5
Dal 12 ottobre al 7 novembre   
Il Treno della salute in tutto il Veneto

Il Treno della salute in tutto il Veneto


Un’iniziativa di Medici con l’Africa Cuamm insieme a Ferrovieri con l’Africa e Regione del Veneto


Quello del 2020 sarà un Treno della Salute speciale. A causa delle limitazioni dovute al Covid-19, Medici con l’Africa Cuamm insieme ai Ferrovieri con l’Africa e alla Regione del Veneto propone un “treno mediatico”, per raggiungere tutte le persone del Veneto, in questo periodo difficile in cui i contagi stanno aumentando.

Dal 12 ottobre al 7 novembre, il treno si ferma nelle case, nelle radio, nei telefoni di ciascuno, attraverso interviste, approfondimenti, contenuti multimediali che saranno diffusi grazie al coinvolgimento delle principali Tv e radio locali della nostra regione.
L’obiettivo è quello di sensibilizzare e informare la popolazione su temi quali la prevenzione e la cura, la relazione tra ambiente e salute, il legame tra salute globale e solidarietà e ancora spazio a informazioni su Covid-19, malattie croniche, malattie infettive, stili di vita, alimentazione sana, rispetto dell’ambiente e utilizzo di mezzi ecologici.

Altro ingrediente di questo treno speciale è la proposta formativa che sarà rivolta, sempre attraverso il web, alle scuole e ai ferrovieri, perché abbiano strumenti utili per gestire questa fase così difficile, specie nei confronti di gruppi di persone più fragili ed emarginate, che spesso utilizzano il treno.

«Il Treno della Salute è nato nel 2017 dall’idea di un gruppo di ferrovieri che affianca e sostiene il Cuamm. Ha percorso la nostra regione, toccando tutti le province e non solo, fermandosi nelle stazioni e offrendo servizi di screening e di educazione alla popolazione. Il treno è un mezzo ecologico e democratico, nel senso che è per tutti, così anche la salute e l’accesso alle cure deve essere per tutti. Negli anni scorsi, ci ha permesso di incontrare una parte della popolazione che difficilmente si raggiunge, per dare consigli su stili di vita sani e per fare screening gratuiti. Non volevamo perdere tutto questo – afferma don Dante Carraro, direttore di Medici con l’Africa Cuamm –. Insieme alla Regione Veneto, a cui va il nostro grazie perché da sempre crede in noi e in questo progetto, abbiamo pensato di diffondere questi temi attraverso i mezzi di comunicazione. L’Africa ci insegna che insieme alla cura è importante agire anche a livello di prevenzione e sensibilizzazione, incidendo sugli atteggiamenti e sui modi di pensare. Tante volte, attraverso le campagne radio o semplici sms abbiamo raggiunto i villaggi più sperduti per invitare le donne a fare le visite pre-natali o a vaccinare i loro bambini. Siamo certi che anche questo Treno potrà essere un’occasione per fare del bene alle persone più vicine a noi, nonostante il Covid-19».

Scopri dove “ferma” il treno della salute 2020 su mediciconlafrica.org
Ultima tappa del Treno della Salute: sabato 7 novembre, dalle 10.30 alle 12, l’Annual meeting per i 70 anni di Medici con l’Africa Cuamm, al Gran Teatro Geox, in streaming e su Tv2000.

Share




Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

151 q 0,224 sec