5
  24/01/2019            16:00
Non è triste Venezia. Pietre, acque, persone. Reportage narrativo da una città che deve ricominciare

Non è triste Venezia. Pietre, acque, persone. Reportage narrativo da una città che deve ricominciare


Presentazione del libro Non è triste Venezia. di Francesco Erbani


Francesco Erbani passeggia per calli e campielli e poi al Lido in sella a una bicicletta, osserva l’Hotel des Bains attraverso le grate del cancello, guarda le navi da crociera seduto su una panchina alle Zattere… E ricostruisce la trama intima di una delle città più celebrate al mondo: le architetture, l’assetto urbano, le facciate dei palazzi che si specchiano nei canali, i campi dove si realizza un ideale di spazio pubblico; e poi il Mose; la Laguna maltrattata e snaturata; la dimensione civica minacciata da un turismo incontrollato e pervasivo. Venezia rischia di diventare il non luogo per antonomasia, quello ricostruito a Disney World, a Las Vegas o a Macao, ed è invece profondamente autentica, città più di altre città, un territorio unico e al tempo stesso esemplare che può costituire un modello di inclusione sociale e di progettazione urbana.

Francesco Erbani, giornalista e pubblicista, lavora nella redazione culturale di “Repubblica”. Nel 2003 ha vinto il Premio Internazionale di Giornalismo civile. Si occupa da anni di inchieste legate ai casi più eclatanti di degrado urbanistico e ambientale sul territorio italiano. Per la casa editrice Laterza ha esordito con il volume “Uno strano italiano”, biografia dell’architetto, urbanista e uomo di cultura Antonio Iannello, che per quarant’anni è stato artefice di battaglie ambientalistiche. Sempre per Laterza ha pubblicato il saggio “L’Italia maltrattata” e, nel 2004, “La cultura degli italiani”, un libro-intervista con Tullio De Mauro. Nel 2005 ha curato l’antologia in cinque volumi “L’Espresso. Cinquant’anni”; nel settembre 2006 una riedizione de “I vandali in casa” di Antonio Cederna, accompagnata da due scritti a suo nome. In seguito al terremoto d’Abruzzo e alla distruzione del centro storico dell’Aquila, nel 2010 firma “Il disastro”, un libro-inchiesta in cui vengono analizzati i nodi cruciali del dopo terremoto e della delicata fase di ricostruzione, a oggi incompiuta. Una puntuale disamina della cattiva amministrazione di alcune realtà urbane e archeologiche è ancora al centro di un’intervista a Leonardo Benevolo (“La fine delle città”) e dei saggi “Roma. Il tramonto della città pubblica”, “Pompei, Italia” e “Roma disfatta” (con Vezio De Lucia).

Share
Libreria Feltrinelli,     Via S. Francesco 7, Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa

Ingresso libero. Telefono: 199.151.173

Potrebbero interessarti anche

  • Oltre la scontata apparenza

    Oltre la scontata apparenza

    Inaugurazione della mostra di STEFANO BOATO “Archeo City : frammenti di memoria”. Presentazione del libro di ANTONIO PRA “Olgius. Viaggio verso l’ignoto”.
  • Dalla romanizzazione alla Serenissima

    Dalla romanizzazione alla Serenissima

    Per il ciclo "Venezia e..." in collaborazione con il Progetto cultur@insieme. Prof.ssa Bruna MOZZI - Docente di Lettere classiche al Liceo "Tito Livio" di Padova. La storia dei veneti dal periodo che va dall'incontro con i Romani (III secolo a.C.) fino alla nascita del Ducato di Venezia (VII secolo d.C.), attraverso prima la "civitas romana", poi la crisi dell'impero, le invasioni barbariche, le migrazioni, i Ducati longobardi.


Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

180 q 0,250 sec