5219
  13/04/2014            09:15
Eremiticus Eremiticus

Eremiticus Eremiticus


Percorso durante il quale si pootranno ascoltare le voci di coloro che viveano nelli monti e nelle spelonche. A guidare i camminanti T. Mazzetti e C. Albertin.


“La solitudine e il silenzio sono due novità senza fine, come due inesauribili attese fuori dalle consuetudini umane e non si possono ritrovare che fra questi eremiti, contemplatori senza ricerca e fedeli senza dubbi, salvo quelli che derivano dalla loro fragilità di uomini: gente oramai rara, attratta da una disciplina che può soddisfare qualunque altezza di spirito perchè ha un Signore onnipotente e invisibile e nella umiltà assicura all’individuo la continua conferma del proprio valore. Taluni amano ripetere contro questi solitari la vecchia accusa d’ignavia, e si ostinano a vedere dei pusillanimi e fuggiaschi in questi che sono tra i più coraggiosi, se coraggio non è soltanto l’impeto dell’assalitore e la temerarietà del violento, ma soprattutto la serena negligenza della propria conservazione: la costante disposizione a morire, senza desiderio di morte“.
Concetto Marchesi
I camminanti devono portarsi pranzo al sacco e bevande. Durata 7/8 ore, il percorso sarà circolare.
In caso di pioggia la camminata verrà rinviata alla domenica successiva.
Si consigliano abbigliamento adeguato e calzature idonee.

Share
P     iazza di Lozzo Atestino
           clicca qui per visualizzare la mappa




segreteria@novecentonovantanove.it
www.novecentonovantanove.it


153 q 0,260 sec