11
Dal 23 al 30 settembre   
Mostra fotografica: “La Padova che cambia”

Mostra fotografica: “La Padova che cambia”


Mostra fotografica presso l'Oratorio della Beata Elena con le foto vincitrici del Photocontest "La Padova che cambia" indetto per Portello Segreto 2018


Le fotografie vincitrici e quelle con particolari menzioni scattate per il Photocontest “la Padova che cambia” saranno esposte dal 23 settembre al 30 settembre 2018 presso l’Oratorio della Beata Elena. La mostra è indetta in occasione dell’Evento Solidaria organizzato dal CSV provinciale di Padova per la candidatura della città a capitale del volontariato in Europa.
Si tratta di una settimana di iniziative sul tema della solidarietà e sull’importanza di fare rete tra realtà culturali, sociali, politiche per il bene della comunità.

Il concorso fotografico, nato grazie alla collaborazione tra l’Associazione Fantalica e AcegasApsAmga, nell’ambito della terza edizione del programma culturale “Portello Segreto” quest’anno dedicato al tema del viaggio, ha rappresentato un’occasione per appassionati di fotografia, cittadini e visitatori per raccontare la propria visione della città e i mutamenti che si leggono nelle architetture, nelle luci, nei servizi che offre e nell’umanità che la popola.

Ad affiancare le foto dei partecipanti al contest saranno quelle del fotografo Antonio Lovison protagonista insieme a Renzo Saviolo della mostra fotografica “Padova 1956/2018: Metamorfosi di una città”, inaugurata il 18 maggio ed esposta a Palazzo Angeli fino al 24 giugno 2018, inserita anch’essa nel contesto culturale di “Portello segreto”. La mostra alla Beata Elena, quindi, sarà l’occasione per chiudere il cerchio del nostro viaggio attraverso la città di Padova.

Di seguito i titoli e gli autori delle foto che saranno esposte:
Colori notturni – Corinto Baliello (1° premio)
La Contraddizione del mutamento – Martina Ronzati (2° premio)
Aspettando il tram – Gianni Mazzon (3° premio)
Love is Love – Thomas Maggiolo (Menzione speciale)
Fotografie segnalate dalla giuria per originalità ed efficacia compositiva:
Tram in progress – Chiara Cecchin
Contact – Luca Rossi
Monkey Run – Daniele Dal Pozzolo
Corrente artistica – Lorenzo Dalla Pria
Fotografie che hanno avuto un particolare riscontro sulla pagina Facebook Portello Segreto
La giostra di Prato della Valle – Rita Tartaria
E tu… sei disposto al cambiamento? –  Thomas Maggiolo

Info e orari:
La mostra sarà inaugurata sabato 22 settembre alle ore 12.00 con Presidente del CSV Emanuele Alecci, l’assessore Andrea Colasio, l’associazione Fantalica e l’associazione Progetto Portello.

È possibile visitare la mostra presso l’oratorio della Beata Elena in via Belzoni nei giorni seguenti:
Domenica 23 settembre 2018 dalle ore 10.00 alle ore 12.00
Mercoledì 26 settembre 2018 dalle ore 16.00 alle ore 19.00
Giovedì 27 settembre 2018 dalle ore 16.00 alle ore 19.00
Venerdì 28 settembre 2018 dalle ore 16.00 alle ore 19.00
Sabato 29 settembre 2018 dalle ore 16.00 alle ore 19.00
Domenica 30 settembre 2018 dalle ore 10.00 alle ore 12.00

 

 

 

Share
Oratorio della Beata Elena,     via Belzoni, Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa

Ingresso libero.

Potrebbero interessarti anche

  • A Padova la bellezza non chiude mai

    A Padova la bellezza non chiude mai

    Sono tre i musei dell’Università di Padova (di Scienze Archeologiche e d’Arte, dell'Educazione e di Macchine “Enrico Bernardi”) che aprono gratuitamente al pubblico nel mese di luglio le loro collezioni.
  • PRIDE VILLAGE 2019

    PRIDE VILLAGE 2019

    Inizia il conto alla rovescia in vista del 14 giugno, quando alle 19.30 apriranno ufficialmente i cancelli della dodicesima edizione del Pride Village alla Fiera di Padova. Fino al 14 settembre, dal mercoledì al sabato, il festival dedicherà al proprio pubblico tre mesi intensi fatti di concerti, teatro, party esclusivi e divertimento.
  • Segnavie 9: Una “spinta gentile” per una crescita inclusiva

    Segnavie 9: Una “spinta gentile” per una crescita inclusiva

    È un approfondimento che certo interessa chiunque voglia migliorare le relazioni con gli altri, con l’obiettivo di superare incomprensioni e preconcetti, più o meno inconsci, che spesso frenano lo svilupparsi di dinamiche virtuose all’interno di un team o di un ambiente condiviso.


Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

147 q 0,141 sec