Dal 4 aprile al 9 maggio    17:30
Lezioni di Suono in Sala dei Giganti al Liviano

Lezioni di Suono in Sala dei Giganti al Liviano


Da mercoledì 4 aprile 2018 a mercoledì 9 maggio 2018, a Padova, nella Sala dei Giganti al Liviano, l’Orchestra di Padova e del Veneto, in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova, darà vita al nuovo ciclo di Lezioni di Suono, tre lezioni-concerto tenute dal compositore Giorgio Battistelli


Da mercoledì 4 aprile a mercoledì 9 maggio, nella Sala dei Giganti al Liviano, l’Orchestra di Padova e del Veneto, in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova, darà vita al nuovo ciclo di Lezioni di Suono, tre lezioni-concerto tenute dal compositore Giorgio Battistelli, artista tra i più vitali degli ultimi decenni, che ha concentrato la propria energia compositiva e creatività del proprio linguaggio nella ricerca di un teatro musicale capace di instaurare una comunicazione diretta ed immediata con il pubblico.

È una formula unica, speciale e innovativa quella delle Lezioni di Suono, proposte da Marco Angius, direttore artistico e musicale dell’Orchestra di Padova e del Veneto, e organizzate in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova e il Teatro Stabile del Veneto.
Giunte alla terza edizione dopo i successi ottenuti dai fortunati cicli di Salvatore Sciarrino e Ivan Fedele, le Lezioni di quest’anno vedranno protagonista Giorgio Battistelli, uno tra i più apprezzati autori di teatro musicale sulla scena internazionale nonché compositore in residenza OPV per il 2018, e, come di consueto, saranno trasmesse da Rai5 nei palinsesti televisivi nazionali.

Articolate in tre lezioni-concerto tenute dallo stesso compositore, le Lezioni di Suono saranno l’occasione per esplorare altrettante opere di Battistelli, a partire dalla riflessione sul rapporto con il passato reinventato e riscritto del Combattimento di Tancredi e Clorinda da Monteverdi, passando attraverso L’Imbalsamatore, monodramma satirico sulla rivoluzione russa e sulla figura di Lenin, tratto dall’omonimo romanzo di Renzo Rosso, per concludersi con il confronto con la drammaturgia di Antonin Artaud (I Cenci).

Appuntamento dunque in Sala dei Giganti al Liviano mercoledì 4 aprile 2018, per la prima Lezione di suono nel corso della quale Giorgio Battistelli presenterà una rilettura del Combattimento di Tancredi e Clorindadi Claudio Monteverdi, pubblicato a Venezia nel 1638 all’interno della raccolta “Madrigali Guerrieri et Amorosi”.
La nuova opera sarà il risultato di una lettura trasversale di Monteverdi in cui la musica del passato rivive nel presente in modo visionario e trasfigurato sia in senso acustico che in senso vocale. Monteverdi, sembra dirci Battistelli, è un compositore sempre attuale e la sua drammaturgia strumentale, così come la forza rappresentativa dei testi del Tasso, si incarna in una nuova forma di “teatro del suono”.

Un inarrestabile flusso di parole, musica, follia e movimento si intreccerà a profonde riflessioni politiche ed esistenziali e inonderà gli spettatori nella seconda Lezione di Suono, martedì 24 aprile 2018, con L’imbalsamatore, monodramma giocoso da camera. Non c’è soluzione di continuità tra i deliri verbali e corporali di Miscin, l’addetto al periodico restyling della salma di Lenin nel mausoleo della Piazza Rossa, e gli interventi della compagine cameristica che accompagna e commenta con sarcasmo graffiante l’andirivieni impetuoso tra il tavolino, il lavamani, la salma, la bottiglia di vodka e gli alambicchi fumanti. Un monologo feroce in cui il protagonista, incrocio tra un novello dottor Frankenstein e un redivivo Faust, soccombe nel folle e disperato tentativo di restituire al suo capo un aspetto umano grazie a un nuovo farmaco che dovrebbe non solo preservarne la salma ma anche conferirle elasticità e morbidezza.

Il confronto tra la drammaturgia musicale di Battistelli e il teatro della crudeltà di Antonin Artaud chiuderà il ciclo delle Lezioni di Suono, mercoledì 9 maggio 2018 che vede la collaborazione del Teatro Stabile del Veneto. Composto nel 1997, I Cenci, tratto dall’omonimo dramma dell’autore francese ambientato alla fine del XVI secolo, si basa sulla storia vera della nobile famiglia romana del Conte Francesco Cenci, protagonista di una vicenda fosca di vendette famigliari incrociate. Le invenzioni compositive di Battistelli offrono al teatro di Artaud ciò che l’autore immaginava e che all’epoca non poteva realizzare, e i contorni inquietanti degli antichi avvenimenti si fanno incerti e sospesi in una trama musicale “a rete” che avvolge e trasfigura ogni gesto strumentale e vocale, anche grazie agli effetti in tempo reale elaborati dalla regia elettroacustica di Alvise Vidolin e Nicola Bernardini.

Le Lezioni di Suono si terranno alle ore 17.30 nella cornice della Sala dei Giganti in Piazza Capitaniato. Nelle stesse date alle ore 10.30 verrà proposta un’anteprima riservata alle scuole superiori, dal titolo evocativo Prima del Suono; l’iniziativa, che ben si sposa con la vocazione didattica di Battistelli, nasce per offrire la possibilità agli studenti di confrontarsi da vicino con il compositore, ponendogli domande e interagendo in modo diretto con lui e con la sua musica.

Share
Sala dei Giganti,     Liviano, Piazza Capitaniato, Padova
Biglietti Interi € 8, ridotti € 3 (studenti e giovani Under35), acquistabili online sul sito opvorchestra.it (solo biglietti interi); a partire da una settimana prima di ciascun appuntamento presso Gabbia (via Dante, 8) o il giorno stesso dalle ore 16.30 al botteghino della Sala dei Giganti.
Prima del Suono: Biglietto unico 3€, acquistabile il giorno stesso dalle ore 10.00 al botteghino della Sala dei Giganti. Tel. 049 656848

info@opvorchestra.it
www.opvorchestra.it


Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

106 q 1,004 sec