11
Dall'8 dicembre al 31 gennaio 2022   
Tra Arte e Pubblicità. Parole e immagini in mostra

Tra Arte e Pubblicità. Parole e immagini in mostra


La mostra parte da una considerazione di Manfredo Massironi, studioso e artista padovano, secondo cui i canoni classici della bellezza quali equilibrio, proporzione e misura hanno abbandonato l’ambito dell’arte, liberandola così “da qualsiasi vincolo normativo”, e sono transitati in quello della pubblicità.


La mostra parte da una considerazione di Manfredo Massironi, studioso e artista padovano, secondo cui i canoni classici della bellezza quali equilibrio, proporzione e misura hanno abbandonato l’ambito dell’arte, liberandola così “da qualsiasi vincolo normativo”, e sono transitati in quello della pubblicità. Da tale suggestione Francesco Nosella e Walter Ponchia che firmano la mostra, ne derivano l’esistenza di uno “spaio”, almeno supposto, tra arte e pubblicità in cui l’utilizzo dei canoni classici della bellezza possono essere messi al servizio dello svelamento di un’identità individuale. Come nella pubblicità, l’immagine ha bisogno di essere “ancorata” dalla parola per diventare significato e messaggio. Nel caso della pubblicità il messaggio è univoco, mentre, in questo “spazio supposto”, è aperto a nuove e ulteriori interpretazioni.

“Guardando alle fotografie a colori, di rara perfezione formale – scrive Barbara Codogno nel suo testo critico che accompagna la mostra – mi sono chiesta quali fossero gli oggetti che meglio mi rappresentino.” Per raccontare “la mia anima – conclude – ho dovuto ricostruire il mio ambiente.”.
Ed è proprio questo l’intento degli autori, svelare l’anima di chi e di ciò che è ritratto. E’ un lavoro di costruzione dell’immagine per ricavare di ciascuno il proprio sé rifuggendo dalla “chimera dello scatto rubato”. Accade “una strana alchimia – scrive ancora Codogno – in cui “nell’artificio il soggetto si svela, mostra la sua natura.”
L’identità svelata, tuttavia, come ci ricorda Roland Barthes nella sua Camera chiara, “non può che essere dentro una mitologia”, quella di un soggetto che racconta “come in “se stesso” e non in quella anagrafica e meno che mai in quella “di profilazione”.

Unicità, bellezza e irriducibilità del singolo sono stati il terreno della ricerca. Soggetti ritratti e narrati nel loro ambiente che si rivela essere (Ancora! Per molto?) quello del lavoro.
“E attraverso questi dodici scatti perfetti – è ancora Codogno che scrive – vediamo infatti l’anima identitaria di una città che mostra il suo universo grazie ai ritratti di Alberto Grinzato, Tarcisio Berton, Corrado Falco, Emanuela Marchetti e Luigia Panizzolo, Domenico Cortes, Lorenzo Michelon, Ruggero Braga, Luca Tomasi, Giampietro Freo, Romano Lovison, Elisabetta Salvalaggio e Deborah Scorzelli.
“Una città che sa di vino, di piazze, di arte, di storie famigliari, di mestieri, d’Oriente… Un melting pot culturale che rende speciale il luogo che descrive; così come sono speciali tutte le persone che lo abitano. Si tratta dell’amata aria di casa.”

La mostra propone dodici fotografie in grande formato (100×150) accompagnate da una interpretazione delle immagini e dei personaggi ritratti, colti nel loro ambiente di lavoro. Si tratta di osti, artigiani, commercianti, imprenditori, agricoltori.
Gli autori: Francesco Nosella vive a Padova e si occupa di comunicazione, Walter Ponchia, padovano, vanta una lunga esperienza come fotografo pubblicitario.

LA MOSTRA
Dodici ritratti fotografici stampati in grande formato (100×150 cm) corredati da scheda narrativa.
Progetto: Francesco Nosella (Parole), Walter Ponchia (Immagini)
Spazio ex Mc Kenzie – Piazza delle erbe – Padova
8 dicembre 2021 – 31 gennaio 2022 – orari 10/12 16/19

Incontro con i protagonisti dei ritratti
Martedì 14 dicembre 2021 ore 17,00 – Negozio Caberlotto – via Daniele Manin, 11 Padova
I protagonisti dei ritratti si incontrano tra loro e con il pubblico.

Dove va la fotografia?
Mercoledì 12 gennaio 2022 ore 18,00 – Osteria Enoteca Cortes – Riviera Paleocapa, 7 Padova
Incontro dibattito sulla fotografia oggi.
Conversazione con Carlo Sala, critico d’arte e docente al Master in Photography – IUAV di Ve. A cura di Franco Tanel, fotografo e giornalista

L’arte alimenta i processi di comunicazione?
Giovedì 20 gennaio 2022 ore 18,00 – Osteria all’Anfora – via Soncin, 13 Padova
Incontro dibattito a partire da una indicazione a Manfredo Massironi.

Share
Spazio ex Mc Kenzie,     Piazza delle erbe, Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa

Informazioni: Orari: 10-12 || 16 – 19 - Ingresso libero – Chiuso 25 e 26 dicembre e dall’1 al 4 gennaio Info: tel. 348 2628177 - 345 0968762 www.studiolavia.it/tra-arte-e-pubblicita francesco.nosella@studiolavia.it - walterponchia@libero.it



Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

136 q 0,306 sec