Interpreti: Artisti della VI masterclass internazionale di canto lirico scenico espressivo provenienti da 10 Paesi
Soprani : Simona Calà Campana (Italy) – Elisabeth Margraf – Giulia Pattaro (Italy) – Magdalena Feiner (Poland) – Maria Baggio Thomaz (Brazil) – Livia Rado (Italy)
Mezzosoprani: Eva Burco (Italy) – Debora Almeida (Brazil) – Jeonghee Jo (South Korea)
Tenori: Paolo Lo Biundo (Italy) – Rodrigo Trosino (Mexico) – Jean William Silva (Brazil)
Baritoni: Luca Brajnik (Slovenia)- Federico Cavarzan (Italy) – Clorindo Manzato (Italy)
Pianisti: Jetro Rodrigues da Silvia (Brazil)
Assistenti alla regia: Max Leonardo Segali (Norway) – Yulia Shtern (Canada) – Brad Carlton Sisk (U.S.A.) – Flavia de Strasser – Giuseppe Amato (Italy)

“Il miglior soggetto in quanto ad effetto che io m’abbia finora posto in musica […]. Vi sono posizioni potentissime, varietà, brio, patetico: tutte le peripezie nascono dal personaggio leggero, libertino del Duca, da questo i timori di Rigoletto, la passione di Gilda ecc. ecc., che formano molti punti drammatici eccellenti, e fra gli altri la scena del quartetto, che in quanto ad effetto sarà sempre una delle migliori che vanti il nostro teatro[…].” In questa lettera, indirizzata il 22 marzo 1853 ad Antonio Somma, autore del libretto di Un ballo in maschera, Il Maestro sottolinea con un certo orgoglio la paternità di una delle più belle scene del nostro teatro e pone l’accento sulla felice scelta del soggetto, tratto da Le Roi s’amuse di Victor Hugo.

Rigoletto, opera in tre atti, su libretto di Francesco Maria Piave, prima composizione della cosiddetta trilogia popolare (con Il trovatore e La Traviata) ebbe, sin dal suo primo apparire, una grande fortuna presso il pubblico.
Intenso dramma di passione, tradimento, amore filiale e vendetta, che offre una combinazione di ricchezza melodica e potenza drammatica, e, a un tempo, mette in luce le tensioni sociali e la condizione femminile in una realtà in cui il pubblico ottocentesco poteva facilmente rispecchiarsi.

Nell’allestimento del Circolo della Lirica di Padova, lo spettacolo teatrale si focalizza principalmente sui passi più noti del capolavoro Verdiano, creando un legame con le altre figure a lui simili che compaio nella letteratura teatrale. Le celebri arie del Duca (Questa o quella e La Donna è mobile), il quartetto Bella figlia dell’amore, l’invettiva di Rigoletto Cortigiani, vil razza dannata, duetti e terzetti sono interpretati da un cast internazionale di giovani artisti, reduci dall’intensa e dura settimana di preparazione vocale, scenica e interpretativa che caratterizza la VI Masterclass internazionale di canto lirico scenico espressivo, per cantanti, registi e pianisti accompagnatori
Progetto in collaborazione con Associazione Artes
Patrocinio della Regione Veneto – Reteventi Provincia di Padova

Share
Palazzo Zacco Armeni,     Prato della Valle 82, Padov​a​
           clicca qui per visualizzare la mappa

Prenotazione obbligatoria e info ai numeri 349 802 6146 - 348 905 1968. Ingresso 7 € - Gratuito per i soci che rinnovano il tesseramento 2016/2017.



Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

150 q 0,138 sec