32
Ad ottobre e novembre   
Masterclass 2020

Masterclass 2020


Produttori ed esperti giornalisti del settore condurranno i workshop d'approfondimento e le degustazioni guidate per illustrare cantine e territori.


Produttori ed esperti giornalisti del settore condurranno i workshop d’approfondimento e le degustazioni guidate per illustrare cantine e territori.

Le masterclass:

VENERDÌ 9 OTTOBRE
Friuli: Terra di larghe vedute

La regione si trova tra il mare Adriatico e le Prealpi Giulie sotto l’influenza della Bora che contribuisce a creare un microclima particolare. I vini del Friuli Venezia Giulia nascono quindi in un territorio speciale: un perfetto connubio tra colli, fiumi e pianure.

Qui si coltivano varietà autoctone e internazionali che nel corso dei secoli hanno portato ad una suddivisione delle regioni vitivinicole: nei Colli Orientali si producono maggiormente vini rossi, secondo il gusto degli ex dominatori veneziani, mentre nel Collio sono più diffusi i vini bianchi, graditi presso la corte asburgica che controllava la zona.
Degna di nota vi è, inoltre, la zona carsica o “paese di roccia”, situata tra Gorizia e Trieste verso il confine con la Slovenia, definita così per la presenza di rocce bianco-grigie e di notevoli difficoltà di coltivazione.

A guidare in questo variegato panorama vitivinicolo ci sarà una grande esperta del territorio friulano: Liliana Savioli, sommelier, degustatrice ai concorsi internazionali, docente, sensorialista, giornalista, Coordinatrice per la guida Vinibuoni d’Italia e Cavaliere della Vitovska.

Vini in degustazione:
Traminer aromatico “Viola” 2019 – Ca’ Tullio;
Friulano “Zabura” 2018 – Skok;
Malvasia 2018 – Villa Russiz;
Vitovska 2017 – Kocjancic Rado;
Ribolla Gialla Selezione 2016 – Il Carpino;
Terrano 2017 – Lupinc;
Pignolo “Romain” 2011 – Paolo Rodaro;
Ramandolo “Il Roncat” 2012 – Giovanni Dri.

VENERDÌ 16 OTTOBRE
Agricola San Felice: Interprete dei miglior terroir toscani

L’azienda che occupa un borgo in Castelnuovo Berardegna, in provincia di Siena, vide l’alternarsi di più famiglie alla sua gestione, di cui l’ultima furono i Grisaldi Del Taja, tra i fondatori del Consorzio del Chianti Classico.
Negli anni 70 avvenne un cambiamento radicale: la tenuta venne acquisita dal Gruppo Allianz, il quale, tra forza economica e lungimiranza commerciale, apportò un forte impulso direzionato all’innovazione e alla ricerca scientifica raggiungendo elevati standard qualitativi.
All’azienda viene attribuita l’invenzione del primo Super Tuscan messo in commercio nel 1968, il “Vigorello” e ad oggi vengono prodotte bottiglie che rappresentano solo il meglio del territorio.

A presentare i vini di questa realtà oggi suddivisa in 4 zone d’eccellenza della Toscana sarà Francesco Baroni, wine ambassador dell’Agricola San Felice.

Vini in degustazione:
Avane IGT Toscana 2018;
Chianti Classico 2018;
Chianti Classico Riserva “Il Grigio” 2017;
Chianti Classico Gran Selezione “Il Grigio” 2015;
Pugnitello 2017;
Campogiovanni Rosso di Montalcino 2018;
Campogiovanni Brunello di Montalcino 2015;
Bell’Aja Bolgheri 2017

VENERDÌ 6 NOVEMBRE
Famiglia Tedeschi: Pionieri dei Cru della Valpolicella

La famiglia Tedeschi rappresenta la storia del territorio veronese: affermati produttori di alcuni tra i più importanti rossi veneti, si collocano tra coloro che concepiscono la denominazione in termini tradizionali e classici.
Dai primi anni ’60, Lorenzo Tedeschi aveva ben chiaro il concetto di Cru e non gli erano sfuggite le potenzialità di alcuni vigneti, tra i quali il Monte Olmi, che diventerà negli anni a venire il portabandiera dell’azienda Tedeschi e uno dei Cru tra i più importanti di questo territorio.
Successivamente Lorenzo affiancato dai figli Riccardo, Antonietta e Sabrina, porta avanti i progetti Fabriseria e Maternigo, trovando in questi due nuovi vigneti l’eccezionalità dei terreni adatta per produrre grandi vini.

A parlare della realtà Tedeschi Wines ci sarà proprio Riccardo Tedeschi, enologo di un’azienda innovatrice della Valpolicella legata alla passione per la propria terra e sostenitrice delle sue tradizioni.

Vini in degustazione:
Valpolicella Ripasso “Capitel San Rocco” 2017;
Valpolicella Superiore “Maternigo” 2016;
Valpolicella Classico Superiore “Fabriseria” 2016;
Amarone della Valpolicella “Marne 180” 2016;
Amarone della Valpolicella Classico Riserva “Capitel Monte Olmi” 2013;
Recioto della Valpolicella “Capitel Fontana” 2015.

Share
Barco Teatro,     Via Orto Botanico 12, Padova
           clicca qui per visualizzare la mappa

Prezzi: Costo di ogni incontro: 40 €. I posti sono solo 32. Per informazioni e ISCRIZIONI: info@barcoteatro.it - tel: 375 5764000 - www.barcoteatro.it

www.barcoteatro.it


Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

126 q 0,186 sec