Da mercoledì 27 giugno a mercoledì 18 luglio   
Fattore H.Haydn&Friends

Fattore H.Haydn&Friends


Dopo i successi del “Ludwig van Festival” e del “4 Franz Festival” l’Orchestra di Padova e del Veneto propone, da mercoledì 27 giugno a mercoledì 18 luglio, un nuovo ciclo di appuntamenti estivi


Dopo i successi del “Ludwig van Festival” e del “4 Franz Festival” l’Orchestra di Padova e del Veneto propone, da mercoledì 27 giugno a mercoledì 18 luglio, un nuovo ciclo di appuntamenti estivi, “Fattore H. Haydn&Friends”, dedicati a un gigante del classicismo viennese: Joseph Haydn.
In programma quattro concerti nella suggestiva cornice del Teatro Giardino di Palazzo Zuckermann a Padova. L’estate OPV sarà inoltre arricchita, giovedì 26 luglio, da una serata speciale, “Notte nei giardini di Spagna”, con un concerto al Castello Carrarese dedicato alla musica spagnola.

“Dopo il “Ludwig van Festival” in cui la conversione del classicismo nella materia opposta, fatta di tempestose accensioni beethoveniane, appariva in tutta la sua furia, e il “4 Franz Festival” dedicato all’apollineo Schubert, l’OPV presenta un focus ulteriore sulla Vienna tra Sette e Ottocento con il “Fattore H” cioè il simbolo del classicismo mitteleuropeo incarnato dal sinfonismo di Joseph Haydn, – spiega Marco Angius, direttore musicale e artistico – quasi un ritorno alle origini della forma musicale come equivalente sonoro della dialettica hegeliana.

Il Festival si aprirà mercoledì 27 giugno con l’ultima delle sinfonie composte da Haydn diretta dal Maestro Marco Angius, la Sinfonia in re maggiore Hob.I:104, con la quale si conclude il periodo londinese del compositore. La teatralità del gesto strumentale haydniano si travaserà in Ludwig van Beethoven di cui verrà eseguita la Sinfonia n. 4 in fa maggiore che, per la sua armoniosità, fu paragonata da Robert Schumann ad una “slanciata fanciulla greca”.

Dopo Beethoven, sarà la volta, mercoledì 4 luglio, di due famose pagine di W. A. Mozart: il Concerto per violino e orchestra n. 4 in re maggiore K 218 che vedrà impegnata Sonig Tchakerian nella doppia veste di violino solista e concertatore, e la Sinfonia n. 38 “Praga” K 504 diretta dal Maestro Nicola Simoni. Tra i due capolavori mozartiani verrà eseguito un piccolo gioiello di Haydn, l’Ouverture del dramma giocoso Il mondo della luna.

La forma sinfonica haydniana intesa anche come gioco e variazione troverà in Brahms un successore elettivo: ecco dunque che il concerto di mercoledì 11 luglio diretto dal Maestro Carlo Tenan metterà in relazione i due grandi compositori, offrendo al pubblico la possibilità di ascoltare, dapprima la Sinfonia in mi bemolle maggiore Hob.I:99 e il Divertimento per quintetto di fiati (dalla Feldpartita n. 6) di Haydn, e infine le celeberrime Variazioni su un tema di Haydn op. 56a di Johannes Brahms, la cui maturità stilistica ed espressiva aprirà la strada alle future sinfonie del musicista tedesco.

La serata conclusiva del Festival vedrà, mercoledì 18 luglio, la musica di Haydn come unica protagonista: dopo la Sinfonia concertante in si bemolle maggiore per violino, violoncello, oboe, fagotto e orchestra che vedrà impegnati i solisti Giacomo Bianchi (violino), Giancarlo Trimboli (violoncello), Paolo Brunello (oboe), e Aligi Voltan (fagotto), l’OPV, diretta dal Maestro Marco Attura, eseguirà la Sinfonia n. 45 in fa diesis minoreHob.I:45 “Degli addii” con il celebre adagio finale in cui i musicisti a poco a poco abbandonano i propri leggii.

L’estate musicale OPV sarà impreziosita, giovedì 26 luglio alle ore 21,30 presso il Castello Carrarese, dal concerto “Notte nei giardini di Spagna” diretto dal Maestro Marco Angius con la presenza di un solista d’eccezione, il chitarrista Alberto Mesirica; in programma la prima opera composta da Joaquín Rodrigo per chitarra e orchestra, il Concierto de Aranjuez, la Suite n.1 e n.2 tratte dal balletto El sombrero de tres picos (Il cappello a tre punte) di Manuel de Falla, e infine il Capriccio spagnolo op. 34 di Nicolaj Rimsky Korsakov, la cui orchestrazione restituisce la ricchezza dei colori e dei ritmi della musica popolare iberica.

Da sapere
I concerti del Festival Fattore H.&Friends avranno luogo alle ore 21 presso il Teatro Giardino di Palazzo Zuckermann.
Il concerto Notte nei giardini di Spagna si terrà alle ore 21,30 al Castello Carrarese.
In caso di maltempo i concerti si svolgeranno, sempre alle ore 21, presso l’Auditorium Pollini.

Sedi a Padova
Teatro Giardino di Palazzo Zuckermann – Corso Garibaldi, 33
Orto Botanico – Via Orto Botanico, 15
Castello Carrarese – Piazza Castello, 16

I concerti del Festival Fattore H.&Friends sono realizzati con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione del Veneto, del Comune di Padova, in collaborazione con l’Università degli Studi di Padova.

Share
Biglietti: Concerti a Palazzo Zuckermann: intero € 10, ridotto (abbonati Stagione OPV e Under35) € 7. Concerto al Castello Carrese: intero € 15, ridotto (abbonati Stagione OPV e Under35) € 10. In prevendita su www.opvorchestra.it (solo biglietti interi) o presso Gabbia Dischi (via Dante, 8), i biglietti eventualmente invenduti saranno disponibili al botteghino il giorno del concerto dalle ore 20.00. Il giorno dei concerti alle ore 10,30 saranno aperte al pubblico le prove generali nella Sala delle Colonne dell’Orto Botanico di Padova: biglietto unico euro 8. Il programma può subire modifiche, si invita a verificare il programma definitivo sul sito www.opvorchestra.it. Informazioni: tel. 049 656848 - 656626

info@opvorchestra.it
www.opvorchestra.it


Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

101 q 0,419 sec