5
  24/09/2017            17:00
Ottavo Giorno compie vent’anni: a Ca’ Lando la festa

Ottavo Giorno compie vent’anni: a Ca’ Lando la festa


Interventi artistici, installazioni danzanti, dancebility, musica e poesia per un pomeriggio di festa


L’associazione Ottavo Giorno compie vent’anni di attività e li festeggia aprendo le porte della propria sede in Corte Cà Lando  dalle ore 17 alle 20 per un pomeriggio ricco di eventi artistici aperti alla cittadinanza.
“A casa da noi”, questo il titolo della manifestazione, è realizzata con il contributo della Fondazione CaRiPaRo e il Patrocinio del Comune di Padova, e allestita grazie alla partecipazione di soci, volontari, amici e famiglie che da anni seguono le attività di Ottavo Giorno.
Il programma prevede l’allestimento di installazioni danzanti all’interno della Casa con i danzatori del Gruppo di Danza Teatro Integrato, con la partecipazione di Sandra Zabeo e musiche dal vivo della Bottega Baltazar; l’intervento di danza In due con Elena Friso e Silvia Bianco; Acrobazie di una piuma, intervento di teatro-danza di e con Domenico Santonicola; Vasco Mirandola e Bottega Baltazar in un estratto da Ci sono notti che non accadono mai. Durante tutta la durata della festa Vasco Mirandola intratterrà il pubblico con accompagnamenti poetici previsti e imprevisti, mentre Sara Celeghin di Teatro Invisibile eseguirà Appesi a un filo, interventi artistici estemporanei e itineranti. Si chiuderà con un momento conviviale realizzato in collaborazione con le due Comunità Anffas che risiedono in Corte Cà Lando.

Venti anni di lavoro appassionato, denso di esperienze, scoperte, incontri, che hanno reso Ottavo Giorno un riferimento a Padova per una società inclusiva a livello espressivo, artistico ed educativo. Attraverso il laboratorio permanente di DanceAbility, le creazioni del Gruppo di Danza/Teatro Integrato, i laboratori e i corsi di formazione per le scuole, in questi anni l’associazione ha contribuito in modo significativo al processo di emancipazione della nostra società verso il modello sancito dall’ONU nella Convenzione Internazionale per i diritti delle persone con disabilità del 2006: quello appunto di una società che, non solo sia capace di far fronte ai bisogni materiali delle persone con disabilità, ma che sia in grado di offrire loro pari opportunità di realizzare aspirazioni, sogni, progetti di vita creativi, garantendo una piena partecipazione alla vita sociale e culturale della comunità.

Share
Corte Cà Lando,     via Gabelli, Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa





Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

164 q 0,266 sec