1
  13/04/2018            20:30
C’era un ragazzo… show – Memorial Orfeo Valandro

C’era un ragazzo… show – Memorial Orfeo Valandro


Tanti artisti e amici (cantanti e musicisti, cabarettisti e fantasisti) che in qualche modo hanno avuto un contatto artistico con l’indimenticato Orfeo, cantante padovano scomparso nel 2005.


Tanti artisti e amici (cantanti e musicisti, cabarettisti e fantasisti) che in qualche modo hanno avuto un contatto artistico, ma spesso anche di amicizia, con l’indimenticato Orfeo, cantante padovano scomparso nel 2005, saranno sul palco facendo parte delle formazioni de Le Sensazioni (band in cui militò Valandro, con Mauro Moschin e Massimo Salasnich e tanti altri amici), i giovani The Mods, il C- Family Quartet, e grandi ospiti d’eccezione: Vittorio De Scalzi dei New Trolls nonchè Jonathan e Gianni Dego.

Due ore di musica e divertimento che l’Associazione Tempi e Ritmi propone in un evento dove gli anni ‘60 ‘70 e ‘80 la faranno da padroni.

Vittorio De Scalzi, anima dei New Trolls, ha da poco festeggiato i suoi cinquant’anni di carriera. “Portare i brani di una vita mi riempie il cuore di gioia – dice De Scalzi -. Cinquant’anni di attività sono un traguardo importante e io questo momento lo vedo come un inizio, un nuovo inizio che mi sprona a dare sempre di più. I nostri pezzi al Festival di Sanremo non vinsero mai, però riscossero molto successo di pubblico”. Vittorio De Scalzi è stato fondatore sia dei Trolls con Pino Scarpettini che dei New Trolls insieme a Nico Di Palo, Gianni Belleno, Giorgio D’Adamo e Mauro Chiarugi. De Scalzi è un artista dalla doppia anima: da una parte il ribelle fondatore dei mitici New Trolls (“Una miniera” “Quella carezza della sera” e tante altre); dall’altra il cantautore intimista che ha scritto autentiche perle per alcuni dei più noti interpreti della musica italiana (Ornella Vanoni, Mina, Anna Oxa tanto per citarne alcuni).

Co-autore con Fabrizio De André del primo “concept album” delle musica italiana (“Senza orario e senza bandiera”), De Scalzi rappresenta anche un pezzo di storia del progressive italiano, ideatore dell’innovativo “Concerto grosso” che lo ha portato in tour per il mondo intero.

Anche Gianni Dego ha tagliato il traguardo di 50 anni di carriera qualche anno fa. Gli amici lo hanno soprannominato il “Reuccio del Triveneto” in omaggio al grande Claudio Villa che è il modello a cui si ispira: non solo valzer, mazurke, bachate e cumbie quindi, ma anche e soprattutto canzoni melodiche, in decenni di carriera, migliaia di sale da ballo, sagre, feste paesane ma anche teatri in Italia e nel mondo. Giunto in finale nel 1969 a Castrocaro Terme, ha vinto due dischi d’oro a Parigi nel 1994 e nel 1996. Ora nella sua orchestra suona e canta affiancato dal figlio Jonathan. I due (accompagnati dalla bella e brava Dagmar) parteciperanno con entusiasmo anche a questa edizione di “C’era un ragazzo…show” dopo il grande successo tributato dal pubblico lo scorso anno, dove la musica è stata la regina del palcoscenico

La manifestazione sostiene l’Associazione “Veneti schiacciati dalla crisi” ONLUS e chiede all’ingresso agli spettatori un’offerta responsabile.

 

Share
Piccolo Teatro,     via Asolo 2, zona Paltana, Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa

Info 347.2628873 tempieritmi@gmail.com www.piccolo-padova.it. La manifestazione sostiene l’Associazione “Veneti schiacciati dalla crisi” ONLUS e chiede all’ingresso agli spettatori un’offerta responsabile.



Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

172 q 0,351 sec