5
  16/05/2019           
Padova Pride 2019: gli appuntamenti in occasione della Giornata internazionale contro l’omofobia

Padova Pride 2019: gli appuntamenti in occasione della Giornata internazionale contro l’omofobia


Proseguono a Padova gli appuntamenti organizzati dal Comitato Padova Pride in vista della sfilata del 1° giugno. Questa settimana si incroceranno anche con la celebrazione, il 17 maggio, della Giornata internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia, ricorrenza promossa dal Comitato Internazionale per la Giornata contro l'Omofobia e la Transfobia e riconosciuta dall'Unione europea e dalle Nazioni Unite che si celebra ogni anno dal 2004.


Giovedì 16 maggio dalle ore 21.00 all’Aula Studio Il Pollaio (via Belzoni 7), gli studenti organizzeranno un “Giovedì Letterario” a tema “Liberazione dagli stereotipi di genere”. Nell’aula studio verrà dedicato lo spazio alla lettura di qualsiasi brano che voglia essere condiviso con gli altri, sia esso prosa, poesia o epistola, originale o meno. Ogni lettore ha un tempo limite di circa 15 minuti da usare come vuole tra lettura e discussione di quello che sta leggendo.

Venerdì 17 maggio alle ore 18.00, in occasione della Giornata internazionale contro l’omofobia, la bifobia e la transfobia all’Aperture Bar Arcella (Via Giovanni d’Alemagna, 2A-2B) inaugura la mostra fotografica “Expose Yourself” di Roberta Lotto per celebrare la Giornata Mondiale contro L’Omofobia inauguriamo una mostra fotografica nata dalla collaborazione tra la fotografa e il Padova Pride. Lo scorso anno al termine del Pride Roberta Lotto ha ritratto le persone al loro arrivo in Piazzale Boschetti. Il risultato è un insieme vario di storie. Le persone ritratte nelle foto semplicemente si presentano come in quel momento hanno deciso di mostrarsi, lasciando fluire qualcosa di intimo e imprendibile. Non ci sono filtri, non ci sono artifici. Solo l’incontro come relazione tra persone che sono tutte in divenire, in trasformazione.

La serata proseguirà alle 19.00 con la presentazione del volume “Boy Erased. Vite cancellate” di Garrard Conley (Edizioni Black Coffee). A diciannove anni Garrard, figlio di un pastore battista e devoto membro della vita religiosa di una piccola città dell’Arkansas, è costretto a confessare ai genitori la propria omosessualità. La loro reazione lo mette di fronte a una scelta che gli cambierà la vita: perdere la famiglia, gli amici e il Dio che ama sin dalla nascita oppure sottoporsi a una terapia di riorientamento sessuale, o terapia riparativa, per «curarsi» dall’omosessualità, un programma in dodici passi da cui dovrebbe riemergere eterosessuale, ex-gay, purificato dagli empi istinti che lo animano e ritemprato nella fede in Dio attraverso lo scampato pericolo del peccato. Quello di Garrard è un viaggio lungo e doloroso grazie al quale, tuttavia, trova la forza e la consapevolezza necessarie per affermare la sua vera natura e conquistarsi il perdono di cui ha bisogno. Affrontando a viso aperto il suo passato sepolto e il peso di una vita vissuta nell’ombra, in questo memoir l’autore esamina il complesso rapporto che lega famiglia, religione e comunità. Straziante e insieme liberatorio, Boy Erased è un’ode all’amore che sopravvive nonostante tutto. Roberto Serafini leggerà alcuni brani, scelti e commentati da Barbara Da Forno e dal Dott. Vito Stoppa Psicologo Psicoterapeuta Padova e Pordenone.

Gli appuntamenti della settimana si concludono domenica 19 maggio dalle 15.30 fino a mezzanotte con la “Festa Inversa – Il Compleanno del Coro Canone Inverso” al Parco Fistomba. Il gruppo nasce nella primavera del 2013 a Padova come progetto in seno al Circolo Arcigay Tralaltro, ma ben presto, il successo ottenuto e la necessità di avere un’autonomia organizzativa hanno portato Canone Inverso a costituirsi associazione nel Gennaio del 2014. Il nome “Canone inverso” è una composizione musicale con una particolare struttura contrappuntistica, nella quale la stessa melodia, suonata contemporaneamente dal principio alla fine e dalla fine all’inizio, si armonizza e dà luogo ad una composizione più interessante che trae ricchezza e complessità dalla sua stessa struttura. Da questo concetto scaturisce un parallelo che, nel nome stesso della nostra formazione corale, vuole rendere omaggio alle persone nelle loro molteplici sfaccettature e relazioni quindi assume in questo contesto un significato più accattivante e al contempo provocatorio.

Durante il pomeriggio il parco ospiterà varie attività, dibattiti, giochi e relax e la sera si animerà di musica sia dal vivo sia in dj set.

Share
P     adova
           clicca qui per visualizzare la mappa

info@padovapride.it, www.padovapride.it



Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

122 q 0,435 sec