Dal 3 febbraio al 24 marzo    18:00
I sabati del Conservatorio

I sabati del Conservatorio


Ventesima edizione della rassegna musicale “I Sabati del Conservatorio”, promossa dal Conservatorio Pollini di Padova.


Si apre sabato 3 febbraio 2018 alle ore 18 all’Auditorium Pollini di Padova la 20° edizione della rassegna musicale “I Sabati del Conservatorio”, promossa dal Conservatorio Pollini di Padova, che continuerà fino al 24 marzo. Un traguardo importantissimo, perché da vent’anni il Conservatorio offre ai cittadini padovani la possibilità di partecipare gratuitamente ad una rassegna di alto livello musicale, che propone sul palcoscenico docenti, i migliori allievi ed ex allievi del conservatorio.

Il Direttore M° Leopoldo Armellini in apertura della rassegna dichiara:

La Rassegna de “I Sabati del Conservatorio”, nata da un’idea dell’allora direttore Claudio Scimone, compie ben 20 anni di vita. E’ un conseguimento per noi importante sia dal punto di vista della continuità e del livello artistico come peraltro per il valore sociale intrinseco di cui la rassegna è portatrice. Il Conservatorio apre le sue porte ai cittadini, soprattutto a coloro che non hanno dimestichezza coi concerti di musica “colta”, invitandoli a lasciarsi contaminare da questo nuovo linguaggio.

 Molto spesso chi non ha familiarità con le sale da concerto afferma “ma io non capisco nulla di musica”. Ecco, noi ci rivolgiamo a costoro nella consapevolezza che non c’è nulla da capire, c’è solo da ascoltare e da divertirsi in completa rilassatezza.

I nostri programmi musicali sono di livello tale da poter soddisfare anche il “palato fine”. La forza del Conservatorio sta nel fatto che è attrezzato per accontentare gli estimatori di tutti i generi musicali, dal Barocco al Jazz, dalla musica vocale e strumentale alla musica elettronica con ogni sorta di ensemble”

Ad inaugurare la rassegna sabato 3 febbraio il concerto “FIATO ALLE TROMBE” per organo, trombe e timpani con ospite speciale l’organista ed ex allievo M° Andrea Tomasi sotto la direzione del M° Diego Cal.

La tromba e l’organo sembrano a prima vista due strumenti apparentemente lontani per la loro natura timbrica; in realtà riescono a coesistere e a convincere anche il più distratto ascoltatore per merito dell’incredibile fascino che i loro suoni, duettando, esercitano. Ecco quindi la proposta di un concerto per trombe, timpani e organo, in cui la potenza dei fiati, il ritmo dei timpani e la maestosità dell’organo si fondono magicamente, coinvolgendo e meravigliando l’ascoltatore.

Durante il concerto vengono presentati brani di Bach, Händel, Haydn, Buxtehude, Karg-Elert,Mouret,

Diego Cal, Luca Del Ben, Elisa Cimbaro trombe,

Andrea Tomasi organo,

Micaela Bellussi timpani

La rassegna dei Sabati continua con altri sei appuntamenti musicali: il 10 febbraio un concerto dedicato a “Telemann: operista e concertatore” con la Camerata Accademica del Conservatorio diretta dal M° Faldi e il coro di Voci bianche “C.Pollini” diretto dalla M° Marina Malavasi.

Sabato 17 febbraio come da tradizione i Sabati ospitano gli studenti del Conservatorio “Nicolini” di Piacenza che si presenta con “I quintetti: capolavori del classicismo viennese” con musiche di Mozart, Beethoven, Liszt. Di  Mozart viene eseguito il Quintetto in Mi bemolle maggiore, per pianoforte e fiati, di Beethoven il Quintetto in Mi bemolle maggiore op. 16 per pianoforte, oboe, clarinetto, corno e fagotto, e infine di Liszt  lo Studio n° 2 da “Grands Etudes de Paganini”.

Sul palco Volha Karmyzava al pianoforte, Luca Etzi oboe, Martino Moruzzi clarinetto, Fiorenzo Ritorto al corno ed Enrico Bertoli al fagotto

Sabato 24 febbraio tra “Archi e fiati a passo di danza” un percorso musicale tra Mozart e Grieg con gli studenti di Musica da Camera del M° Elio Orio e l’Ensemble a fiati del Pollini diretta dal M° Pierluigi Destro con la partecipazione straordinaria della scuola Danza City di Caterina Di Napoli.

Sabato 3 marzo spazio a pianoforti e percussioni con una delle più importanti opere cameristiche della letteratura del Novecento, la Sonata per due pianoforti e percussioni di Bela Bartók con gli studenti pianisti del M° Aldo Orvieto e le percussioni degli allievi del M° Massimo Pastore.

Sabato 17 marzo, appuntamento con il Simultaneo Ensemble che propone “Dalla Grande Guerra alle radici della contemporaneità” un concerto per Coro, Ensemble orchestrale, video ed elettronica, nell’ambito delle iniziative del Consorzio dei Conservatori del Veneto.

La rassegna dei Sabati si chiude il 24 marzo “Un libro per il Sax e la sua Orchestra” con la Sax Orchestra del Pollini diretta dal M° Luigi Podda che in questa occasione presenterà anche il suo libro “Adolphe Sax. Il saxofono, storia e repertorio”.

Share
Auditorium Pollini,     via Carlo Cassan 17, Padova

Ingresso libero a tutti i concerti.



Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

90 q 0,304 sec