1
Dal 29 maggio al 10 luglio    11:00
Morning Auditorium

Morning Auditorium


L’ESTATE CLASSICA DI “MORNING AUDITORIUM” AI GIARDINI DELL’ARENA


Dal 29 maggio al 10 luglio quattro appuntamenti domenicali con gli studenti del Conservatorio “Pollini”.

I Giardini dell’Arena, uno dei contesti all’aperto più suggestivi di Padova, nella sua perfetta combinazione di natura, arte e storia, si prepara ad accogliere il ritorno di “Morning Auditorium”: esclusiva rassegna concertistica di “matinée musicali” frutto della collaborazione tra il Conservatorio “Cesare Pollini”, i Giardini dell’Arena e le associazioni culturali Fusmart e Mame (alle quali è affidata la gestione dello spazio verde limitrofo alla Cappella degli Scrovegni). Una quarta edizione che ribadisce fermamente i valori fondanti dell’iniziativa, ossia: portare bellezza e cultura da vivere nel tempo libero, coinvolgere tutto il pubblico nell’ascolto della musica classica – presentata attraverso un’ampia varietà sonora e di programmi, dalla grande tradizione alla contemporaneità, atti ad avvicinare i neofiti e a soddisfare gli appassionati -, offrire una panoramica degli insegnamenti attivi presso l’Istituto, e, senza venir meno all’aspetto formativo, valorizzare il percorso dei giovani musicisti, dando loro la possibilità di esibirsi sul palcoscenico in vista di una carriera professionale. L’edizione estiva prosegue dunque secondo la formula consolidata, anticipando la bella stagione all’ultima domenica di maggio e proponendo ciascun appuntamento a settimane alterne, al consueto orario delle 11.00, fino al 10 luglio.

Il concerto inaugurale avrà dunque luogo domenica 29 maggio e vedrà sul palco una novità per quanto riguarda il ventaglio sonoro ad oggi illustrato dalla rassegna: ad esibirsi saranno Calogero Contino, Enrico Mattea, Emanuele Resini e Giacomo Zorzetto, quattro trombettisti, coordinati dal prof. Diego Cal, componenti la formazione ECG Trumpet Quartet. Originale il repertorio proposto che dal barocco di Henry Purcell, Jeremiah Clarke, Georg Philipp Telemann e Jean Joseph Mouret spazia alla contemporanea di Uwe Heger e al jazz blues di Bert Lochs, per concludere con un medley dei Beatles e il tema della più celebre colonna sonora di Elmer Bernstein, il western “I Magnifici Sette”. Nuova anche la presenza ai Giardini dell’Arena, domenica 12 giugno, dell’Art Percussion Ensemble, gruppo di percussioni composto dagli studenti Micaela Bellussi, Alessandro Cozza, Igor Tiozzo, Leonardo Tolio, Enrico Turetta, Andrea Zamengo, Pietro Zennaro e diretto dal prof. Massimo Pastore. In programma musiche originali per marimba, vibrafono e altri strumenti a percussione di Emmanuel Sejourné, Minoru Miki, Anna Ignatowicz-Glinka, Gary Burton e Ludwig Albert. Un’esperienza di ascolto che non tutti hanno provato e che sorprenderà, oltre che per gli aspetti ritmici, per le dinamiche e la musicalità. Più avanti a giugno, domenica 26, protagonista sarà il quartetto con Ilaria Ferrari, Giacomo Cozzi, Guido Seguso, clarinetti, e Sandro Di Silvestro, clarinetto basso, preparato dal prof. Luca Lucchetta. Verrà proposto un programma con trascrizioni di brani classici e moderni volto a far comprendere le tante sfumature e le capacità espressive, paragonate per ricchezza a quelle della voce umana, di questa famiglia di strumenti. La tranche estiva di “Morning Auditorium” si concluderà domenica 10 luglio con le voci liriche di Yukari Mori, soprano, e Giulio Putrino, tenore, accompagnati al pianoforte dai maestri Maddalena Gatto e Alberto Schiffo, in una selezione di famose romanze da salotto, arie d’opera e duetti. I concerti sono ad accesso gratuito (con offerta libera). Le sedute sono ad esaurimento posti. Sarà presente un servizio food and beverage. Ingresso da via Porciglia.

Inizio concerti: ore 11.00

info@fusmart.it

Share
info@fusmart.it



Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

147 q 0,954 sec