5
  05/04/2018   06/04/2018         08:30
Musiche e ritmi nel tempo. La tradizione si fa cura

Musiche e ritmi nel tempo. La tradizione si fa cura


Nell'ambito del progetto PerSona Identità e Musica della Fondazione Ghirardi di Piazzola sul Brenta si terrà nei giorni 5 e 6 aprile un seminario musicale per mostrare che la "tradizione si fa cura".


Musiche e ritmi nel tempo: la tradizione si fa cura si inserisce nel progetto PerSona Identità e Musica in cui vanno a collocarsi i congressi realizzati in Villa Contarini dalla Fondazione G. E. Ghirardi nel triennio 2015-2017 nell’ambito delle attività della Fondazione G. E. Ghirardi Onlus.

Questo prossimo evento, intende essere un incontro tra convegno e festival, Seminario Musicale appunto, ponendo l’accento sulle possibilità di socializzazione, inclusione, cura e terapia offerta dalla musica, dal suono inquadrati nella dimensione della tradizione. Seminario perché, attraverso alcuni interventi di qualificati esperti, si intenderà sollecitare riflessioni tramite un ampio coinvolgimento; musicale perché sarà ricca la presenza di gruppi che porteranno la loro esperienza raccontandosi nella musica.

Le due giornate vorrebbero integrare alcune realtà esistenti nel campo della disabilità e della salute mentale con l’espressione diretta e il racconto cantato da parte di alcuni gruppi operativi nei centri di salute mentale, passando poi per una breve storia della psichiatria, dall’apertura degli ospedali psichiatrici a seguito della riforma Basaglia ad oggi, e verso le nuove possibilità di inclusione e approccio alla cura attraverso la dimensione della persona, ovvero l’identità che viene definita e riacquistata tramite il suono.

In ciò la dimensione della musicoterapia o della musica come terapia probabilmente riprende, attraverso un processo più o meno consapevole, quello che è stata una funzione ed un valore della musica nella cultura popolare e tradizionale. Infatti le caratteristiche della musicalità, dell’armonia, della voce del canto da sempre hanno proposto temi gruppali, temi di condivisione, di unione e ancor di più, nelle dimensioni mistiche della musica, anche di approccio agli aspetti contemplativi e sacrali di cui le tradizioni sono intrise. A maglie più larghe si può forse sostenere, che la funzione terapeutica della musica definendo l’etnia di un popolo svolge un’attività preventiva e di protezione dell’identità e unità e quindi anche favorente la salute di quella cultura. In relazione a ciò l’evento aderisce a Diversamente 2018, progetto di prevenzione primaria del Dipartimento di Salute Mentale dell’Aulss 6 Eugana che si propone di aprire e mantenere un dialogo con la cittadinanza circa le numerose realtà che operano con progetti di cura e riabilitazione all’interno della salute mentale.

Presentazione:
Mario Degli Stefani – Responsabile scientifico
Manuela Guadagnini – Responsabile organizzativa
Rolando Proietti Mancini – Comitato Scientifico

Destinatari: Medici, psicologi, musicisti, operatori della salute, musicoterapisti, insegnanti e docenti di musica, amanti di musica popolare e tradizionale. Richiesto accreditamento per insegnanti MIUR

Share
Villa Contarini,     Piazzola sul Brenta, Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa



www.fondazioneghirardi.org


Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

149 q 1,145 sec