5
  18/12/2017            15:00
On the road con il Nobel Stoddart

On the road con il Nobel Stoddart


Cerimonia di consegna dei diplomi galileiani alla presenza del Professor Sir Fraser Stoddart, Premio Nobel per la Chimica nel 2016


Dopo i saluti di Rosario Rizzuto, Magnifico Rettore dell’Università di Padova, Michele Cortelazzo, Direttore della Scuola Galileiana di Studi Superiori, Antonio Finotti, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, di un rappresentante degli studenti della Scuola Galileiana e uno dell’Associazione Alumni della Scuola Galileiana, il Nobel Fraser Stoddart terrà la lectio magistralis dal titolo “My Journey to Stockholm”.

Stoddart, premiato insieme ai colleghi Feringa e Sauvage per i suoi studi fondamentali nel campo della chimica supramolecolare, classe 1942 è ancora attivo alla Northwestern University di Chicago e riesce sempre ad appassionare gli studenti per il mondo della Chimica. Nella sua lezione magistrale ha scelto di raccontare la “sua” via verso Stoccolma, dove Stoccolma significa vincere il maggior riconoscimento al mondo per uno scienziato, il Premio Nobel.

Alle 17.30, dopo la Consegna dei diplomi galileiani, si terrà un concerto che prevede musiche di Johann Sebastian Bach – Ricercare a 6 voci dall’Offerta musicale BWV 1079 – con Giulio Carlo Venturi al pianoforte, e di Claude Debussy – Pour Le Piano – con Caterina Assunta Passini al pianoforte

Ma le sue giornate padovane saranno anche un’immersione in seminari e incontri scientifici al Dipartimento di Scienze Chimiche che cominceranno in modo insolito nella mattina di martedì 19 dicembre alle ore 9.00 in Aula Studio di via Marzolo 1 a Padova sorseggiando un cappuccino con cinquanta dottorandi di chimica e parlando di macchine molecolari per poi continuare in sessioni scientifiche.

Sir James Fraser Stoddart  è nato a Edimburgo ed è attivo nel campo della chimica supramolecolare e della nanotecnologia. Nel 2008 vince la Medaglia Davy della Royal Society per le sue ricerche. Nel 2016 gli viene assegnato il Premio Nobel per la chimica con Jean-Pierre Sauvage e Ben Feringa per la progettazione e la sintesi di macchine molecolari. È stato Stoddart che nel 2004 ha sintetizzato gli  anelli di Borromeo molecolari, molecole meccanicamente interconnesse, nei quali tre macrocicli sono legati in maniera tale che rompendone uno qualsiasi si permette a quelli restanti di dissociarsi. Queste ricerche hanno trovato applicazione nella costruzione degli interruttori molecolari. Le molecole interconnesse hanno potenziali utilizzi come sensori molecolari, attuatori e amplificatori e possono essere controllate chimicamente, elettricamente e otticamente. Non solo, Stoddart è stato un pioniere nell’utilizzo delle architetture molecolari meccanicamente interconnesse per creare sistemi nanomeccanici.

La Scuola Galileiana di Studi Superiori, nata dalla collaborazione tra l’Ateneo di Padova e la Scuola Normale di Pisa, è aperta agli studenti di tutti i corsi di laurea dell’Università di Padova. Cinque anni di Università d’eccellenza, con un percorso che comprende laurea triennale e laurea magistrale;  seminari e  corsi  integrativi  tenuti da docenti di  prestigio internazionale; professori  e  tutori  dedicati  a speciali  attività  di  formazione e orientamento.

In occasione della visita a Padova di sir J. Fraser Stoddart, Premio Nobel per la Chimica ’16, lunedì 18 dicembre 2017, alle ore 12, in via San Pio X – passeggiata Francesco Camilotti – si svolgerà la cerimonia di messa a dimora dell’albero a lui dedicato. 

Share
Aula Magna “Galileo Galilei”,     Palazzo del Bo, via VIII febbraio, Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa





Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

143 q 0,166 sec