06/10/2017             
Il cinema in Veneto e la promozione del territorio

Il cinema in Veneto e la promozione del territorio


Il regista norvegese Arild Andresen presenta il film in Concorso Handle With Care, mentre Marco Bertozzi presenta Cinema Grattacielo


Terzo giorno per Detour, il festival che dal 4 all’8 ottobre si propone come luogo di incontro e confronto sul tema del viaggio, con una serie di film inediti, eventi speciali, laboratori, spettacoli e incontri con gli autori. Il Festival è organizzato dall’associazione culturale Cinerama, diretto dal regista Marco Segato e presieduto dal produttore Francesco Bonsembiante.

La giornata di venerdì 6 ottobre prenderà il via alle ore 11.00 al Cinema PortoAstra con un evento speciale, una tavola rotonda dedicata al cinema veneto, al tema delle film commission e della promozione del territorio attraverso il cinema.
L’incontro Il cinema in Veneto e la promozione del territorio è promosso da Veneto Film Network e realizzato grazie al prezioso contributo di Padova Convention & Visitors Bureau (Consorzio DMO Padova)​. Parteciperanno all’incontro Flavio Rodeghiero (Consorzio DMO Padova), Francesco Bonsembiante (Jolefilm), Laura Zumiani (Trentino Film Commission), Luciano Luminelli, regista del Film “Come Fratelli” che sarà girato a Padova nei prossimi mesi, Marco Segato (Detour. Festival del Cinema di Viaggio), Bruno Abriani, (Athena Cinematgrafica Distribuzione), Andrea Colasio, assessore alla cultura del Comune di Padova; l’incontro sarà moderato da Alessandro Russello (Corriere del Veneto).

Sono due gli ospiti del Festival: i registi Arild Andresen e Marco Bertozzi. Il primo sarà presente al cinema PortoAstra per presentare, alle ore 20.30, il film norvegese Handle With Care (sezione Concorso Internazionale), la storia di un vedovo che cerca di recuperare il rapporto con il figlio adottivo compiendo un viaggio con lui in Colombia, alla ricerca della madre biologica.
Bertozzi, invece, presenterà alle ore 18.15 il suo Cinema Grattacielo (sezione Viaggio in Italia), un film dedicato al grattacielo di Rimini e ai suoi abitanti, raccontati dalla voce dello scrittore Ermanno Cavazzoni.

Torna inoltre l’appuntamento con la proiezione “notturna” di Detour, un momento speciale che il Festival propone sin dalla prima edizione per omaggiare i film di viaggio più cult degli ultimi anni. Alle ore 23 verrà proiettato presso il cinema PortoAstra lo zombie movie sudcoreano Train to Busan, di Yeun Sang Ho presentato nel 2016 a Cannes e già indicato da pubblico e critica come uno dei migliori horror del decennio. Come suggerisce il titolo, Train to Busan è ambientato all’interno di un treno in movimento: uno scenario che costringerà i protagonisti a spostarsi di carrozza in carrozza di fronte all’avanzata della famelica apocalisse zombie.

Due ulteriori proiezioni arricchiscono il pomeriggio della terza giornata di Detour: alle ore 14.30, il documentario italiano Sagre balere, di Alessandro Stevanon (Viaggio in Italia), un road movie che segue il tour, tra feste di piazza e sale da ballo, del carismatico Omar Codazzi e della sua orchestra di liscio; alle ore 16, il film francese Ava (Concorso), presentato all’ultimo Festival di Cannes, storia di una ragazzina che, durante le vacanze al mare, scopre di essere destinata a perdere molto presto la vista, e decide di affrontare il problema… a modo suo.

Sono due, infine, gli incontri con gli autori organizzati in collaborazione con le librerie:

alle ore 17.30, la Libreria per ragazzi Pel di Carota, in occasione dei 50 anni dalla prima, mitica edizione di Una ballata del mare salato, primo fumetto in cui compare Corto Maltese, ospiterà un incontro con Gianni Brunoro, uno dei maggiori critici italiani dell’opera di Hugo Pratt;

alle ore 18.30, presso la Libreria La forma del libro, Matteo Viviani presenterà il proprio progetto FuoriRotta: Martino l’arrotino, viaggio fotografico di un personaggio inventato (un arrotino) che, a bordo di una motocicletta, viaggia verso l’Oceano Atlantico affilando coltelli nei piccoli paesini stesi lungo la strada. Un incontro realizzato in collaborazione con Montura, sostenitore del progetto FuoriRotta.

Detour è realizzato con il contributo del Comune di Padova e di Padova Convention & Visitors Bureau (Consorzio DMO Padova) e il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo. Si ringrazia per il sostegno Cassa di Risparmio del Veneto. Sponsor del progetto sono AcegasApsAmga, Montura e PittaRosso. Il Festival si avvale del patrocinio del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, della Regione del Veneto, della Provincia di Padova, del Comune di Padova e dell’Università degli Studi di Padova.

Porto Astra,     Padova



info@detourfilmfestival.com
www.detourfilmfestival.com


Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

119 q 0,476 sec