5
  26/02/2016            18:00
Aminata Traoré

Aminata Traoré


Presentazione del libro di Aminata Traorè, "L'Africa umiliata". Introdurrà Cadigia Hassan di RIDIM, Rete Italiana Donne Immigrate.


L’incontro rientra nel ciclo “Sguardi e voci di donne”, promosso da: Centro Pandora, Donne in Nero, Associazione per la Pace, Associazione Cooperazione e Solidarietà e Librati.
“Noi, popoli d’Africa, un tempo colonizzati e poi ricolonizzati alla mercé del capitalismo occidentale, non cessiamo di chiederci: cosa stiamo diventando? La sfida che oggi affrontiamo è quella di immaginare un futuro in cui l’essere umano sia posto al centro. Una riappropriazione dei nostri destini cha fa appello alle nostre lingue, ai nostri punti di riferimento, ai valori sociali e culturali a noi cari”. Con questo appello, Aminata Traoré, ex ministro della Cultura del Mali, risponde coraggiosamente all’attacco sferrato da Nicolas Sarkozy durante il suo primo viaggio a Dakar. Riflettendo sui meccanismi di dominazione ed esclusione del continente africano innescati ormai da secoli, ma non lasciandosi sopraffare dall’impotenza, la Traoré chiama il suo popolo al riscatto, parla di dignità, di radici, di doveri e responsabilità. “Ho sempre lottato per una mobilitazione sociale partendo dalla base. Con pochi mezzi si pu cambiare la vita della donna”. È con questa convinzione che Aminata Dramane Traoré porta avanti una serie di iniziative volte a creare un’altra Africa, fondata sulla consapevolezza e sull’impegno sociale. Fra le ideatrici del Forum sociale africano, è nota per le sue critiche contro il neoliberismo, sintetizzate anche in altri libri, come L’immaginario violato – dove denuncia la crisi d’identità dell’Africa dovuta alla globalizzazione neoliberista, che ha indebolito la capacità di immaginare un futuro diverso, con politiche alternative al neoliberismo -, e La morsa. L’Africa in un mondo senza frontiere, in cui descrive gli effetti nefasti dello sfruttamento del continente africano da parte dei Paesi occidentali. Lo sviluppo economico locale parte quindi dalla consapevolezza e dalla partecipazione attiva delle persone. E in tutto questo il ruolo delle donne è centrale per gettare le basi per un’altra Africa: «Non è più possibile guardare alle donne africane senza riconoscere che la rinascita di molti Paesi pu partire dall’ascolto delle loro parole e dall’attenzione alle loro visioni”.

Share
Librati,     Libreria delle donne, via Barbarigo, Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa

Ingresso libero.



Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

143 q 0,133 sec