11
Dal 24 febbraio al 30 marzo   
Renzo Crociara

Renzo Crociara


Dal 24 febbraio al 30 marzo sarà visibile la nuova mostra, dedicata a Renzo Crociara, del ciclo de Le Vetrine dell'Arte, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova e curato da Carlo Silvestrin.


Dal 24 febbraio al 30 marzo 2020 presso la Sala Samonà in via Roma 57 a Padova sarà visibile la nuova mostra, dedicata a Renzo Crociara, del ciclo de Le Vetrine dell’Arte, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova e curato da Carlo Silvestrin.

Renzo Crociara è artista noto per la poeticità dei suoi dipinti, realizzati con sovrapposizione di velature; l’eleganza del tratto, la cura dei minimi particolari, la luce – elemento focale di ogni sua opera – lo hanno reso famoso in Italia ed all’estero dove espone da oltre cinquant’anni.
L’artista, schivo e riservato, riesce a comunicare tramite la pittura una sorta di dèja vu di immagini che sono il frutto dell’osservazione dell’esistente; paesaggi del Delta del Po, interni della sua casa, rare e delicate figure femminili viste da angolazioni rimandano a ricordi quasi ottocenteschi quando il tempo scorreva lento come il “grande fiume” che bagna le terre abitate da Crociara.
Renzo Crociara nasce a Codigoro (FE) nel 1950. Giovanissimo si dedica alla pittura partendo da un figurativo a sfondo sociale intimistico per poi passare ad un realismo esasperato; sul finire degli anni Settanta affronta tele di grandi dimensioni sulle quali realizza quasi esclusivamente autoritratti a colori o nelle sfumature del bianco e del nero, che presenta in una mostra personale al Centro Arti Visive di Palazzo dei Diamanti di Ferrara nel 1982.
Compie numerosi viaggi in Spagna, Francia e Stati Uniti e, rientrato stabilmente in Italia, realizza una mostra alla Galleria Plusart di Venezia, da cui si sviluppa la sua attività di professionista; intanto la sua pittura va modificandosi con un ritorno ad un figurativo di tipo classico e prediligendo quali soggetti: interni, letti, camicie. A tal proposito scrive Franco Solmi: “… gli occhiali, il biglietto d’aereo, la busta della Posta, la giacca in pelle, diventano per Crociara occasioni per rappresentare una individualità distinta di una storia in atto…”.

La produzione attuale, iniziata negli anni Novanta, si è fatta via via più riflessiva e, come si può leggere nell’importante testo a lui dedicato da Vittorio Sgarbi per il catalogo edito da Mondadori, …“il processo di interiorizzazione del reale è ormai del tutto compiuto,in parallelo alla maturazione come uomo e come artista”… Ecco allora che i suoi paesaggi, i suoi interni, le sue nuche di ragazza diventano sfumati, evanescenti, quasi un impalpabile ricordo in dipinti ove la luce è protagonista evidenziando il particolare e sfumando il resto.

Share
Sala Samonà,     via Roma 57, Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa





Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

125 q 0,179 sec