12/01/2016          Gennaio e febbraio    21:00
Cineforum Antonianum 2016

Cineforum Antonianum 2016


Dopo la pausa invernale tornano gli appuntamenti del martedì sera al Cineforum Antonainum


Martedì 12 gennaio nella Sala 8 del Cinema Porto Astra, sarà la pellicola Forza Maggiore di Ruben Östlund, premio della Giuria “Un certain regard” al festival di Cannes 2014, a dare il benvenuto al nuovo anno.
In un villaggio sciistico delle Alpi francesi si consuma un dramma esistenzale e famigliare che indaga le debolezze umane e le relazioni tra individui, osservandole nel loro lato più grottesco e inconfessabile. Diretto dal regista svedese Ruben Östlund, il film nasce dalla suggestione dell’incremento dei divorzi nelle coppie sopravvissute a un’esperienza drammatica, e più che raccontare la storia di una famiglia, racconta la relazione fra i suoi componenti, indagando un equilibrio ormai incrinato e destinato a non tornare mai più. Il film conferma il talento e lo sguardo innovativo di Ruben Östlund che già si era fatto notare a Cannes nel 2011 con Play.

Il film serbo Figlio di nessuno, vincitore del Premio del Pubblico Rarovideo e del Premio Fipresci Fedeora alla Settimana della Critica della Mostra del Cinema di Venezia 2014, è in programma martedì 19 gennaio ( versione originale con sottotitoli in italiano). Opera prima di Vuk Rsumovic, e egregiamente interpretato dal quindicenne Denis Muric, il film racconta le vicende di un bambino cresciuto tra i lupi nei boschi della Bosnia e poi pian piano e a fatica rieducato alla “civiltà” a Belgrado. Il film narra le vicende pedagogiche, l’educazione sentimentale e la prima maturità di questo bambino e poi ragazzo.

L’ opera prima del fiorentino Duccio Chiarini – Short skin: I dolori del giovane Edo – in programma martedì 26 gennao, nasce da una vicenda personale e vede il suo giovane protagonista Edoardo, diciassettenne pisano, alle prese con un problema fisico che non gli permette di avere una vita sessuale. Nel corso dell’estate i timori di Edoardo, tra incontri, innamoramenti, e la famiglia, con la sorellina che tenta in tutti i modi di far accoppiare il suo cane, la madre che “tiene casa” e il padre adultero, si scioglieranno. Ironia e divertimento, garbo e poesia sono alla base di una storia di formazione mai volgare, nè stereotipata.

Il mese di febbraio – 2 febbraio – inizia con la pellicola americana, apprezzata al festival di Toronto e alla IX edizione del festival del cinema di Roma, Lo sciacallo – Nightcrawler, sorprendente esordio alla regia dello sceneggiatore Dan Gilroy (“The Bourne Legacy”). Il protagonista è il giovane Lou (Jake Gyllenhaal), da tempo senza lavoro, si ritrova casualmente ad assistere a un incidente stradale e ha un’illuminazione: si procura una videocamera e passa le notti sui luoghi delle emergenze per riprendere e vendere le scene più cruente ai network televisivi. Il suo crescente successo lo rende però sempre più spietato e allucinato finché arriva a interferire con l’arresto di due assassini. Partendo dalla rovinosa situazione di precarietà lavorativa il regista approda alla moderna dipendenza dalle immagini, perennemente – e pericolosamente – sospesa tra realtà e finzione.Il film si distingue per il vivido impianto scenico, in cui una fotografia dai colori saturi accompagna efficacemente il ritmo trafelato della narrazione.

Segue il 9 febbraio la commedia britannica Pride di Matthew Warchus. Presentato al Festival di Cannes 2014, nella sezione Quinzaine des Réalisateurs, premiato con la Queer Palm, salutato da un enorme successo di pubblico in patria, il film è ambientato in piena era Thatcher, durante lostorico sciopero dei minatori inglesi del 1984.
Degli attivisti del movimento gay, spinti dalla solidarietà verso chi, come loro, lotta contro il sistema, decidono diraccogliere fondi per gli scioperanti del Galles. I minatori, però, accolgono condiffidenza l’iniziativa, considerando il sostegno di lesbiche e gay inopportuno eimbarazzante. Ma l’incontro fra i due mondi, difficile per non dire esplosivo, sitrasformerà in un’entusiasmante amicizia.

Dopo il nero profondo e immersivo di C’era una volta in Anatolia (2012), questa volta Nuri Bilge Ceylan ha conquistato la Palma d’oro al festival di Cannes 2014 con il Il regno dell’inverno in programma il 16 febbraio.
Il protagonista, Aydin, è il proprietario di un albergo in un paese sperduto nell’Anatolia, dove vive con la giovane moglie Nihal e con la sorella Necla che da poco ha divorziato dal marito. Aydin è un attore in pensione che ora pensa a scrivere un libro sulla storia del teatro turco. Durante l’inverno, oltre alla neve, arrivano i turisti e il suo hotel si trasforma in un rifugio e in un teatro per i conflitti per i membri della famiglia. Numerose le citazioni letterarie, da Shakespeare a Cechov, che integrandosi con i paesaggi, riescono nell’intento di creare un mood in cui permane la sensazione di resa alla fragilità dei rapporti umani.

Chiude il mese di febbraio, 23 febbraio, Belluscone – una storia siciliana di Franco Maresco, un viaggio “in solitaria” tra costume e politica, musica di piazza. Vincitore del Premio Speciale della Giuria Orizzonti alla 71 edizione del Festival di Venezia. Un’opera intelligente, ironica che racconta la storia di un film mai realizzato: il rapporto unico tra Berlusconi e la Sicilia, attraverso le disavventure di Ciccio Mira (impresario palermitano di cantanti neomelodici, organizzatore di feste di piazza, imperterrito sostenitore del Cavaliere e nostalgico della mafia di un tempo) e di due artisti della sua “scuderia”, Salvatore De Castro in arte Erik e Vittorio Ricciardi, che in cerca di successo decidono di esibirsi insieme nelle piazze palermitane con la canzone “Vorrei conoscere Berlusconi”.

Programma:
12 gennaio 2016
FORZA MAGGIORE di Ruben Östlund

19 gennaio 2016
FIGLIO DI NESSUNO di Vuk Ršumovic

26 gennaio 2016
SHORT SKIN di Duccio Chiarini

2 febbraio 2016
LO SCIACALLO – NIGHTCRAWLER di Dan Gilroy

9 febbraio 2016
PRIDE di Matthew Warchus

16 febbraio 2016
IL REGNO D’INVERNO – THE WINTER SLEEP di Nuri Bilge Ceylan

23 febbraio 2016
BELLUSCONE, UNA STORIA SICILIANA di Franco Maresco

1 marzo 2016
TIMBUKTU di Abderrahmane Sissako

8 marzo 2016
I NOSTRI RAGAZZI di Ivano De Matteo

15 marzo 2016
È ARRIVATA MIA FIGLIA di Anna Muylaert

22 marzo 2016
FOXCATCHER – UNA STORIA AMERICANA di Bennett Miller – in V.O.*

5 aprile 2016
LA STORIA DELLA PRINCIPESSA SPLENDENTE di Isao Takahata

12 aprile 2016
MOMMY di Xavier Dolan

19 aprile 2016
WHIPLASH di Damien Chazelle (USA 2014) Drammatico, 107 min. – in V.O.*

26 aprile 2016
THE STONE RIVER di Giovanni Donfrancesco

3 maggio 2016
Film a sorpresa

10 maggio 2016
VIZIO DI FORMA di Paul Thomas Anderson – in V.O.*

17 maggio 2016
THE TRIBE di Myroslav Slaboshpytskkiy

25 maggio 2016
GOING CLEAR: SCIENTOLOGY E LA PRIGIONE DELLA FEDE di Alex Gibney

31 maggio 2016
TAXI TEHERAN di Jafar Panahi

Fronte del Porto,     via S. Assunta 20, Padova

E' ancora possibile acquistare l'abbonamento per la stagione 2015-2016 ad un prezzo speciale €40 abbonamento intero; €20 abbonamento studenti (medie superiori e universitari – fino a 27 anni).

cineforumantonianum@gmail.com
www.cineforumantonianum.blogspot.com


Aggiungi un commento

La tua email non viene pubblicata. *

*

120 q 0,499 sec